Archivi tag: Venezia

Ca’ Foscari Short Film Festival VII Edizione: i vincitori

Si è conclusa lo scorso sabato, 18 marzo, la settima edizione del Ca’ Foscari Short Film Festival, il primo festival in Europa interamente organizzato e gestito da un’università, la cui attività si propone d’individuare inedite tendenze cinematografiche e scoprire i nuovi talenti provenienti dalle scuole di cinema di tutto il mondo. La giuria internazionale composta dall’artista francese Catherine Breillat, l’attrice polacca Małgorzata Zajączkowska e l’animatore inglese Barry Purves ha assegnato il Primo premio a Amygdala di George Graham, quale miglior corto del Concorso, consegnato da Flavio Gregori, Prorettore alle attività e rapporti culturali dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, consistente in una scultura artistica in vetro di Murano ideata e realizzata dalla vetreria artistica Vivarini. Questa la motivazione: La giuria ha molto apprezzato la complessità del film, la sfida tecnica di girare nelle strade, la fotografia, le performance attoriali e il montaggio di una narrazione non lineare. L’opera è un compiuto ed emozionante ritratto cinematografico di una vita interessante. Il cortometraggio è prodotto da una delle più prestigiose scuole di cinema britanniche, la National Film and Television School.
La Giuria ha inoltre assegnato la Menzione speciale Volumina, per l’opera che offre il miglior contributo al cinema come arte, a Petrel (Australia, 2016) di Charles Broad della Sydney Film School. Il premio, consegnato dal direttore artistico di Volumina Domenico De Gaetano, consiste in un lussuoso libro fotografico sul cinema prodotto da Volumina. L’opera di Broad è stata premiata con la seguente motivazione: La giuria ha apprezzato il film come un’opera tecnicamente compiuta, tesa e intelligente. Continua a leggere

Ca’ Foscari Short Film Festival VII Edizione

Tutto pronto per la settima edizione del Ca’ Foscari Short Film Festival al via oggi, mercoledì 15 marzo, all’ Auditorium Santa Margherita, nel cuore di Venezia, per concludersi sabato 18.
I 30 cortometraggi del Concorso Internazionale dedicato agli studenti delle scuole di cinema e delle università di tutto il mondo saranno affiancati da una serie di programmi speciali, workshop e masterclass.
Il Festival, realizzato con la collaborazione della Fondazione di Venezia, è il primo in Europa interamente concepito, organizzato e gestito da un’università e mantiene fede al suo originario proposito di essere una manifestazione pensata dai giovani per i giovani: sono loro i protagonisti di questa grande festa, dall’una e dall’altra parte dello schermo. Lo Short è infatti concepito come momento professionalmente formativo per gli studenti volontari di Ca’ Foscari, i quali forniscono linfa vitale sempre nuova alla collaudata macchina organizzativa del festival, guidata da figure professionali d’esperienza, con il coordinamento del direttore artistico e organizzativo Roberta Novielli. Continua a leggere

Un nuovo regolamento per la 74ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

leone-doro-1024x1024Il Cda della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta, ha approvato nei giorni scorsi il nuovo Regolamento della 74ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, che si svolgerà al Lido di Venezia dal 30 agosto al 9 settembre, diretta da Alberto Barbera. Il Cda ha deciso di istituzionalizzare l’attribuzione di due Leoni d’Oro alla carriera in ciascuna delle edizioni future della Mostra, su proposta del Direttore rivolta al Presidente e al Consiglio di Amministrazione: il primo, assegnato a un regista (o una figura di elevata professionalità) per il contributo offerto dall’insieme della sua opera allo sviluppo dell’arte cinematografica; il secondo a un attore o un’attrice, che abbiano saputo interpretare al meglio le esigenze espressive dei registi per cui hanno lavorato, apportando nel contempo un personale contributo estetico, simbolico e autoriale all’arte della recitazione. 
Per la sezione Orizzonti, il Premio per la migliore interpretazione sarà raddoppiato e destinato sia alla migliore interpretazione maschile, sia alla migliore interpretazione femminile, per cui la Giuria Internazionale Orizzonti, composta da un massimo di 7 personalità del cinema e della cultura di diversi Paesi, assegnerà, senza possibilità di ex-aequo, i seguenti premi: Continua a leggere

