Archivi categoria: Attualità

Fertility Day

Billy Cristal e Meg Ryan

Billy Cristal e Meg Ryan

Naturalmente per voi è diverso, Charlie Chaplin ha fatto figli fino a 73 anni!
“Ma non ce la faceva a tenerli in braccio!”

Dialogo tra Sally Albright (Meg Ryan) e Harry Burns (Billy Cristal), dal film Harry, ti presento Sally… (When Harry Met Sally…), 1989, regia di Rob Reiner e sceneggiatura di Nora Ephron.

Milano: “Italia Loves Sicurezza”

map_italiaSITOCineteca Italiana e Fondazione LiHS, in collaborazione con INAIL – Direzione Regionale Lombardia, presentano il progetto Italia Loves Sicurezza.
L’iniziativa prevede nella giornata di giovedì 28 aprile, a Milano, tre appuntamenti al MIC – Museo Interattivo del Cinema con altrettante proiezioni, uno a Spazio Oberdan, con uno spettacolo teatrale, e un incontro presso il Centro per la cultura della prevenzione nei luoghi di lavoro e di vita.
La giornata inizierà al MIC alle ore 15 quando sarà proiettato Con il fiato sospeso, intenso e duro film di Costanza Quatriglio che vede Alba Rohrwacher nei panni della protagonista, una studentessa ricercatrice che dovrà imbattersi in una strada amara e pericolosa; in programma poi alle ore 17 La legge del mercato, film di denuncia diretto da Stéphane Brizé, che racconta la storia di un uomo costretto a misurarsi con pratiche estranee alla sua morale; chiuderà il pomeriggio del MIC, alle ore 19, Gli ultimi saranno ultimi di Massimiliano Bruno con Alessandro Gassman e Paola Cortellesi, film idoneo ad offrire voce a determinate istanze sociali, proprie di quanti si sono accontentati negli anni di gestire quel minimo concessogli dalla vita e dalle proprie possibilità, da difendere con ogni mezzo possibile, anche estremo, contro ogni sopruso o angheria; presso Spazio Oberdan alle ore 17 andrà in scena “Il virus” che ti salva la vita, uno spettacolo teatrale che – mescolando parole, movimento, musica e video – vuole offrire una galleria ricca di spunti di riflessione, emozione e ironia sulla salute e la sicurezza. Infine presso il Centro per la Cultura della prevenzione nei luoghi di lavoro e di vita si terrà l’incontro Workers’ Memorial Day. Continua a leggere

Ma che musica maestro! – Intervista al filosofo del pop Claudio Sottocornola sulla storia dei Festival italiani pensando a Sanremo 2016-

Claudio Sottocornola

Claudio Sottocornola

Il 66° Festival di Sanremo incombe e invade i palinsesti, entra nelle nostre case con i suoi big e le sue nuove proposte, con i grandi ospiti (leggi Elton John e i Pooh, Ramazzotti, Elisa e la Pausini), con il suo gossip e l’appeal di Madalina Ghenea, Virginia Raffaele e Gabriel Garko, Carlo Conti a condurre i giochi. Al di là della sua progressiva trasformazione in un grande contenitore televisivo, il Festival costituisce una delle poche vetrine della musica leggera italiana rimaste, e mi è sembrato quindi interessante avvicinare un esperto della canzone come il “filosofo del pop” Claudio Sottocornola, che ha da poco pubblicato Varietà (Marna, 2016) una corposa antologia di interviste ai divi storici della pop music italiana, da Mia Martini a Anna Oxa, da Ivano Fossati a Paolo Conte, da Rita Pavone a Gianni Morandi, da Marco Masini a Gianna Nannini, da Bruno Lauzi a Ornella Vanoni.

Cop Varietà SottocornolaSua caratteristica è di associare allo studio della cultura popular contemporanea (oltre alla canzone, tv, cinema, media e spettacolo in genere), una dimensione espressiva che lo ha portato a studiare e reinterpretare egli stesso la canzone pop, rock e d’autore sia attraverso opere multimediali (cd, dvd, pendrive) sia attraverso le sue ormai celeberrime e affollate lezioni concerto a tema, dagli anni ’60 ai teenager, dall’immagine della donna ai cantautori, un mix di immagini, brani musicali, riflessione filosofica e storica, performance dei suoi studenti fra danza e recitazione. “Cantare mi ha aiutato a pensare in modo diverso – mi confida – perché nell’emissione di una nota è possibile esprimere sentimenti contrastanti, e quindi fare sintesi della complessità che ci avvolge”.
A lui ho chiesto di guidarci in una rapida ma rigorosa indagine nella storia dei Festival italiani, dal Cantagiro al Festivalbar, da Un Disco per l’estate a Canzonissima, dal Festival di Napoli a Castrocaro, sempre con un occhio a Sanremo 2016. Continua a leggere

