Archivi tag: Venezia

Venezia 74: Alessandro Borghi cerimoniere

Alessandro Borghi (Cosmopolitan)

Sarà l’attore Alessandro Borghi a condurre le serate di apertura (30 agosto) e di chiusura (9 settembre) della 74ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta.
Borghi dopo aver partecipato a vari lavori televisivi ha catalizzato l’attenzione degli spettatori grazie al ruolo di coprotagonista nel film Non essere cattivo di Claudio Caligari, affermando poi le sue capacità attoriali nella qualità di protagonista in  Suburra di Stefano Sollima, entrambi del 2015, conseguendo nel 2016 il Nastro d’Argento come attore rivelazione. Attualmente è al cinema con Fortunata di Sergio Castellitto e da poco ha concluso le riprese di Suburra-la serie per poi tornare nuovamente sul set, Napoli velata, il nuovo film di Ferzan Ozpetek.

“Orecchie”, dalla Laguna con ironia

Esce oggi in sala, giovedì 18 maggio, Orecchie, film scritto e diretto da Alessandro Aronadio, che ha avuto il suo esordio alla 73ma Mostra Internazionale d’ Arte Cinematografica di Venezia, nell’ambito di Biennale College dove ha conseguito tutta una serie di riconoscimenti, quali il Premio NuovaImaie Talent Award come Miglior Attore Emergente al protagonista Daniele Parisi e il il Premio ARCA CinemaGiovani per il Miglior Film Italiano a Venezia (una giuria di più di 50 ragazzi, tra i 18 e i 26 anni, provenienti da Italia, Francia e Tunisia), mentre la Giuria del Premio FEDIC (Federazione Italiana dei Cineclub), gli ha attribuito una Menzione Fedic – Il Giornale del Cibo, destinata all’opera che propone la scena più significativa legata al cibo e alla alimentazione. Orecchie ha poi ottenuto il Premio del Pubblico e il Premio per il Miglior Attore al Monte-Carlo Film Festival de la Comédie, cui va ad aggiungersi il Premio Ettore Scola al Bari International Film Festival 2017.
Un film sorprendente, in particolare considerando gli attuali parametri della commedia nostrana, sia da un punto di vista meramente tecnico che contenutistico, prodotto con 150mila euro, dai toni piacevolmente grotteschi, girato in bianco e nero, ed idoneo ad esternare una riflessione dolceamara sulla vita e l’illusorietà che le è propria nel connotare anche la più rosea aspettativa, come ebbi modo di scrivere nella mia recensione, che ripropongo qui di seguito. Continua a leggere

Ca’ Foscari Short Film Festival VII Edizione: i vincitori

Si è conclusa lo scorso sabato, 18 marzo, la settima edizione del Ca’ Foscari Short Film Festival, il primo festival in Europa interamente organizzato e gestito da un’università, la cui attività si propone d’individuare inedite tendenze cinematografiche e scoprire i nuovi talenti provenienti dalle scuole di cinema di tutto il mondo. La giuria internazionale composta dall’artista francese Catherine Breillat, l’attrice polacca Małgorzata Zajączkowska e l’animatore inglese Barry Purves ha assegnato il Primo premio a Amygdala di George Graham, quale miglior corto del Concorso, consegnato da Flavio Gregori, Prorettore alle attività e rapporti culturali dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, consistente in una scultura artistica in vetro di Murano ideata e realizzata dalla vetreria artistica Vivarini. Questa la motivazione: La giuria ha molto apprezzato la complessità del film, la sfida tecnica di girare nelle strade, la fotografia, le performance attoriali e il montaggio di una narrazione non lineare. L’opera è un compiuto ed emozionante ritratto cinematografico di una vita interessante. Il cortometraggio è prodotto da una delle più prestigiose scuole di cinema britanniche, la National Film and Television School.
La Giuria ha inoltre assegnato la Menzione speciale Volumina, per l’opera che offre il miglior contributo al cinema come arte, a Petrel (Australia, 2016) di Charles Broad della Sydney Film School. Il premio, consegnato dal direttore artistico di Volumina Domenico De Gaetano, consiste in un lussuoso libro fotografico sul cinema prodotto da Volumina. L’opera di Broad è stata premiata con la seguente motivazione: La giuria ha apprezzato il film come un’opera tecnicamente compiuta, tesa e intelligente. Continua a leggere

Ca’ Foscari Short Film Festival VII Edizione

Tutto pronto per la settima edizione del Ca’ Foscari Short Film Festival al via oggi, mercoledì 15 marzo, all’ Auditorium Santa Margherita, nel cuore di Venezia, per concludersi sabato 18.
I 30 cortometraggi del Concorso Internazionale dedicato agli studenti delle scuole di cinema e delle università di tutto il mondo saranno affiancati da una serie di programmi speciali, workshop e masterclass.
Il Festival, realizzato con la collaborazione della Fondazione di Venezia, è il primo in Europa interamente concepito, organizzato e gestito da un’università e mantiene fede al suo originario proposito di essere una manifestazione pensata dai giovani per i giovani: sono loro i protagonisti di questa grande festa, dall’una e dall’altra parte dello schermo. Lo Short è infatti concepito come momento professionalmente formativo per gli studenti volontari di Ca’ Foscari, i quali forniscono linfa vitale sempre nuova alla collaudata macchina organizzativa del festival, guidata da figure professionali d’esperienza, con il coordinamento del direttore artistico e organizzativo Roberta Novielli. Continua a leggere

