Venezia 73, tre italiani in Concorso

untitledE’ stato svelato questa mattina, giovedì 28 luglio, a Roma, presso l’Hotel Excelsior, il cartellone della 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (31 agosto -10 settembre).
I nostri colori saranno rappresentati, confermando le previsioni degli ultimi giorni, da Giuseppe Piccioni (Questi giorni), Roan Johnson (Piuma), Massimo D’Anolfi e Martina Parenti (il documentario Spira Mirabilis), anche se il piatto ricco, sette titoli, viene offerto dagli Stati Uniti: oltre al già annunciato film d’apertura La La Land di Damien Chazelle (quello che andrà a chiudere la Mostra è I magnifici 7 di Antoine Fuqua) troviamo Nocturnal Animals (Tom Ford), Jackie (Pablo Larraìn, co-produzione Cile-USA), Arrival (Denis Villeneuve), The Bad Batch (Ana Lily Amirpour), il documentario Voyage of Time (Terrence Malick, Germania/USA), The Light Beetwen the Ocean (Derek Cianfrance). In corsa per il Leone troviamo poi anche i nomi di Lav Diaz (The Woman Who Left) ed Emir Kusturica (On the Milky Road), mentre Fuori Concorso a far compagnia a Paolo Sorrentino, che presenterà le prime due puntate della serie televisiva The Young Pope, ecco, tra gli altri, Kim Rossi Stuart (Tommaso), Mel Gibson (Hacksaw Ridge), Francesco Munzi (il documentario Assalto al cielo). Di seguito, il cartellone di Venezia 73, relativo alle principali sezioni. Continua a leggere

“Giornate degli Autori- Venice Days” XIII Edizione: elogio della creatività femminile

“Mitica, seducente, mutante, inquietante è quest’anno la sirena, l’immagine simbolo della XIII edizione: un omaggio alla femminilità e al mare che di Venezia sono l’origine; ma anche a quella dimensione inafferrabile e unica che è dell’arte e dell’invenzione umana. Noi non siamo sirene, ma per la loro sopravvivenza ci battiamo”. (Giorgio Gosetti)

“Mitica, seducente, mutante, inquietante è quest’anno la sirena, l’immagine simbolo della XIII edizione: un omaggio alla femminilità e al mare che di Venezia sono l’origine; ma anche a quella dimensione inafferrabile e unica che è dell’arte e dell’invenzione umana. Noi non siamo sirene, ma per la loro sopravvivenza ci battiamo”. (Giorgio Gosetti)

Si svolgerà a Venezia dal 31 agosto al 10 settembre la XIII edizione delle Giornate degli Autori, organizzate dall’Associazione presieduta da Roberto Barzanti, promosse da Anac e 100autori, dirette da Giorgio Gosetti, organizzate con il sostegno della Direzione Generale Cinema del MiBACT e il contributo di partner pubblici e privati.
Sezione autonoma e indipendente nel quadro della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, conosciute nel mondo con il brand internazionale di Venice Days, le Giornate sono ormai una realtà strutturale nel più antico festival cinematografico del mondo ma, da sempre, affiancano alla selezione del cinema indipendente di qualità una fitta attività di ricerca, incontri e dibattiti che hanno il loro fulcro nella Villa degli Autori. Prettamente internazionale, con una selezione di prime mondiali e internazionali e con una speciale attenzione all’Europa grazie alla partnership con il Parlamento europeo per il progetto 28 Times Cinema e il Premio LUX, l’immagine delle Giornate degli Autori difende la creatività, l’innovazione e la ricerca dei nuovi linguaggi dell’audiovisivo così come la libera circolazione delle idee. “Il segno forte di questa selezione – osserva il delegato Giorgio Gosetti – è la creatività femminile che attraversa la gran parte dei film che abbiamo visionato e la maggior parte di quelli selezionati. È la conferma di quell’attenzione all’universo femminile che ormai da anni, anche grazie al creative partner Miu Miu con il progetto Women’s Tales, abbiamo posto al centro della nostra ricerca. Ma è anche un segno forte di vitalità e ringiovanimento dell’arte cinematografica che, non a caso, si conferma nell’eccezionale numero e qualità di opere prime e seconde in cui crediamo”. Continua a leggere