Venezia 73: i Premi Collaterali

18676a9a9d62e6f84976e356b223f9ddOggi, sabato 10 settembre, presso lo Spazio della Fondazione Ente dello Spettacolo all’interno dell’Hotel Excelsior di Venezia, alle ore 11.00, ha avuto luogo luogo la cerimonia di consegna dei Premi Collaterali della 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, così attribuiti:

14051667_10153699805180919_5560542711268265361_nPremio Arca CinemaGiovani: Miglior film italiano, Orecchie (Alessandro Aronadio). Miglior film in concorso, Arrival (Denis Villeneuve). Premio del Pubblico BNL: A Pamilya ordinaryo (Eduardo Roy Jr.).

Premio Brian: La ragazza del mondo (Marco Danieli). Premio Civitas Vitae:Piuma (Roan Johnson).

Premio del Pubblico – Circolo del Cinema di Verona – 31. Settimana internazionale della critica: Los Nadie (The Nobodies, Juan Sebastián Mesa).

Premi Fedeora (Federazione dei Critici Europei e dei Paesi Mediterranei): Miglior film, The Road to Mandalay (Midi Z).
Miglior regista esordiente, Amanda Kernell per Sameblod (Sámi Blood). Miglior attrice: Ashleigh Cummings per il film Hounds Of Love di Ben Young. Miglior film europeo: Ne gledaj mi u pijat (Quit Staring at My Plate, Hana Jušic). Continua a leggere

Venezia 73 / Biennale College Cinema: Orecchie

14051667_10153699805180919_5560542711268265361_nUn uomo (Daniele Parisi) si desta di soprassalto, il suo sonno è stato bruscamente interrotto dal trillo del citofono, cui va ad aggiungersi un fastidioso fischio alle orecchie. Una volta alzatosi, nota sulla porta del frigorifero un post-it®, lasciatogli dalla fidanzata: E’ morto il tuo amico Luigi. P.S. Mi sono presa la macchina.
I trilli continuano insistenti, il nostro trascina i suoi passi fino alla porta: due suore (Silvana Bosi e Mariana Colucci) in cerca di proseliti riguardo la possibilità di una speranza redentrice del mondo, alle quali si aggiunge una vicina di casa (Sonia Gessner) che ha da poco perso il marito.
Il particolare terzetto fa il suo ingresso in casa e rende onore al caffè, ma la conversazione inizia a prendere una piega straniante, tanto che, causa una banale disattenzione, si giungerà ad una singolar tenzone fra l’anziana vedova e le due sorelle. L’uomo, dopo aver telefonato alla compagna (Silvia D’Amico), decide di recarsi al pronto soccorso, visto che il fischio auricolare persiste e nel pomeriggio l’attende un colloquio di lavoro, mentre in serata andrà al funerale dell’amico Luigi, del quale però non rammenta proprio l’esistenza.
Nella struttura medica ingaggia una strenua lotta con una snervante impiegata (Francesca Antonelli), metà donna metà smartphone, per l’assegnazione del codice di prenotazione, finché non opterà per una visita privata.
Visto che anche il bancomat si rifiuta di collaborare, l’uomo, che scopriamo essere un supplente di Filosofia, si reca da un suo ex alunno (Re Salvador), ora rapper maître à penser pronto uso, così da farsi pagare alcune lezioni private. Continua a leggere

