Archivi tag: Paolo Sorrentino

“The Young Pope” sul grande schermo

7fe5f3a0fbfe8a3c64d5025bf6be081cAll’interno di Cineteca70, le celebrazioni per i 70 anni di Fondazione Cineteca Italiana, è prevista la rassegna 100perCento Italia, una sorta di contenitore all’interno del quale saranno in programma allo Spazio Oberdan di Milano, per tutto il 2017, film e incontri con i protagonisti della nostra cinematografia, da grandi registi a giovani talenti, per valorizzare al meglio titoli meritevoli di attenzione e in alcuni casi ragionare sul cinema insieme agli spettatori e agli studenti di licei e università. Il primo appuntamento in programma, da oggi, venerdì 13, e fino a lunedì 16 gennaio, realizzato in collaborazione con Sky Atlantic, è con l’ultima fatica di Paolo Sorrentino, la serie Tv The Young Pope (in anteprima su grande schermo), commedia sul potere e sul suo mantenimento in cui brilla tutto il talento di regista, sceneggiatore e dialoghista del suo autore.
Ingresso libero a tutte le proiezioni. A corollario della proiezione di The Young Pope, domenica 22 gennaio, alle ore 17, Lele Marchitelli, autore delle musiche originali della serie e di La grande bellezza, terrà un incontro-concerto in cui parlerà del suo lavoro nella ideazione e realizzazione di una colonna sonora, del rapporto/dialogo che si stabilisce fra autore delle musiche e regista, e in particolare della sua collaborazione con Paolo Sorrentino.
Il tutto arricchito da esempi musicali dal vivo, per meglio sottolineare il rapporto fra musica e immagini in movimento. Ingresso libero con Cinetessera (€ 10). Continua a leggere

“Cineteca 70”: dal 9 gennaio la prima rassegna

cineteca_70_anni_533-jpgA Milano, allo Spazio Oberdan avrà luogo per tutto il 2017 la rassegna filmica Cineteca 70: 70 film della storia del cinema di epoche diverse, in più sezioni tematiche, tutti provenienti dall’archivio della Cineteca, tutti proiettati in copie in pellicola 35mm. Tredici i film di questo mese di gennaio, come potete leggere nel calendario pubblicato di seguito, che comprende un capolavoro del periodo muto come L’uomo che ride (Paul Leni, 1928), con accompagnamento musicale dal vivo, vari classici quali Giulietta degli spiriti (Federico Fellini, 1965), Diario di una sconosciuta (Max Ophüls, 1948), L’uomo del banco dei pegni (Sidney Lumet, 1964),  Mouchette (Robert Bresson, 1967) insieme ad una serie di film forse meno celebri ma per diversi motivi molto interessanti e in qualche caso assai rari e firmati da grandi autori come A porte chiuse (Dino Risi, 1960), La mano dello straniero (Mario Soldati, 1953), Parigi è sempre Parigi (Luciano Emmer, 1951),  Napoletani a Milano (Eduardo De Filippo, 1953), Il sorriso del grande tentatore (Damiano Damiani, 1974), I giorni dell’ira (Tonino Valerii, 1967), L’amico di famiglia (Paolo Sorrentino, 2006), Sette note in nero (Lucio Fulci, 1977). Continua a leggere

Oscar 2017: l’Italia candida “Fuocoammare”

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi

La Commissione di selezione per il film italiano da candidare all’Oscar istituita dall’ANICA, su invito della Academy of Motion Picture Arts and Sciences, riunita davanti a un notaio e composta da Nicola Borrelli (direttore generale cinema del Ministero per i Beni e le attività culturali), Tilde Corsi (produttrice), Osvaldo De Santis (distributore), Piera Detassis (giornalista), Enrico Magrelli (giornalista), Francesco Melzi D’Eril (distributore), Roberto Sessa (produttore), Paolo Sorrentino (regista), Sandro Veronesi (scrittore), ha comunicato oggi, lunedì 26 settembre, la designazione di Fuocoammare, diretto da Gianfranco Rosi, come rappresentante del cinema italiano alla selezione del Premio Oscar per il miglior film in lingua non inglese; l’annuncio delle nomination avrà luogo martedì 24 gennaio 2017, mentre la cerimonia di consegna degli Oscar si terrà al Dolby Theatre di Los Angeles domenica 26 febbraio 2017.
Il film di Rosi andrà in onda in prima visione lunedì 3 ottobre su Rai3 in occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione.

Venezia 73: i Premi Collaterali

18676a9a9d62e6f84976e356b223f9ddOggi, sabato 10 settembre, presso lo Spazio della Fondazione Ente dello Spettacolo all’interno dell’Hotel Excelsior di Venezia, alle ore 11.00, ha avuto luogo luogo la cerimonia di consegna dei Premi Collaterali della 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, così attribuiti:

14051667_10153699805180919_5560542711268265361_nPremio Arca CinemaGiovani: Miglior film italiano, Orecchie (Alessandro Aronadio). Miglior film in concorso, Arrival (Denis Villeneuve). Premio del Pubblico BNL: A Pamilya ordinaryo (Eduardo Roy Jr.).

Premio Brian: La ragazza del mondo (Marco Danieli). Premio Civitas Vitae:Piuma (Roan Johnson).