“Cartoon Able”, divertimento per tutti

(Animundi Copyright © )

(Animundi Copyright © )

Vagando per il web a caccia di notizie, ho scovato un interessante progetto messo in atto dalla casa editrice Punti di vista, una cooperativa composta da sole donne che si occupa di articoli per bambini disabili. Si tratta di Cartoon Able, un cartone animato nato con l’idea che possano beneficiarne della storia narrata, del suo divertimento, non solo i bambini disabili (cui non sono rivolte, generalmente, le attenzioni delle case produttrici), ma anche quelli normodotati, offrendo quindi un meritorio sprone alla possibilità di un’aggregazione sociale che punti sullo scambio, la conoscenza reciproca, quale possibilità concreta di abbattere definitivamente qualsiasi barriera discriminante, non solo materiale, al di là del “politicamente corretto” di facciata. Continua a leggere

Milano, Spazio Oberdan: “Sguardi al lavoro 2015”

spazio_oberdan1Da oggi, lunedì 19 e fino a giovedì 22 ottobre, a Milano presso Spazio Oberdan torna l’annuale rassegna ad ingresso libero Sguardi al lavoro, organizzata da Inail – Direzione Regionale Lombardia in collaborazione con Fondazione Cineteca Italiana e Città Metropolitana di Milano. Durante la Settimana europea per la salute e la sicurezza sul lavoro (19-23 ottobre), Inail Direzione Regionale Lombardia promuove la cultura della prevenzione in tutti gli ambiti, di lavoro, di studio, di vita, cercando di raggiungere la più vasta platea possibile.
A Milano, da dieci anni, è proprio il cinema che offre la possibilità di incontrare centinaia di persone che hanno voglia di riflettere sul lavoro di oggi e di ieri, di discutere, di informarsi ma anche di emozionarsi e di sognare un domani migliore; dodici i titoli in programma, con anteprime e momenti di incontro in sala per riflettere attraverso il cinema su un tema così importante come la salute e la sicurezza sul lavoro. Continua a leggere

“Libero Cinema in Libera Terra”, al via la X Edizione

LiberoCinema_900Oggi, mercoledì 1° luglio, Libero Cinema in Libera Terra dà il via alla sua 10ma edizione, iniziando il tour dalla Sicilia, dove il Festival è nato, con un omaggio a Francesco Rosi: nella piazza di Licata il pubblico potrà assistere alla proiezione di Le mani sulla città, che sarà proiettato anche a Parigi per la chiusura della kermesse il 15 ottobre. Tutte le proiezioni sono gratuite. Dopo 6 date in Sicilia, il furgone di Libero Cinema approderà in Calabria, Puglia, Campania, Lazio, Emilia Romagna, Lombardia e Liguria per il tour italiano; poi in Europa, a Berlino per il secondo anno e a Parigi, dove il Festival fa tappa dal 2012. A fianco di tutte quelle realtà che lavorano per una società libera dalle mafie e insieme ai tantissimi giovani che partecipano ai campi di Estate Liberi nel comune impegno di contrasto alla criminalità organizzata. Le proiezioni della decima edizione saranno aperte da Mafia Liquida, performance di Vito Baroncini tra cinema, fumetto, lavagna luminosa. Uno spettacolo di arte partecipata che ha preso il via nel 2014 e che si arricchisce dei contributi, degli incontri, delle storie raccolte lungo il viaggio. Continua a leggere

“Un archivio da paura”: l’horror prende vita al “Museo Interattivo del Cinema” di Milano

1Venerdì 12 giugno presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema di Milano (Viale Fulvio Testi, 121), Fondazione Cineteca Italiana, in collaborazione con EPSON, ha inaugurato Un archivio da paura, percorso multimediale con elementi di “realtà aumentata” dove le più recenti tecnologie e l’archivio storico del MIC si incontrano per offrire un’esperienza unica ed emozionante. Il visitatore che entrerà nell’archivio filmico del museo, per la prima volta aperto al pubblico, grazie all’utilizzo degli smartglass Moverio di Epson potrà rivivere davanti ai suoi occhi le scene dei più famosi film dell’orrore, il tema scelto per inaugurare questa nuova esperienza interattiva. E’ sufficiente indossare gli occhiali e le cuffie in dotazione, quindi rivolgere lo sguardo verso i QR Code presenti all’interno dell’archivio, per far partire contenuti video e audio in qHD e 3D. Insieme all’archivio, sarà inaugurato anche il Tunnel dei Sogni, che mette in comunicazione il Laboratorio di restauro e il Nuovo Archivio Storico dei Film, che è stato oggetto di un attento allestimento. Continua a leggere