Archivi tag: Valerio Caprara

Festival del Cinema Europeo di Lecce: la 18ma edizione rende omaggio a Totò

Doppio anniversario per il Festival del Cinema Europeo di Lecce (3-8 aprile, Multisala Massimo) diretto da Alberto La Monica e Cristina Soldano, che si accinge a festeggiare i suoi 18 anni di attività e il cinquantenario dalla scomparsa di Totò, il Principe Antonio De Curtis, cui il Festival dedicherà un particolare omaggio inaugurando questa nuova edizione con l’anteprima mondiale del restauro di Chi si ferma è perduto di Sergio Corbucci, 1960, realizzato a cura della Cineteca di Bologna e Titanus, presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata, con il contributo del Festival del Cinema Europeo.
La proiezione sarà presentata dal direttore della Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli e si terrà la sera di lunedì 3 aprile al Cinema Multisala Massimo di Lecce alla presenza della nipote del Principe De Curtis, Elena Alessandra Anticoli De Curtis e con la partecipazione straordinaria di Carlo Croccolo, che riceverà l’Ulivo d’Oro alla Carriera a pochi giorni dal suo 90mo compleanno: l’attore racconterà al pubblico, in un incontro moderato da Valerio Caprara, la sua lunga carriera insieme a Totò.

**********************

Sono vent’anni che lei dice di essere un perito, ma non perisce mai.
Ma perisca una buona volta, mi faccia il piacere!

Il pericolo ci sovrasta, in questo ufficio c’è uno iettatore: non uno iettatore da poco, ma uno iettatore ereditario. Il nonno era imbarcato sul Titanic e fu l’unico superstite del naufragio. Lo sbarcarono a Messina e la notte stessa venne il terremoto. Saranno coincidenze che coincidono, ma una coincidenza oggi, una coincidenza domani…

(Antonio Guardalavecchia/Totò in Chi si ferma è perduto)

I premi del “Bif&st- Bari International Film Festival” 2014

jyjSi è conclusa ieri, sabato 12 aprile, a Bari, con la cerimonia di premiazione presso il Teatro Petruzzelli, l’edizione 2014 del Bif&st Bari International Film Festival. Di seguito, l’elenco dei vincitori.

hghghPanorama Internazionale: La giuria popolare, presieduta da Francesco Bruni, ha conferito il Premio Internazionale al miglior regista a Zaza Urushadze per il suo film Tangerines (Mandarini), con la seguente motivazione: “Il film ha il grandissimo pregio di saper raccontare, in maniera semplice ma raffinata, l’insensatezza della guerra, specie quando essa contrappone persone che hanno la stessa faccia, parlano la stessa lingua e faticano persino a riconoscersi come nemici. Qui, due miliziani, un abkhazo ed un georgiano, gravemente feriti, vengono ospitati sotto lo stesso tetto da un anziano e paziente contadino estone; nella convivenza forzata, nella condivisione dei piccoli momenti della giornata, l’odio feroce che li divide è destinato a perdere ogni senso, poiché si può odiare solo ciò che non si conosce”. Continua a leggere

Le giurie del “Bif&st – Bari International Film Festival” 2014

jyu5E’ stata resa nota nei giorni scorsi la composizione delle cinque giurie che valuteranno i film selezionati per la quinta edizione del Bif&st – Bari International Film Festival (5-12 aprile).
La giuria delineata dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI), composta da Valerio Caprara, Paolo D’Agostini, Piera Detassis, Anton Giulio Mancino, Paolo Mereghetti, Franco Montini, Silvana Silvestri, dovrà giudicare gli 11 film italiani della stagione 2013-2014 (non opere prime o seconde) selezionati dalla direzione artistica all’interno della sezione ItaliaFilmFest/Lungometraggi. Il regista Giuliano Montaldo presiederà la giuria, composta da 30 spettatori, che valuterà i 12 film ammessi alla sezione ItaliaFilmFest/Opere Prime e seconde.

Il critico d’arte e documentarista Achille Bonito Oliva sarà presidente della giuria di 30 spettatori che valuterà i 12 film ammessi alla sezione ItaliaFilmFest/documentari per assegnare il Premio Vittorio De Seta, mentre riguardo la sezione autonoma Arcipelago, i trenta componenti della giuria presieduta dal produttore Nicola Giuliano assegneranno il Premio Michelangelo Antonioni al regista del miglior cortometraggio fra i sedici ammessi nella sezione ConCorto. Infine lo sceneggiatore e regista Francesco Bruni guiderà la giuria del pubblico, anche questa composta da trenta spettatori, che attribuirà il Premio Bif&st 2014 al miglior film prescelto fra i 10 selezionati per Panorama internazionale.