“Roma Creative Contest” VI Edizione

ROMA-CREATIVE-CONTEST-TD106-019-SITOIl Roma Creative Contest, Festival Internazionale di Cortometraggi giunto alla sesta edizione e organizzato da Image Hunters, diventa sempre più un punto di riferimento per i giovani cineasti e professionisti dell’audiovisivo.
Una realtà ben radicata nel tessuto urbano e nazionale che assegna riconoscimenti e servizi per un valore di 50.000€ distribuiti su ben 13 premi diversi e 6 sezioni competitive.
Il festival si terrà a Roma, cinque appuntamenti, dal 17 al 25 settembre in diverse location. Al Teatro Vittoria si terranno le proiezioni in concorso, performance live e le premiazioni; il MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo ospiterà invece lo Screenplay Contest, le masterclass, le proiezioni dei titoli fuori concorso ed i workshop. All’Ex Dogana – San Lorenzo – saranno in programmazione ulteriori workshop, concerti e mostre.
Novità del 2016, il concorso che coinvolge illustratori e disegnatori, invitati a proporre la loro idea di locandina per la sesta edizione del festival, concorrendo ai premi messi a disposizione da Wacom. I partecipanti dovranno ispirarsi al claim del 2016, ovvero Potere Creativo: un invito alla creatività totale. Continua a leggere

Venezia 73 / “Settimana Internazionale della Critica”, i titoli in programma

arton32076La Settimana Internazionale della Critica (SIC) è una sezione indipendente della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia dedicata esclusivamente alle opere prime.
Fondata da Lino Micciché nel 1984, è storicamente impegnata nella ricerca, promozione e valorizzazione di nuove voci e talenti emergenti del cinema mondiale. Nel corso delle sue 30 edizioni, ha scoperto e lanciato giovani registi presto diventati autori di punta nel panorama internazionale, quali Olivier Assayas, Mike Leigh, Harmony Korine, Kevin Reynolds, Pedro Costa, Antonio Capuano e Michel Bena; fra i vincitori delle ultime edizioni della SIC, Pernilla August (Beyond, 2010), Guido Lombardi (Là-bas, 2011), Gabriela Pichler (Eat Sleep Die, 2012), Matteo Oleotto (Zoran, il mio nipote scemo, 2013), Vuk Ršumović (Figlio di nessuno, 2014), Martin Butler e Bentley Dean (Tanna, 2015). Inoltre, fra gli autori scoperti dalla SIC e che hanno conseguito il Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima Luigi De Laurentiis, ricordiamo Giovanni Davide Maderna (Questo è il giardino, 1999), Abdel Kechiche (La faute à Voltaire, 2000), Dylan Kidd (Roger Dodger, 2002), Ismaël Ferroukhi (Le grand voyage, 2004), Gianni Di Gregorio (Pranzo di ferragosto, 2008), Guido Lombardi (Là-bas, 2011), Ali Aydın (Muffa, 2012) e Noaz Deshe (White Shadow, 2013). Continua a leggere

