Archivi tag: Renato Mollica

Reggio Calabria ricorda Leopoldo Trieste

(StrettoWeb)

Ieri, mercoledì 3 maggio, a Reggio Calabria, città natale di Leopoldo Trieste, si è svolta la cerimonia d’inaugurazione di una piazza, nel Rione Ferrovieri, intitolata al celebre attore, nonché drammaturgo, sceneggiatore e regista, nella ricorrenza dei cento anni dalla sua nascita. La manifestazione, cui sono seguite le proiezioni di un filmato su Leopoldo Trieste realizzato dagli studenti del Liceo Classico Tommaso Campanella e de Lo sceicco bianco (Federico Fellini, 1952) ha visto come organizzatori il Club di Territorio del Touring Club Italiano, la delegazione del Fondo Ambiente Italiano e dalla sezione di Italia Nostra di Reggio Calabria, in collaborazione con il Liceo Classico Tommaso Campanella, i Circoli del cinema Zavattini e Chaplin di Reggio Calabria, insieme all’Amministrazione Comunale della città; ho avuto il piacere di ricordare Leopoldo Trieste ed approfondire la rilevanza della sua figura di intellettuale ed artista completo, dalle mille sfaccettature, nell’ambito di un mio intervento all’interno della V Edizione di Epizephiry International Film Festival, kermesse cinematografica diretta da Renato Mollica, che ha intitolato il Premio Miglior Attore proprio a Trieste ed intervistando il Prof. Gaetano Pizzonia, una volta letto il suo bel libro Il mito di Leopoldo Trieste (2013, Laruffa Editore).

 

“Epizephiry International Film Festival” IX Edizione: vince “Punto di vista”

1Il cortometraggio Punto di vista, diretto da Matteo Petrelli, è il vincitore della IX Edizione dell’Epizephiry International Film Festival, rassegna internazionale di cortometraggi e film documentari diretta da Renato Mollica, con sede a S. Ilario dello Jonio (RC), che ha avuto luogo ieri, mercoledì 29 aprile, a Budrio (BO), presso il Teatro Consorziale. A decretare l’opera vincente, scelta sulla base di una rosa composta da sei cortometraggi, la Giuria composta dagli alunni dell’Istituto Superiore Giordano Bruno di Budrio, così come nominati dal Direttore Artistico. L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione degli Enti Locali, in particolare il Comune di Budrio e l’Ente del Teatro, che hanno concesso gli spazi per la realizzazione dell’evento.

Budrio (BO): “Epizephiry International Film Festival” IX Edizione

untitledDomani, mercoledì 29 aprile, presso il Teatro Consorziale di Budrio (BO; Via Garibaldi 33) avrà luogo la IX Edizione di Epizephiry International Film Festival, rassegna internazionale di cortometraggi e film documentari diretta da Renato Mollica, con sede a S. Ilario dello Jonio (RC); componenti della Giuria saranno gli alunni dell’Istituto Superiore Giordano Bruno di Budrio, come nominati dal Direttore Artistico, i quali decreteranno il vincitore ed assegneranno la Targa Epizephiry 2015.
L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione degli Enti Locali, in particolare il Comune di Budrio e l’Ente del Teatro, che hanno concesso gli spazi per la realizzazione dell’evento. Di seguito, riporto l’elenco dei sei cortometraggi finalisti selezionati in concorso:

gfgLiza (Giuseppe Imparato, Italia, 2014, colore, 11’); Punto di vista (Matteo Petrelli, Italia, 2015, colore, 13’); DinDalò (Simone Paralovo, Italia, 2015, colore, 16’); Buon San Valentino (Cristiano Anania, Italia, 2014, colore, 10’); Frammenti (Raffaello Sasson, Italia, 2014, colore, 11’); Nel silenzio (Lorenzo Ferrante e Matteo Ricca, Italia, 2015, colore, 15’).

Sant’Ilario dello Jonio (RC): “Premio Epizephiry 2015- La memoria rompe il silenzio”

10997612_10206198151221603_1463506772208297984_nIl Premio Epizephiry, evento culturale tra i più importanti della provincia di Reggio Calabria, ritornerà, giovedì 26 marzo, alle ore 15.30, a Sant’Ilario dello Jonio (Sala Oratorio Sacro Cuore, Via A. Moro), paese in cui ha sede Azulejos International, associazione di promozione sociale, fondata da Renato Mollica, direttore artistico dell’Epizephiry Film Festival, con il preminente intento di incentivare la cultura in tutte le sue forme, comprese quella della legalità e conseguente lotta a tutte le criminalità organizzate.
Quest’anno il Premio Epizephiry, già dalla sua denominazione, La memoria rompe il silenzio, diverrà il simbolo del ricordo delle vittime della ‘ndrangheta, facendo sì che la Locride possa manifestare la necessità di non dimenticare: le difficoltà incontrate da molte famiglie, sia nella ricerca della giustizia che di un riconoscimento da parte dello Stato, hanno infatti ispirato la tematica del convegno, La riapertura delle indagini archiviate: una necessità per il riconoscimento delle vittime della criminalità organizzata? Continua a leggere

Locri (RC): il 6 febbraio la proiezione di “PM2012L lavoro (in) canto”

locri-rc-il-6-febbraio-la-proiezione-di-pm201-L-hCzy7AMercoledì 6 febbraio, alle ore 17.30, presso il Cinema Vittoria di Locri (RC), a cura di EIFF, Epizephiry International Film Festival, Direttore artistico Renato Mollica, sarà organizzato un pomeriggio speciale dedicato ai documentari, con la proiezione del docufilm PM2012L lavoro (in)canto (regia di Renato Mollica, Italia, 2012) e di quattro cortometraggi del regista e sceneggiatore Vittorio De Seta (Palermo, 15 ottobre 1923 – Sellia Marina, CZ, 28 novembre 2011), cui EIFF ha dedicato la sua VI Edizione: I dimenticati (’59); Lu tempu di li pisci spata (’54); Pastori di Orgosolo e Un giorno in Barbagia (entrambi del ‘58).