I Lumiere a Venezia

Auguste e Louis Lumiere

Auguste e Louis Lumiere

Centoventi anni fa, la sera del 9 luglio 1896, il Cinématographe Lumière faceva la sua prima apparizione a Venezia, con la proiezione, a un passo da Piazza San Marco nel Teatro Minerva, di un programma composto da 15 “vedute”. Ma occorreva attendere il successivo 21 agosto perché facessero la loro comparsa, per la prima volta, 3 film realizzati nella città lagunare: Approdo di una gondola ai santi Giovanni e Paolo, I vaporetti a Rialto e I leggendari piccioni di San Marco, seguiti poi da altri nei giorni seguenti. Per celebrare questa importante ricorrenza, in occasione della serata di Preapertura della 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (martedì 30 agosto, ore 20.30) in Sala Darsena al Lido, prima della proiezione del già annunciato restauro di Tutti a casa di Luigi Comencini, verrà offerto al pubblico un programma composto da ben nove “vedute” realizzate a Venezia dagli operatori del Cinématographe Lumière, commentate in sala dal Direttore dell’Institut Lumière di Lione, Thierry Fremaux. I film, che appartengono a tre annate successive (1896-98), sono: Arrivée en gondole, 1896, N°291, Pigeons sur la place Saint-Marc, N°292, Tramway sur le Grand Canal, 1896, N°293, Grand Canal avec barques, 1896, N°294, Panorama du Grand Canal pris d’un bateau, 1896, N°295, Panorama de la place Saint-Marc pris d’un bateau, N°296, Venise, place Saint-Marc, 1897, N°430, Arrivée en gondole des souveraines d’Allemagne et d’Italie au Palais Royal de Venise, 1898, N°1058, Départ en gondole, 1898, N°1059. Continua a leggere

“Giornate degli Autori- Venice Days” XIII Edizione: elogio della creatività femminile

“Mitica, seducente, mutante, inquietante è quest’anno la sirena, l’immagine simbolo della XIII edizione: un omaggio alla femminilità e al mare che di Venezia sono l’origine; ma anche a quella dimensione inafferrabile e unica che è dell’arte e dell’invenzione umana. Noi non siamo sirene, ma per la loro sopravvivenza ci battiamo”. (Giorgio Gosetti)

“Mitica, seducente, mutante, inquietante è quest’anno la sirena, l’immagine simbolo della XIII edizione: un omaggio alla femminilità e al mare che di Venezia sono l’origine; ma anche a quella dimensione inafferrabile e unica che è dell’arte e dell’invenzione umana. Noi non siamo sirene, ma per la loro sopravvivenza ci battiamo”. (Giorgio Gosetti)

Si svolgerà a Venezia dal 31 agosto al 10 settembre la XIII edizione delle Giornate degli Autori, organizzate dall’Associazione presieduta da Roberto Barzanti, promosse da Anac e 100autori, dirette da Giorgio Gosetti, organizzate con il sostegno della Direzione Generale Cinema del MiBACT e il contributo di partner pubblici e privati.
Sezione autonoma e indipendente nel quadro della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, conosciute nel mondo con il brand internazionale di Venice Days, le Giornate sono ormai una realtà strutturale nel più antico festival cinematografico del mondo ma, da sempre, affiancano alla selezione del cinema indipendente di qualità una fitta attività di ricerca, incontri e dibattiti che hanno il loro fulcro nella Villa degli Autori. Prettamente internazionale, con una selezione di prime mondiali e internazionali e con una speciale attenzione all’Europa grazie alla partnership con il Parlamento europeo per il progetto 28 Times Cinema e il Premio LUX, l’immagine delle Giornate degli Autori difende la creatività, l’innovazione e la ricerca dei nuovi linguaggi dell’audiovisivo così come la libera circolazione delle idee. “Il segno forte di questa selezione – osserva il delegato Giorgio Gosetti – è la creatività femminile che attraversa la gran parte dei film che abbiamo visionato e la maggior parte di quelli selezionati. È la conferma di quell’attenzione all’universo femminile che ormai da anni, anche grazie al creative partner Miu Miu con il progetto Women’s Tales, abbiamo posto al centro della nostra ricerca. Ma è anche un segno forte di vitalità e ringiovanimento dell’arte cinematografica che, non a caso, si conferma nell’eccezionale numero e qualità di opere prime e seconde in cui crediamo”. Continua a leggere