Un nuovo regolamento per la 74ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

leone-doro-1024x1024Il Cda della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta, ha approvato nei giorni scorsi il nuovo Regolamento della 74ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, che si svolgerà al Lido di Venezia dal 30 agosto al 9 settembre, diretta da Alberto Barbera. Il Cda ha deciso di istituzionalizzare l’attribuzione di due Leoni d’Oro alla carriera in ciascuna delle edizioni future della Mostra, su proposta del Direttore rivolta al Presidente e al Consiglio di Amministrazione: il primo, assegnato a un regista (o una figura di elevata professionalità) per il contributo offerto dall’insieme della sua opera allo sviluppo dell’arte cinematografica; il secondo a un attore o un’attrice, che abbiano saputo interpretare al meglio le esigenze espressive dei registi per cui hanno lavorato, apportando nel contempo un personale contributo estetico, simbolico e autoriale all’arte della recitazione. 
Per la sezione Orizzonti, il Premio per la migliore interpretazione sarà raddoppiato e destinato sia alla migliore interpretazione maschile, sia alla migliore interpretazione femminile, per cui la Giuria Internazionale Orizzonti, composta da un massimo di 7 personalità del cinema e della cultura di diversi Paesi, assegnerà, senza possibilità di ex-aequo, i seguenti premi: Continua a leggere

Venezia 73: i Premi Collaterali

18676a9a9d62e6f84976e356b223f9ddOggi, sabato 10 settembre, presso lo Spazio della Fondazione Ente dello Spettacolo all’interno dell’Hotel Excelsior di Venezia, alle ore 11.00, ha avuto luogo luogo la cerimonia di consegna dei Premi Collaterali della 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, così attribuiti:

14051667_10153699805180919_5560542711268265361_nPremio Arca CinemaGiovani: Miglior film italiano, Orecchie (Alessandro Aronadio). Miglior film in concorso, Arrival (Denis Villeneuve). Premio del Pubblico BNL: A Pamilya ordinaryo (Eduardo Roy Jr.).

Premio Brian: La ragazza del mondo (Marco Danieli). Premio Civitas Vitae:Piuma (Roan Johnson).

Premio del Pubblico – Circolo del Cinema di Verona – 31. Settimana internazionale della critica: Los Nadie (The Nobodies, Juan Sebastián Mesa).

Premi Fedeora (Federazione dei Critici Europei e dei Paesi Mediterranei): Miglior film, The Road to Mandalay (Midi Z).
Miglior regista esordiente, Amanda Kernell per Sameblod (Sámi Blood). Miglior attrice: Ashleigh Cummings per il film Hounds Of Love di Ben Young. Miglior film europeo: Ne gledaj mi u pijat (Quit Staring at My Plate, Hana Jušic). Continua a leggere

I Lumiere a Venezia

Auguste e Louis Lumiere

Auguste e Louis Lumiere

Centoventi anni fa, la sera del 9 luglio 1896, il Cinématographe Lumière faceva la sua prima apparizione a Venezia, con la proiezione, a un passo da Piazza San Marco nel Teatro Minerva, di un programma composto da 15 “vedute”. Ma occorreva attendere il successivo 21 agosto perché facessero la loro comparsa, per la prima volta, 3 film realizzati nella città lagunare: Approdo di una gondola ai santi Giovanni e Paolo, I vaporetti a Rialto e I leggendari piccioni di San Marco, seguiti poi da altri nei giorni seguenti. Per celebrare questa importante ricorrenza, in occasione della serata di Preapertura della 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (martedì 30 agosto, ore 20.30) in Sala Darsena al Lido, prima della proiezione del già annunciato restauro di Tutti a casa di Luigi Comencini, verrà offerto al pubblico un programma composto da ben nove “vedute” realizzate a Venezia dagli operatori del Cinématographe Lumière, commentate in sala dal Direttore dell’Institut Lumière di Lione, Thierry Fremaux. I film, che appartengono a tre annate successive (1896-98), sono: Arrivée en gondole, 1896, N°291, Pigeons sur la place Saint-Marc, N°292, Tramway sur le Grand Canal, 1896, N°293, Grand Canal avec barques, 1896, N°294, Panorama du Grand Canal pris d’un bateau, 1896, N°295, Panorama de la place Saint-Marc pris d’un bateau, N°296, Venise, place Saint-Marc, 1897, N°430, Arrivée en gondole des souveraines d’Allemagne et d’Italie au Palais Royal de Venise, 1898, N°1058, Départ en gondole, 1898, N°1059. Continua a leggere