Liebster Award

LiebsterAwardRingrazio la blogger Giorgia de Il Kubo di Kubrik per avermi nominato nell’ambito del Liebster Award, ne sono sinceramente lusingato.
Ora provvedo a renderne note le modalità di accettazione e partecipative, per quanti, fra coloro che io a mia volta nominerò, vogliano aderirvi: ringraziare chi ti ha nominato, pubblicare il link del suo blog e rispondere alle 10 domande che chi ti ha rivolto; elencare 10 blog (che abbiano meno di 200 seguaci, mi riferiscono), rivolgere ai titolari 10 domande ed informarli della nomina. Di seguito, le domande che mi ha rivolto Giorgia: Continua a leggere

Cannes 2014, i film in concorso

30x18-Cannes2014_BDE’ stato presentato stamane, nel corso della consueta conferenza stampa a Parigi, dal presidente Gilles Jacob insieme al direttore artistico Thierry Frémaux, il cartellone della 67ma Edizione del Festival di Cannes (14 – 25 maggio), che, al momento (probabile qualche aggiunta nei prossimi giorni), prevede 49 titoli (18 in Concorso), provenienti da 28 paesi, fra opere prime e seconde, come, in tal ultimo caso, Le meraviglie di Alice Rohrwacher, a difendere i nostri colori nella Selezione Ufficiale, mentre Asia Argento con il suo Incompresa rappresenterà l’Italia nella sezione Un Certain Regard. Tra i grandi autori presenti in Concorso, David Cronenberg (Maps to the Stars), Jean-Luc Godard (Adieu au langage), Ken Loach (Jimmy’s Hall), mentre in Un Certain Regard ecco Wim Wenders, che ha diretto The Salt of the Earth insieme a Juliano Ribeiro Salgado, Mathieu Almeric (La chambre blue) e il debutto alla regia dell’attore Ryan Gosling (Lost River).
Film d’apertura, Fuori Concorso (dove troviamo Coming Home, di Zhang Yimou, con Gong Li), Grace of Monaco, di Olivier Dahan. Di seguito, l’elenco dei titoli in cartellone.

Alice Rohrwacher

Alice Rohrwacher

Concorso: Sils Maria (Olivier Assayas); Saint Laurent (Bertrand Bonello); Kis Uykusu (Sommeil d’hiver, Nuri Bilge Ceylan); Maps To The Stars (David Cronenberg); Deux Jours, une nuit (Jean-Pierre E Luc Dardenne); Mommy (Xavier Dolan); Captives (Atom Egoyan); Adieu au langage (Jean-Luc Godard); The Search (Michel Hazanavicius); The Homesman (Tommy Lee Jones); Futatsume No Mado (Deux Fenêtres, Naomi Kawase); Mr. Turner (Mike Leigh); Jimmy’s Hall (Ken Loach); Foxcatcher (Bennett Miller); Le meraviglie (Alice Rohrwacher); Timbuktu (Abderrahmane Sissako); Relatos Salvajes (Wild Tales, Damian Szifron); Leviathan (Andrey Zvyagintsev).Fuori concorso: Gui Lai (Coming Home, Zhang Yimou); How To Train Your Dragon 2 (Dean Deblois); Les Gens du monde (Yves Jeuland, celebrazione dei 70 Anni del Quotidiano Le Monde); Grace Of Monaco (Olivier Dahan, film d’apertura). Continua a leggere

Cannes 2014, i Cortometraggi e i titoli di “Cinéfondation”

Gentili lettori, ho provveduto a modificare l’articolo una volta appresa la notizia dell’esclusione di Giovanni Aloi e del suo “A passo d’uomo” dalla sezione Cortometraggi, “per non aver rispettato le regole della selezione”, come si può leggere sul sito della kermesse. Chiedo venia, grazie dell’attenzione.
Antonio
********************************
Cannes_2014-FBIn attesa della conferenza stampa ufficiale, in programma oggi, giovedì 17 aprile, gli organizzatori del 67mo Festival di Cannes (14-25 maggio) hanno svelato ieri la selezione dei cortometraggi in gara per la Palma d’Oro (10 selezionati fra 3450 pervenuti, in rappresentanza di 128 nazioni) e i titoli della selezione Cinéfondation (16 su 1631, provenienti da varie scuole di cinema); in ambedue le sezioni Presidente di Giuria è Abbas Kiarostami.
All’interno di Cinéfondation troviamo Lievito madre di Fulvio Risuleo, mentre A passo d’uomo, diretto da Giovanni Aloi, è stato escluso dalla competizione relativa alla sezione Cortometraggi, per non aver rispettato le regole della selezione. La Palma d’Oro al miglior cortometraggio sarà assegnata sabato 24 maggio assieme agli altri premi ufficiali del concorso lungometraggi, mentre i tre riconoscimenti relativi a Cinéfondation verranno conferiti giovedì 22 maggio durante la cerimonia di premiazione presso la Sala Buñuel. Di seguito, l’elenco dei film in cartellone nelle rispettive sezioni. Continua a leggere

