Al via la 66ma Berlinale

berlinale_2016-66_festival_internazionale_del_Cinema_di_BerlinoPrende il via oggi, giovedì 11 febbraio, la 66ma edizione del Festival Internazionale del Film di Berlino, che si concluderà domenica 21, quando la giuria preseduta da Meryl Streep e che vede nei suoi componenti l’attrice italiana Alba Rohrwacher, l’attore britannico Clive Owen, l’attore tedesco Lars Eidinger, la filmaker polacca Malgorzata Szumowska, il critico inglese Nick James ed infine la fotografa francese Brigitte Lacombe, assegnerà l’Orso d’Oro e tutti gli altri riconoscimenti. Ad inaugurare la Berlinale, diretta da Dieter Kosslick, sarà nuovamente un film dei fratelli Coen, cinque anni dopo Il Grinta: Ave, Cesare! (Hail, Caesar!), questo il titolo del nuovo lavoro scritto e diretto da Joel ed Ethan, ambientato negli ultimi anni della Hollywood “degli anni d’oro”; vengono narrate le vicissitudini cui va incontro nel corso della giornata un fixer, ovvero un uomo pagato dagli Studios per risolvere problemi e inconvenienti che potrebbero far ritardare le produzioni o dar luogo scandali indesiderati.
Al protagonista Josh Brolin si affianca un corposo cast composto da George Clooney, Alden Ehrenreich, Ralph Fiennes, Jonah Hill, Scarlett Johansson, Frances McDormand, Tilda Swinton e Channing Tatum. Continua a leggere

Milano, MIC- Museo Interattivo del Cinema : “Il gesto comico-11 film per Carnevale”

les-vacances-de-monsieur-hulotDa giovedì 11 e fino a domenica 14 febbraio a Milano presso il MIC-Museo Interattivo del Cinema (Viale Fulvio Testi, 121), Fondazione Cineteca Italiana presenterà Il gesto comico – 11 film per Carnevale, una serie di divertenti film non parlati, ma con protagonisti che riescono a comunicare perfettamente attraverso la gestualità, la mimica facciale e il ricorso ad un grammelot in apparenza incomprensibile. Fra i titoli in programma risalta qualche preziosa pellicola del grande regista, attore e mimo Jacques Tati, come Mio zio, Playtime e Le vacanze di Monsieur Hulot, da cui nacque la collaborazione con il comico Pierre Etaix – di cui in rassegna il corto Rupture, Heureux anniversaire e Yoyo; in calendario non poteva certo mancare uno dei maggiori artisti della storia del cinema e più in generale del ‘900, Buster Keaton, con The Cameraman (proposto con la musica dal vivo di Francesca Badalini), Sherlock Junior – La palla n. 13 e The Navigator. Appuntamento speciale con il primo lungometraggio di Maurizio Nichetti, Ratataplan, a cui sarà presente il regista stesso per un incontro con il pubblico. In programma l’esordio alla regia di Antonio Albanese, Uomo d’acqua dolce, film surreale e grottesco icentrato sul racconto della storia di un uomo che per un banale incidente perde la memoria. Per chiudere in bellezza il programma, uno fra i personaggi dei Caroselli più originali e divertenti di sempre, La Linea, ideato e realizzato da Osvaldo Cavandoli nel 1969, protagonista di uno spot per una nota azienda azienda di pentole. Di seguito, il calendario dei film in programma. Continua a leggere

“Cieli rossi, Bassano in guerra” domani in proiezione a Vicenza

cielirossibassanoinguerraL’Ekuò Cinema Leone XIII di Vicenza (Contrà Vittorio Veneto, 1) ospiterà domani, giovedì 11 febbraio, alle ore 20.30, la proiezione del film documentario Cieli rossi, Bassano in guerra, scritto e diretto da Giorgia Lorenzato e Manuel Zarpellon, prodotto da Sole e Luna Production (Moovioole Srl Distribuzione). Un documentario che è anche un testamento per raccontare ai nipoti dei diretti protagonisti della drammatica avventura della guerra uno spaccato di storia che ha segnato indelebilmente uomini e territorio.
Centro della narrazione, perciò, sono le gesta e le sofferenze dell’Armata del Grappa, purtroppo spesso dimenticate nella narrazione dei quattro anni di conflitto.

Ma che musica maestro! – Intervista al filosofo del pop Claudio Sottocornola sulla storia dei Festival italiani pensando a Sanremo 2016-

Claudio Sottocornola

Claudio Sottocornola

Il 66° Festival di Sanremo incombe e invade i palinsesti, entra nelle nostre case con i suoi big e le sue nuove proposte, con i grandi ospiti (leggi Elton John e i Pooh, Ramazzotti, Elisa e la Pausini), con il suo gossip e l’appeal di Madalina Ghenea, Virginia Raffaele e Gabriel Garko, Carlo Conti a condurre i giochi. Al di là della sua progressiva trasformazione in un grande contenitore televisivo, il Festival costituisce una delle poche vetrine della musica leggera italiana rimaste, e mi è sembrato quindi interessante avvicinare un esperto della canzone come il “filosofo del pop” Claudio Sottocornola, che ha da poco pubblicato Varietà (Marna, 2016) una corposa antologia di interviste ai divi storici della pop music italiana, da Mia Martini a Anna Oxa, da Ivano Fossati a Paolo Conte, da Rita Pavone a Gianni Morandi, da Marco Masini a Gianna Nannini, da Bruno Lauzi a Ornella Vanoni.

