Archivi tag: Valeria Golino

“Fiumicino Film Festival”, pronta al varo la I Edizione

Avrà luogo a Fiumicino (Roma), il 22, 23 e 24 settembre la prima edizione del Fiumicino Film Festival, kermesse dedicata ai film di viaggio con la direzione del produttore Giampietro Preziosa e la direzione artistica del regista Marco Simon Puccioni. Il festival, a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, si svolgerà presso UCI Cinemas Parco Leonardo e un battello che percorrerà il fiume Tevere, partendo dalla Darsena di Fiumicino, proiettando i cortometraggi, con soste nel porto di Traiano. Numerosissimi gli ospiti del festival, tra questi Valeria Golino, Alessio Boni, Isabella Ragonese, Susanna Nicchiarelli, Fabio Mollo, Bruno Colella, Bianca Nappi, Marco Amenta, Antonio Martino, Marina Rocco, Paola Minaccioni, Pino Calabrese, Maria Rosaria Russo, Claudia Potenza, Francesco Montanari, Antonietta De Lillo, Laura Luchetti, Daniele Vicari, Gianfranco Pannone. Nel ricco programma pellicole italiane e internazionali, lungometraggi di finzione e documentari ed una sezione dedicata ai cortometraggi, con il tema del viaggio nelle sue diverse declinazioni.
Ogni proiezione sarà seguita da un dibattito con i registi e gli attori della pellicola. Al viaggio saranno anche dedicate le letture di poesie scritte da Nichi Vendola e interpretate da attori quali Claudia Potenza, Marina Rocco, Pino Calabrese, Francesco Maccarinelli e Paola Minaccioni. Verranno quindi assegnati tre Premio Traiano all’attrice e regista Valeria Golino, alla regista Susanna Nicchiarelli e all’attore Alessio Boni. Continua a leggere

Annunci

Pergola (PU): a luglio la II edizione di “Animavì – Festival Internazionale del Cinema d’animazione poetico”

Nel centro storico di Pergola (Pesaro – Urbino), nel giardino di Casa Godio, dal 13 al 16 luglio avrà luogo la seconda edizione di Animavì – Festival Internazionale del Cinema d’animazione poetico, con la direzione artistica del più importante regista italiano di cinema d’animazione, Simone Massi, che da anni realizza il trailer e la locandina della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di di Venezia. Ospite d’eccezione il Maestro svizzero Georges Schwizgebel, regista di fama internazionale premiato nei festival di tutto il mondo, da Cannes ad Annecy, autore di oltre venti cortometraggi d’animazione (tra cui La Course à l’abîme; ; Romance; Jeu; Erlkönig), in cui applica una tecnica originale, artigianale, che consiste nel dipingere a mano ogni fotogramma, realizzando una pittura animata, di fatto opere d’arte dinamiche. Continua a leggere

Milano, Spazio Oberdan: “Une Jeune fille de 90 ans” e omaggio a Valeria Bruni Tedeschi

Valeria Bruni Tedeschi

Valeria Bruni Tedeschi

Dal 25 dicembre all’8 gennaio allo Spazio Oberdan di Milano, Fondazione Cineteca Italiana proporrà in tenitura Une Jeune fille de 90 ans,  film firmato da Valeria Bruni Tedeschi, appena presentato al Filmmaker Film Festival, che, trattando un soggetto dietro il quale la presenza della morte è costante riesce nel miracolo di esprimere tutta la straziante, meravigliosa bellezza della vita. Oltre a Une Jeune fille de 90 ans, sarà reso omaggio a Valeria Bruni Tedeschi con altri due titoli in anteprima: il primo, Terre Battue di Stéphane Demoustier (2014), è un film drammatico sulla dinamiche di emulazione o fuga dai modelli genitoriali e la vede nei panni di attrice protagonista; il secondo, Actrices (2006), in quelli di regista e interprete. Secondo lungometraggio diretto da Valeria Bruni Tedeschi, Actrices è una pellicola che sembra ricalcare la vita stessa dell’attrice/regista originaria di Torino ma da molti anni ormai attiva in Francia.
La storia è quella di un’attrice di mezza età in difficoltà nella vita e sul palcoscenico, in preda a crisi d’ansia e allucinazioni; la regista ha coinvolto in questo progetto molte persone a lei vicine:l’amica Valeria Golino, l’ex compagno Louis Garrel, e persino sua madre, Marisa Borini, già presente nel precedente lavoro della Bruni Tedeschi, e che in Actrices interpreta proprio la madre di Marcelline. Continua a leggere

Jasmine Trinca madrina del 34mo Torino Film Festival

Jasmine Trinca

Jasmine Trinca

Sarà l’attrice Jasmine Trinca a condurre la serata di apertura della 34esima edizione del Torino Film Festival venerdì 18 novembre al Lingotto, con serata di gala e proiezione in anteprima del film Between Us, diretto da Rafael Palacio Illingworth. “Sono felicissima di tornare a Torino – ha dichiarato Jasmine Trinca – per accompagnare un festival libero come pochi altri, capace sempre di anticipare un’idea di cinema inedita con la curiosità e lo sguardo ancora più che di un cinema giovane, di un cinema bambino”, mentre la direttrice del Festival, Emanuela Martini, si è così espressa: “Avere accanto a me Jasmine, attrice che ammiro e stimo da sempre, nella presentazione del programma del festival mi rende particolarmente orgogliosa”. Jasmine Trinca ha esordito a soli 19 anni nel film La stanza del figlio di Nanni Moretti, proseguendo la sua carriera con La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana e, tra gli altri, Romanzo criminale, diretto da Michele Placido, Il caimano, ancora Moretti, Un giorno devi andare di Giorgio Diritti, Miele di Valeria Golino, Nessuno si salva da solo per la regia di Sergio Castellitto, The Gunman (Pierre Morel) accanto a Sean Penn e Javier Bardem, conseguendo vari riconoscimenti, quali, ad esempio, tre Nastri d’Argento, due Globi d’Oro, il Premio Marcello Mastroianni alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (Il grande sogno, Michele Placido).
Nella prossima primavera vedremo Jasmine in Slam – Tutto per una ragazza, di Andrea Molaioli, che verrà presentato in anteprima assoluta proprio durante il 34mo Torino Film Festival.