PM2012L lavoro (in)canto: la recensione

pm2012l-lavoro-incanto-la-recensione-L-AD5q7URenato Mollica (Sant’Ilario, RC, 1969), Direttore Artistico di Epizephiry International Festival, con la realizzazione del docufilm PM2012L lavoro (in) canto, esordio alla regia, esterna ulteriormente il suo grande amore per il cinema, che si fa tutt’uno con quello per la propria terra, la Calabria. Al centro di quest’opera prima, infatti, i lavori preparatori inerenti al Concerto del Primo Maggio 2012, svoltosi a Locri ( RC), in Piazza dei Martiri, presentato da Mara Rechichi, che ha visto avvicendarsi sul palco testimonianze istituzionali (Mons. Giuseppe Fiorini Morosini) e quelle di giovani precari, nell’esternare le loro difficoltà relative al mondo del lavoro, con l’esibizione di validi gruppi musicali del luogo (Corte di Alice, Mattamusa, Koralira, Musicofilia, Bad Chili Blues Band).

Renato Mollica

Renato Mollica

Ho avuto la possibilità di visionare il film e ne sono rimasto favorevolmente colpito, in particolare per l’estrema sensibilità e delicatezza dimostrata dall’autore nell’accostarsi al suddetto evento e l’abilità nel farci praticamente toccare con mano le varie incertezze, difficoltà ed incomprensioni durante il briefing tra partecipanti e organizzatori. Nell’ambito di questa prima fase, girata in interni, la telecamera sembra quasi indugiare nelle riprese, un’incertezza pudica, evidente nella sua mobilità, in particolare nel passaggio verso i primi piani, sempre prestando attenzione a cogliere ogni sfumatura nelle parole dei vari protagonisti o i loro gesti ed espressioni facciali. Quando poi ci si trasferisce all’esterno, nel luogo dove l’evento dovrà svolgersi, tutto appare più scorrevole, le riprese denotano una maggiore attenzione ai particolari, con inquadrature piuttosto curate, evidenziando così, una volta che è stata stilata la scaletta, la certezza relativa allo svolgimento del concerto, ormai ai nastri di partenza.

Man mano che scorrevano le immagini, ho potuto poi apprezzare un’invidiabile chiarezza espositiva, lucida, senza compiacimenti di sorta, nel riuscire a far risaltare, raccogliendo le dichiarazioni di maestranze, addetti ai lavori, componenti dei vari gruppi musicali, così come nel riprendere interventi ed esibizioni sul palco, la presenza di un forte fermento, culturale in primo luogo, ben radicato nel territorio. Protagonista la voglia di darsi da fare, soprattutto a livello giovanile, nonostante le note problematiche e difficoltà, ostacolanti spesso la validità della sua espressione in concreto, così come la ricerca, a volte vana, di una concreta risposta istituzionale, a livello non solo locale.

Pur nella sua validità, non mi ha convinto del tutto il montaggio, in quanto qualche stacco mi è parso un po’ brusco, in particolare nelle riprese iniziali, mentre in quelle del concerto ho potuto notare una certa fluidità: forse, è una mia impressione, una maggiore omogeneità al riguardo avrebbe giovato ulteriormente alla gradevole compiutezza stilistica del film.
L’impatto complessivo, a mio avviso, resta comunque notevole, a livello di resa visiva e contenutistica, senza dimenticare che stiamo parlando di un’opera prima, tanto da farmi sbilanciare e rivolgere un invito a Mollica perché prosegua questa sua ulteriore avventura cinematografica, attendendo con curiosità una nuova realizzazione.

Epizephiry International Film Festival 2012: il programma

542948_4821951235536_925296021_nEcco il programma previsto per le tre giornate della VI Edizione di Epizephiry International Film Festival, Direttore Artistico Renato Mollica, che si svolgerà dal 15 al 17 novembre a Locri (RC), presso il Palazzo della Cultura, con le seguenti modalità:

Da giovedì 15 a sabato 17, dalle ore 9:00 alle ore 11:00: proiezione dei film in concorso con la partecipazione delle Scuole Superiori del territorio.
A seguire, dibattito a cura di Renato Scatà (critico cinematografico e Direttore Artistico del Floridia Film Fest), Gianluca Sia (attore e regista), Antonio Falcone (giornalista, critico cinematografico).

epizephiry-international-film-festival-2012-i-L-V4zjguGiovedì 15: dalle 16:30 alle 18:30, proiezione dei film in concorso; ore 19:00 serata dedicata alla consegna del Premio Fimmina Tv, condotta da Raffaella Rinaldis (giornalista e direttore della suddetta emittente) e Renato Scatà. Proiezione del docufilm vincitore, Variabili femminili. Di madre in figlia storie di donne in tre generazioni, per la regia di Barbara Enrichi, cui seguirà un dibattito alla presenza della stessa autrice.

Barbara Enrichi

Barbara Enrichi

Venerdì 16: dalle 16:30 alle 20:00 proiezione dei film in concorso.

Sabato 17 novembre: ore 9:00, incontro con l’artista Natino Chirico (autore della locandina di quest’edizione e a cui verrà assegnato il Premio EIFF per la Pittura), a cura di Marò D’Agostino e proiezione film in concorso.
Ore 19:00: serata finale, condotta da Mara Rechichi, con proiezione e premiazione dei film vincitori nelle rispettive sezioni.

Informazioni dettagliate sul programma giornaliero (proiezioni, incontri):www.epizephiryfest.blogspot.it