Cop Varietà SottocornolaSua caratteristica è di associare allo studio della cultura popular contemporanea (oltre alla canzone, tv, cinema, media e spettacolo in genere), una dimensione espressiva che lo ha portato a studiare e reinterpretare egli stesso la canzone pop, rock e d’autore sia attraverso opere multimediali (cd, dvd, pendrive) sia attraverso le sue ormai celeberrime e affollate lezioni concerto a tema, dagli anni ’60 ai teenager, dall’immagine della donna ai cantautori, un mix di immagini, brani musicali, riflessione filosofica e storica, performance dei suoi studenti fra danza e recitazione. “Cantare mi ha aiutato a pensare in modo diverso – mi confida – perché nell’emissione di una nota è possibile esprimere sentimenti contrastanti, e quindi fare sintesi della complessità che ci avvolge”.
A lui ho chiesto di guidarci in una rapida ma rigorosa indagine nella storia dei Festival italiani, dal Cantagiro al Festivalbar, da Un Disco per l’estate a Canzonissima, dal Festival di Napoli a Castrocaro, sempre con un occhio a Sanremo 2016. Continua a leggere

L’abbiamo fatta grossa

1Roma, oggi. Yuri Pelagatti (Antonio Albanese) è un attore di teatro che sta attraversando un momento difficile.
Separato dalla moglie Carla (Clotilde Sabatino), che lo ha lasciato stanca dei suoi continui tradimenti, incontra difficoltà nel rammentare le battute una volta in scena, anche perché quanto si trova attualmente a recitare presenta non poche similitudini con ciò che ha dovuto affrontare nella vita reale. Considerate le problematiche finanziarie, difficile trovare una scrittura decente alla presenza del descritto impasse, Yuri pensa di rivolgersi a tale Arturo Merlino (Carlo Verdone), investigatore privato con un passato da carabiniere, perché gli fornisca le prove che la sua ormai ex consorte frequenta un altro uomo, così da evitare di pagarle gli alimenti e continuare comunque a vedere i due bambini. In realtà non è che Merlino se la passi poi tanto bene: divorziato (l’ex moglie vive a Miami con un greco), coabita con la svanita zia Elide (Virginia De Brescia) e riesce a racimolare qualche soldo grazie alla soluzione di piccoli casi (il recupero del gatto Benito di un generale in pensione). Continua a leggere

“Forza venite gente”

headerDopo i felici riscontri di pubblico e l’interesse suscitato dalle precedenti rassegne cinematografiche all’interno dei consueti Caffè Artistico- Letterari, il Gruppo di Lettura ARAS di Roccella Jonica (RC) ha deciso di istituire all’interno dell’Associazione un Comitato Promotore inteso a promuovere un Progetto Cinema, così da proporre un ulteriore numero di proiezioni dalle diverse tematiche quale inedita iniziativa culturale sul territorio, da condividere con tutti coloro vorranno parteciparvi. Per quanti desiderino sostenere il Progetto ed entrare a far parte del suddetto Comitato è prevista una quota associativa di 20 euro.
Gli interessati, concittadini o abitanti di paesi limitrofi, possono contattarmi per ogni informazione tramite la pagina “Contatti” del blog.
Grazie dell’attenzione, un caro saluto.

Antonio

“Ca’ Foscari Short Film Festival” VI Edizione, le prime anticipazioni

Manifesto-Short-2016_70x100-webLa sesta edizione del Ca’ Foscari Short Film Festival (16-19 marzo, Auditorium Santa Margherita) compie i primi passi svelando il proprio manifesto, firmato per il terzo anno consecutivo da Igort, e due dei suoi più prestigiosi programmi speciali.
Riguardo il manifesto, Igort ha donato alla kermesse veneziana una bellissima immagine tratta dal suo Sinfonia a Bombay, utilizzata anche come copertina del numero di giugno 1983 della storica rivista alter alter, la quale diede il via alla pionieristica avventura del gruppo Valvoline per la nascita del “Nuovo fumetto italiano”. Nei programmi speciali spicca in primo luogo l’omaggio a Robert Altman e poi la masterclass dell’animatore statunitense Bill Plympton. Il festival, realizzato con la collaborazione della Fondazione di Venezia, è dedicato al cortometraggio, il primo in Europa interamente concepito, organizzato e gestito da un’università (Ca’ Foscari di Venezia). Il programma, che sarà presentato con una conferenza stampa il 26 febbraio, si articola in un Concorso Internazionale dedicato ai lavori degli studenti delle scuole di cinema e delle università di tutto il mondo e una variegata offerta di programmi speciali. Continua a leggere