Archivi tag: Paolo Sorrentino

“Nastro dell’anno 2017” a “The Young Pope”

Il Direttivo Nazionale dei Giornalisti Cinematografici ha annunciato oggi, sabato 20 maggio, nel corso del 70mo Festival di Cannes, l’assegnazione del Nastro dell’anno 2017 alla serie televisiva The Young Pope di Paolo Sorrentino.
Le cinquine relative alla candidature dei premi della 71ma edizione dei Nastri d’Argento saranno rese note il prossimo 6 giugno  al Museo MAXXI di Roma, quando Paolo Sorrentino riceverà il Nastro dell’anno insieme ai produttori italiani della serie (Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside, Nils Hartmann, Roberto Amoroso e Sonia Rovai per Sky Italia) e saranno consegnati alcuni premi che anticiperanno il gran finale al Teatro Antico di Taormina. Andata in onda per la prima volta su Sky Atlantic nell’ottobre del 2016, la serie in 10 episodi, una produzione originale Sky, HBO e Canal+ prodotta da Wildside e coprodotta da Haut ed Court TV e Mediapro, ha segnato il debutto di Sorrentino nel panorama della narrazione seriale ed ora va a rappresentare un inedito esordio, la prima volta di una serialità di livello cinematografico, ideata, prodotta e trasmessa in tutto il mondo, in un premio, come ha sottolineato a nome del Direttivo, Laura Delli Colli, “istituzionalmente e tradizionalmente dedicato al miglior cinema, con un Nastro che apre la strada ad una nuova, indifferibile, attenzione al cinema delle grandi serie” da parte della stampa che ha molto amato, come il pubblico, la saga di Pio XIII, al secolo Lenny Belardo, interpretato da Jude Law. Continua a leggere

70mo Festival di Cannes, tutte le giurie

Prenderà il via domani, mercoledì 17 maggio, la 70ma edizione del Festival di Cannes, con la cerimonia di inaugurazione condotta da Monica Bellucci.
Di seguito, la composizione delle Giurie relativamente al Concorso e alle altre sezioni della kermesse cinematografica francese.

Concorso: Pedro Almodóvar -Regista, Sceneggiatore, Produttore (Spagna)– Presidente; Maren Ade, regista, Sceneggiatrice, Produttrice (Germania); Jessica Chastain, attrice, produttrice (USA); Fan Bingbing, attrice, produttrice (Cina); Agnès Jaoui, attrice, sceneggiatrice, produttrice, cantante (Francia); Park Chan-wook, regista, sceneggiatore, produttore (Corea del Sud); Will Smith, attore, produttore, musicista (USA); Paolo Sorrentino, regista, sceneggiatore (Italia); Gabriel Yared, compositore (Francia).

Un certain regard:  Uma Thurman, attrice (USA)– Presidente; Mohamed Diab, regista (Egitto); Reda Kateb, attore (Francia); Joachim Lafosse, regista (Belgio); Karel Och, direttore del Karlovy Vary International Film Festival (Repubblica Ceca).

Caméra d’or: Sandrine Kiberlain, attrice (Francia) – Presidente; Patrick Blossier, direttore della fotografia (Francia); Elodie Bouchez, attrice (Francia); Guillaume Brac, regista, produttore (Francia); Thibault Carterot, president M141 (Francia); Fabien Gaffez, sceneggiatore, critico cinematografico (Francia); Michel Merkt, produttore (Svizzera).

Cinefondation & Cortometraggi: Cristian Mungiu, regista, sceneggiatore, produttore (Romania) – Presidente; Clotilde Hesme, attrice (Francia); Barry Jenkins, regista, sceneggiatore (USA); Eric Khoo, regista, sceneggiatore, produttore (Singapore); Athina Rachel Tsangari, regista, sceneggiatore, produttore (Grecia).

 

70mo Festival di Cannes, svelata la giuria

Sono stati resi noti oggi, martedì 25 aprile, i nominativi dei giurati che andranno ad affiancare il presidente Pedro Almodóvar al 70mo Festival di Cannes, ai quali toccherà il compito di attribuire la Palma d’Oro e gli altri premi, nel corso della cerimonia di chiusura il 26 maggio: Maren Ade (regista, sceneggiatrice, produttrice- Germania), Jessica Chastain (attrice, produttrice- Stati Uniti), Fan Bingbing (attrice, produttrice-Cina), Agnès Jaoui (attrice, sceneggiatrice, regista, cantante- Francia), Park Chan-Wook (regista, sceneggiatore, produttore-Corea del Sud), Will Smith (attore, produttore, musicista-Stati Uniti), Gabriel Yared (compositore-Francia), Paolo Sorrentino (regista, sceneggiatore-Italia).