Amici come noi

1Debutto cinematografico delle Iene Pio (D’Antini) & Amedeo (Grieco), che prima di prendere parte alla nota trasmissione televisiva si erano fatti le ossa in tv locali, spettacoli di cabaret e villaggi turistici in qualità di animatori, Amici come noi si palesa come uno dei film più inutili, ancor prima che brutti, usciti in questi primi mesi del 2014. Privo di una benché minima dimensione cinematografica, frutto acerbo di una calcolata operazione commerciale volta a mettere in atto una furba “coazione a ripetere”, ovvero replicare il successo di precedenti trasferte dal piccolo al grande schermo, rende evidente la protervia con la quale si tende ormai ad indorare la pillola, puntare sulla voglia di leggerezza propria del grande pubblico, e dare così per scontata una sua mancanza di discernimento, un trangugia e divora senza colpo ferire all’insegna dell’ahó facce ride. Continua a leggere

Cannes 2014: Marcello Mastroianni sulla locandina ufficiale

22x30_Cannes2014(1)Ecco la locandina ufficiale del 67mo Festival di Cannes (14-25 maggio): gli autori, Hervé Chigioni e il suo graphic designer Gilles Frappier, hanno scelto un fotogramma con un primissimo piano di Marcello Mastroianni, tratto da 8 ½ , il film di Federico Fellini che venne presentato proprio sulla Croisette, all’interno della Selezione Ufficiale, nel 1963, vincitore poi, fra l’altro, di due premi Oscar (Miglior Film Straniero e i costumi di Piero Gherardi). Il poster è firmato Lagency/Taste, Parigi, mentre la progettazione grafica è dello Studio Bronx. “Con Marcello Mastroianni e Federico Fellini , celebriamo un cinema che è gratuito e aperto al mondo, riconoscendo ancora una volta l’importanza artistica del cinema italiano ed europeo attraverso una delle sue figure più luminose”, si legge nella nota stampa di presentazione, mentre gli autori hanno sottolineato, riferendosi a Mastroianni, come “Il modo in cui ci guarda al di sopra degli occhiali neri ci rende partecipi di una promessa di felicità cinematografica globale, la felicità di vivere insieme il Festival di Cannes”. Il cartellone della kermesse sarà svelato dopodomani, giovedì 17 aprile.

Roma, proiezione del documentario “Il museo chiude quando l’autore è stanco”

Poster Il Museo chiudeMercoledì 16 aprile, a Roma, presso il Cineclub Detour (Via Urbana, 107), alle ore 21.00, avrà luogo la prima proiezione ufficiale del documentario Il museo chiude quando l’autore è stanco.
All’evento prenderanno parte gli autori, Paolo Buatti e Luca Marino, insieme al protagonista, l’artista Fausto Delle Chiaie, il quale da oltre vent’anni espone i propri lavori nella Capitale, ed è ormai divenuto un volto noto, in particolare per chi transita fra i marciapiedi tra l’Ara Pacis e il Mausoleo di Augusto, luogo che ospita il suo Museo all’aria aperta: sculture, disegni, pitture, prendono forma dagli spunti offerti dal contesto urbano, naturale, sociale, quali oggetti smarriti o abbandonati, rifiuti, piante, dinamiche e comportamenti umani, trasformati appunto in opere, idonee anche, mutuate dall’ironia, a divenire critica sociale o, per esempio, boutade, provocazione. Continua a leggere

New York, il MoMA celebra Marco Bellocchio

Marco Bellocchio (Stanzedicinema.com)

Marco Bellocchio (Stanzedicinema.com)

Sarà inaugurata dall’incontro con la stampa locale e la proiezione de Il regista di matrimoni, mercoledì 16 aprile, a New York, presso i Roy and Niuta Titus Theaters, la retrospettiva dedicata da Luce-Cinecittà e MoMA a Marco Bellocchio:un percorso che si snoderà sin dalla sua opera prima, I pugni in tasca, 1965, per arrivare all’ultima realizzazione, Bella addormentata, 2012. Cinquant’anni di un cinema che ha saputo dialogare con la Storia del nostro paese, narrandone le vicissitudini legate ai vari mutamenti politici e sociali, senza dimenticare le loro ripercussioni,dai risvolti psicoanalitici, all’interno dei nuclei familiari.

00836306Il citato film Bella addormentata, in virtù del progetto Cinema Made in Italy, frutto della collaborazione messa in atto tra Istituto Luce e il network Emerging Pictures, a partire dal 6 giugno sarà distribuito nei cinema della metropoli. Inoltre, in occasione dell’evento, Luce-Cinecittà e Ripley’s Film hanno provveduto al restauro di due pellicole di Bellocchio, Vacanze in Val Trebbia (1980) e Gli occhi, la bocca (1982), mentre il 17 aprile, presso l’Istituto Italiano di Cultura, sarà presentato il volume Morale e bellezza – Marco Bellocchio, curato da Sergio Toffetti e pubblicato da Luce-Cinecittà e Centro Sperimentale di Cinematografia.