69mo Festival di Cannes: Palma d’Oro a Ken Loach

Ken Loach

Ken Loach

La giuria del 69mo Festival di Cannes, presieduta da George Miller e composta da Valeria Golino, Kirsten Dunst, Vanessa Paradis, Katayoon Shahabi, Arnaud Desplechin, Mads Mikkelsen, László Nemes, Donald Sutherland ha conferito nel corso della consueta cerimonia di premiazione, svoltasi questa sera, domenica 22 maggio, condotta da Laurent Lafitte, la Palma d’Oro a I, Daniel Blake, diretto da Ken Loach, già vincitore a Cannes nel 2006 con The Wind That Shakes the Barley. Il Grand Prix del Festival, il cosiddetto “secondo premio”, è andato a Juste la fine du monde, di Xavier Dolan.
Di seguito, l’elenco dei premi assegnati:

Palma d’Oro per il miglior film: I, Daniel Blake (Ken Loach).
Grand Prix: Juste la fin du monde (Xavier Dolan). Prix Du Jury: American Honey (Andrea Arnold). Miglior attrice: Jaclyn Jose (Ma’ Rosa, Brillante Mendoza). Miglior attore: Shahab Hosseini (The Salesman, Asghar Farhadi).
Migliore Sceneggiatura: Asghar Farhadi, The Salesman. Miglior regia: ex aequo Cristian Mungiu (Bacalaureat) e Olivier Assayas (Personal Shopper). Camera d’Or per la miglior Opera Prima (tutte le sezioni): Divines (Houda Benyamina). Palma d’Oro- Short Film: Timecode (Juanjo Gimenez). Premio FIPRESCI: Toni Erdmann (Maren Ade). Premio della Giuria Ecumenica: Juste la fin du monde (Xavier Dolan), con menzioni speciali per American Honey (Andrea Arnold) e I, Daniel Blake (Kim Loach). Cannes Soundtrack Award: Cliff Martinez per The Neon Demon. Palm Dog Award: Nellie per Paterson (Jim Jarmush).

69mo Festival di Cannes, ecco la giuria

(festival-cannes.fr)

(festival-cannes.fr)

Sono stati resi noti ieri, lunedì 25 aprile, i nominativi dei giurati che andranno ad affiancare il presidente George Miller al 69mo Festival di Cannes, ai quali toccherà il compito di attribuire la Palma d’Oro e gli altri premi, nel corso della cerimonia di chiusura il 22 maggio: Valeria Golino (attrice, regista, sceneggiatrice, produttrice – Italia), Kirsten Dunst (attrice – Stati Uniti), Vanessa Paradis (attrice, cantante- Francia), Katayoon Shahabi (produttrice- Iran), Arnaud Desplechin (regista, sceneggiatore- Francia), Mads Mikkelsen (attore – Danimarca), László Nemes (regista, sceneggiatore- Ungheria), Donald Sutherland (attore, Stati Uniti).

Cannes 2016: la selezione ufficiale

cannes-2016-poster-620x827E’ stato presentato stamane, nel corso della consueta conferenza stampa a Parigi, il cartellone della 69ma Edizione del Festival di Cannes (11 – 22 maggio). Come già annunciato nei giorni scorsi, ad inaugurare la kermesse francese, maestro di cerimonia Laurent Lafitte, sarà il nuovo film di Woody Allen, Café Society.
Nessun titolo italiano in corsa per la Palma d’Oro, contrariamente alle previsioni che davano per certa la selezione di Marco Bellocchio con Fai bei sogni, comunque nella sezione Un Certain Regard troviamo Pericle il nero, film prodotto da Valeria Golino per la regia di Stefano Mordini e Riccardo Scamarcio protagonista (dal romanzo di Giuseppe Ferrandino), in attesa di conoscere le selezioni relative alla Semaine de la Critique e alla Quinzaine des Réalisateurs (nell’una dovrebbe trovare posto la “seconda volta” di Alessandro Comodin, I tempi felici verranno presto, nell’altra Virzì con La pazza gioia e Fiore, di Claudio Giovannesi).
Fra i titoli in cartellone, ecco, anche se fuori concorso, The BGF di Steven Spielberg, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo (1982, Roald Dahl, già portato sul grande schermo nel 1989, film d’animazione inglese diretto da Brian Cosgrove e Mark Hall), mentre in competizione troviamo, fra gli altri, i nomi di Pedro Almodovar (Julieta), Ken Loach (I, Daniel Blake), Paul Verhoeven (Elle), Sean Penn (The Last Face), Jim Jarmusch (Paterson), dei fratelli Dardenne (La fille inconnue). Di seguito, la selezione ufficiale di Cannes 2016. Continua a leggere