“The Young Pope” sul grande schermo

7fe5f3a0fbfe8a3c64d5025bf6be081cAll’interno di Cineteca70, le celebrazioni per i 70 anni di Fondazione Cineteca Italiana, è prevista la rassegna 100perCento Italia, una sorta di contenitore all’interno del quale saranno in programma allo Spazio Oberdan di Milano, per tutto il 2017, film e incontri con i protagonisti della nostra cinematografia, da grandi registi a giovani talenti, per valorizzare al meglio titoli meritevoli di attenzione e in alcuni casi ragionare sul cinema insieme agli spettatori e agli studenti di licei e università. Il primo appuntamento in programma, da oggi, venerdì 13, e fino a lunedì 16 gennaio, realizzato in collaborazione con Sky Atlantic, è con l’ultima fatica di Paolo Sorrentino, la serie Tv The Young Pope (in anteprima su grande schermo), commedia sul potere e sul suo mantenimento in cui brilla tutto il talento di regista, sceneggiatore e dialoghista del suo autore.
Ingresso libero a tutte le proiezioni. A corollario della proiezione di The Young Pope, domenica 22 gennaio, alle ore 17, Lele Marchitelli, autore delle musiche originali della serie e di La grande bellezza, terrà un incontro-concerto in cui parlerà del suo lavoro nella ideazione e realizzazione di una colonna sonora, del rapporto/dialogo che si stabilisce fra autore delle musiche e regista, e in particolare della sua collaborazione con Paolo Sorrentino.
Il tutto arricchito da esempi musicali dal vivo, per meglio sottolineare il rapporto fra musica e immagini in movimento. Ingresso libero con Cinetessera (€ 10). Continua a leggere

“Cineteca 70”: dal 9 gennaio la prima rassegna

cineteca_70_anni_533-jpgA Milano, allo Spazio Oberdan avrà luogo per tutto il 2017 la rassegna filmica Cineteca 70: 70 film della storia del cinema di epoche diverse, in più sezioni tematiche, tutti provenienti dall’archivio della Cineteca, tutti proiettati in copie in pellicola 35mm. Tredici i film di questo mese di gennaio, come potete leggere nel calendario pubblicato di seguito, che comprende un capolavoro del periodo muto come L’uomo che ride (Paul Leni, 1928), con accompagnamento musicale dal vivo, vari classici quali Giulietta degli spiriti (Federico Fellini, 1965), Diario di una sconosciuta (Max Ophüls, 1948), L’uomo del banco dei pegni (Sidney Lumet, 1964),  Mouchette (Robert Bresson, 1967) insieme ad una serie di film forse meno celebri ma per diversi motivi molto interessanti e in qualche caso assai rari e firmati da grandi autori come A porte chiuse (Dino Risi, 1960), La mano dello straniero (Mario Soldati, 1953), Parigi è sempre Parigi (Luciano Emmer, 1951),  Napoletani a Milano (Eduardo De Filippo, 1953), Il sorriso del grande tentatore (Damiano Damiani, 1974), I giorni dell’ira (Tonino Valerii, 1967), L’amico di famiglia (Paolo Sorrentino, 2006), Sette note in nero (Lucio Fulci, 1977). Continua a leggere

Oscar 2017: l’Italia candida “Fuocoammare”

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi

La Commissione di selezione per il film italiano da candidare all’Oscar istituita dall’ANICA, su invito della Academy of Motion Picture Arts and Sciences, riunita davanti a un notaio e composta da Nicola Borrelli (direttore generale cinema del Ministero per i Beni e le attività culturali), Tilde Corsi (produttrice), Osvaldo De Santis (distributore), Piera Detassis (giornalista), Enrico Magrelli (giornalista), Francesco Melzi D’Eril (distributore), Roberto Sessa (produttore), Paolo Sorrentino (regista), Sandro Veronesi (scrittore), ha comunicato oggi, lunedì 26 settembre, la designazione di Fuocoammare, diretto da Gianfranco Rosi, come rappresentante del cinema italiano alla selezione del Premio Oscar per il miglior film in lingua non inglese; l’annuncio delle nomination avrà luogo martedì 24 gennaio 2017, mentre la cerimonia di consegna degli Oscar si terrà al Dolby Theatre di Los Angeles domenica 26 febbraio 2017.
Il film di Rosi andrà in onda in prima visione lunedì 3 ottobre su Rai3 in occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione.

Venezia 73: i Premi Collaterali

18676a9a9d62e6f84976e356b223f9ddOggi, sabato 10 settembre, presso lo Spazio della Fondazione Ente dello Spettacolo all’interno dell’Hotel Excelsior di Venezia, alle ore 11.00, ha avuto luogo luogo la cerimonia di consegna dei Premi Collaterali della 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, così attribuiti:

14051667_10153699805180919_5560542711268265361_nPremio Arca CinemaGiovani: Miglior film italiano, Orecchie (Alessandro Aronadio). Miglior film in concorso, Arrival (Denis Villeneuve). Premio del Pubblico BNL: A Pamilya ordinaryo (Eduardo Roy Jr.).

Premio Brian: La ragazza del mondo (Marco Danieli). Premio Civitas Vitae:Piuma (Roan Johnson).

Premio del Pubblico – Circolo del Cinema di Verona – 31. Settimana internazionale della critica: Los Nadie (The Nobodies, Juan Sebastián Mesa).

Premi Fedeora (Federazione dei Critici Europei e dei Paesi Mediterranei): Miglior film, The Road to Mandalay (Midi Z).
Miglior regista esordiente, Amanda Kernell per Sameblod (Sámi Blood). Miglior attrice: Ashleigh Cummings per il film Hounds Of Love di Ben Young. Miglior film europeo: Ne gledaj mi u pijat (Quit Staring at My Plate, Hana Jušic). Continua a leggere