Premio del Pubblico – Circolo del Cinema di Verona – 31. Settimana internazionale della critica: Los Nadie (The Nobodies, Juan Sebastián Mesa).

Premi Fedeora (Federazione dei Critici Europei e dei Paesi Mediterranei): Miglior film, The Road to Mandalay (Midi Z).
Miglior regista esordiente, Amanda Kernell per Sameblod (Sámi Blood). Miglior attrice: Ashleigh Cummings per il film Hounds Of Love di Ben Young. Miglior film europeo: Ne gledaj mi u pijat (Quit Staring at My Plate, Hana Jušic). Continua a leggere

Venezia 73, tre italiani in Concorso

untitledE’ stato svelato questa mattina, giovedì 28 luglio, a Roma, presso l’Hotel Excelsior, il cartellone della 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (31 agosto -10 settembre).
I nostri colori saranno rappresentati, confermando le previsioni degli ultimi giorni, da Giuseppe Piccioni (Questi giorni), Roan Johnson (Piuma), Massimo D’Anolfi e Martina Parenti (il documentario Spira Mirabilis), anche se il piatto ricco, sette titoli, viene offerto dagli Stati Uniti: oltre al già annunciato film d’apertura La La Land di Damien Chazelle (quello che andrà a chiudere la Mostra è I magnifici 7 di Antoine Fuqua) troviamo Nocturnal Animals (Tom Ford), Jackie (Pablo Larraìn, co-produzione Cile-USA), Arrival (Denis Villeneuve), The Bad Batch (Ana Lily Amirpour), il documentario Voyage of Time (Terrence Malick, Germania/USA), The Light Beetwen the Ocean (Derek Cianfrance). In corsa per il Leone troviamo poi anche i nomi di Lav Diaz (The Woman Who Left) ed Emir Kusturica (On the Milky Road), mentre Fuori Concorso a far compagnia a Paolo Sorrentino, che presenterà le prime due puntate della serie televisiva The Young Pope, ecco, tra gli altri, Kim Rossi Stuart (Tommaso), Mel Gibson (Hacksaw Ridge), Francesco Munzi (il documentario Assalto al cielo). Di seguito, il cartellone di Venezia 73, relativo alle principali sezioni. Continua a leggere

Venezia 73: “The Young Pope” Evento Speciale-Fuori Concorso

Jude Law

Jude Law

Le prime due puntate della serie originale The Young Pope, scritta e diretta da Paolo Sorrentino e interpretata da Jude Law, Diane Keaton, Silvio Orlando, Scott Shepherd, Cécile de France, Javier Cámara, Ludivine Sagnier, Tony Bertorelli e James Cromwell, saranno l’Evento Speciale, Fuori Concorso, della 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (31 agosto – 10 settembre), diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale presieduta da Paolo Baratta. La proiezione avrà luogo il 3 settembre nella Sala Grande del Palazzo del Cinema al Lido di Venezia. The Young Pope racconta la storia di Lenny Belardo, alias Pio XIII, il primo Papa americano della storia.
Giovane e affascinante, la sua elezione sembrerebbe il risultato di una strategia mediatica semplice ed efficace del collegio cardinalizio.
Ma, com’è noto, le apparenze ingannano. Soprattutto nel luogo e tra le persone che hanno scelto il grande mistero di Dio come bussola della loro esistenza.
Quel luogo è il Vaticano, quelle persone sono i vertici della Chiesa.
E il più misterioso e contraddittorio di tutti si rivela Pio XIII.
Scaltro e ingenuo, ironico e pedante, antico e modernissimo, dubbioso e risoluto, addolorato e spietato, Pio XIII prova ad attraversare il lunghissimo fiume della solitudine dell’uomo per trovare un Dio da regalare agli uomini. E a se stesso. Continua a leggere

David di Donatello 2016: le candidature

david_donatelloRiporto di seguito le candidature ai David di Donatello 2016, 60ma edizione, votate dal 28 febbraio al 10 marzo 2016 dai 1345 componenti la Giuria dell’Accademia e trasmesse ufficialmente dallo Studio Notarile Marco Papi, così come comunicate, nell’incontro con la stampa odierno, martedì 22 marzo, dal Presidente dell’Accademia, Gian Luigi Rondi.
Testa a testa (16 candidature ciascuno) fra Lo chiamavano Jeeg Robot, esordio nei lungometraggi di Gabriele Mainetti e Non essere cattivo, opera postuma di Claudio Caligari,anche se il primo non consegue quella per il Miglior Film. Seguono Youth- La giovinezza (Paolo Sorrentino), a quota 14 e Il Racconto dei Racconti di Matteo Garrone a quota 12. Bene anche Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese, 9 candidature. La cerimonia di premiazione, condotta quest’anno da Alessandro Cattelan, avrà luogo lunedì 18 aprile presso gli Studios a Roma e sarà trasmessa in diretta e in esclusiva su Sky Cinema 1 HD, TV8 (canale 8 del DTT), Sky Uno HD e su Sky Cinema HD – David di Donatello (canale 304), il canale creato in occasione del Premio e che sarà attivo su Sky dal 15 al 24 aprile proponendo i film vincitori alle precedenti edizioni dei David, oltre a speciali contenuti e approfondimenti. Continua a leggere