Festa del Cinema di Roma XI Edizione, annunciati i primi film

Michele Placido

Michele Placido

La Festa del Cinema di Roma ha annunciato i primi film in programma all’undicesima edizione che si terrà dal 13 al 23 ottobre: “Nella nuova forma che sto cercando di dare alla Festa del Cinema sono celebrati tutti i generi, come si è visto l’anno scorso con film diversissimi quali Room, The Walk e Lo chiamavano Jeeg Robot – ha dichiarato Antonio Monda, Direttore Artistico della kermesse – Con lo stesso spirito sono orgoglioso di annunciare che le due prime anticipazioni della prossima Festa hanno per soggetto due temi dalla fortissima e attualissima importanza sociale e politica: 7 minuti di Michele Placido e Afterimage di Andrzej Wajda. Se il primo affronta con grande potenza il tema del lavoro ed il rapporto tra profitto e dignità umana, il secondo racconta in modo struggente il rapporto tra dittatura ed arte, ideologia e libertà espressiva”.
7 minuti è l’intenso racconto di una storia vera, accaduta in Francia nel 2012, protagoniste undici donne di fronte a un’ambigua offerta di rinnovo di contratto, avanzata dalla multinazionale che ha acquisito la proprietà dell’azienda in cui lavorano: in poche ore, dovranno decidere il loro destino e quello delle trecento colleghe che aspettano il verdetto fuori dalla fabbrica.
Nel cast Ambra Angiolini, Cristiana Capotondi, Fiorella Mannoia, Maria Nazionale, Violante Placido, Clemence Poesy, Sabine Timoteo, con Ottavia Piccolo e Anne Consigny; il film è ispirato dall’omonima opera teatrale di Stefano Massini. Continua a leggere

Venezia 73: le tre Giurie Internazionali

Gemma Arterton (telegraph)

Gemma Arterton (telegraph)

Sono state definite le composizioni delle tre Giurie internazionali (Venezia 73, Orizzonti, Premio Venezia Opera Prima Luigi De Laurentiis) della 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (31 agosto – 10 settembre), diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta.
Le personalità chiamate a fare parte della Giuria del Concorso di Venezia 73, oltre al presidente, il regista Sam Mendes, sono: l’artista, cantante, regista e scrittrice statunitense Laurie Anderson, l’attrice britannica Gemma Arterton, il magistrato, scrittore, drammaturgo e sceneggiatore italiano Giancarlo De Cataldo, l’attrice tedesca Nina Hoss, attiva nel cinema e a teatro, l’attrice francese Chiara Mastroianni, il regista statunitense Joshua Oppenheimer, il regista venezuelano Lorenzo Vigas, l’attrice, regista e cantante cinese Zhao Wei. La Giuria di Venezia 73 assegnerà ai lungometraggi in Concorso i seguenti premi ufficiali: Leone d’Oro per il miglior film; Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria; Leone d’Argento – Premio per la migliore regia; Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile; Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile; Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergenti; Premio per la migliore sceneggiatura; Premio Speciale della Giuria. Continua a leggere

Giffoni 2016, i vincitori

289906-urban-hymn-0-230-0-345-cropHa avuto conclusione ieri, domenica 24 luglio, la 46esima edizione del Giffoni Film Festival, con l’annuncio dei vincitori tra i film in concorso, nel corso della conferenza stampa finale da parte di Claudio Gubitosi, direttore dela kermesse, e della direzione artistica che ha visionato e scelto i titoli, Manlio Castagna, Luca Apolito, Gianvincenzo Nastasi e Antonia Grimaldi, presentati nelle sezioni competitive Elements +3 (3-5 anni), Elements +6 (6-9 anni), Elements +10 (10-12 anni), Generator +13 (13-15 anni), Generator +16 (16-17 anni), Generator +18 (dai 18 anni in su) e Gex Doc. Riguardo i lungometraggi ha conseguito il Gryphon Award, nella sezione Generator +18, Urban Hymn dello scozzese Michael Caton-Jones, film che vede come sfondo le rivolte estive britanniche del 2011, per una storia di redenzione ambientata nel sud est di Londra. Secondo classificato della sezione, Chicken dell’inglese Joe Stephenson. Il Gryphon Award nella sezione Generator +16 è stato invece conferito a The Violin Teacher del brasiliano Sérgio Machado. Secondo classificato della sezione, My Name Is Emily dell’irlandese Simon Fitzmaurice. Continua a leggere