Archivi tag: Micaela Ramazzotti

“La tenerezza” di Gianni Amelio titolo d’apertura del Bif&st 2017

La tenerezza di Gianni Amelio aprirà l’ottava edizione e mezza del Bif&st, il Bari International Film Festival (22-29 aprile).
Il film, una produzione Pepito Produzioni con Rai Cinema, sarà presentato in anteprima mondiale nella sezione Anteprime Internazionali, sabato 22 aprile alle 21.30 al Teatro Petruzzelli, alla presenza del regista Gianni Amelio e dei protagonisti Elio Germano, Micaela Ramazzotti, Giovanna Mezzogiorno e Renato Carpentieri.
La distribuzione nelle sale italiane, a cura di 01 Distribution, avrà luogo dal 24 aprile.
Presidente della kermesse cinematografica pugliese, ideata e diretta da Felice Laudadio, è la regista Margarethe von Trotta, presidente onorario è Ettore Scola.

Milano, MIC-“Museo Interattivo del Cinema”: “Anime misteriose”

(Wikipedia)

(Wikipedia)

Dal 19 al 30 novembre al MIC-Museo Interattivo del Cinema di Milano, avrà luogo un’intrigante rassegna a cura di Fondazione Cineteca Italiana, Anime misteriose, tredici film dedicati ai tanti spiriti inquieti ed enigmatici che hanno attraversato la storia del cinema, tra passato e presente, fra follie e inquietudine interiore.

Ecco dunque Betty Blue (1986) di Jean-Jacques Beineix in una versione restaurata e director’s cut; l’ultimo film di Paolo Virzì, La pazza gioia, su un’imprevedibile amicizia tra due pazienti psichiatriche interpretate dalle intense Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti; una delle interpretazioni più vibranti e complesse di Leonardo DiCaprio, Shutter Island (2009) di Martin Scorsese; il secondo lungometraggio di Christopher Nolan, Memento (2000), viaggio negli oscuri meandri della pericolosa mente di Leonard Shelby; l’inquietante The Visit (2015) di M. Night Shyamalan; Repulsion (1965) di Roman Polanski, con Catherine Deneuve e John Fraser; Sogni d’oro (1981), terzo film di Nanni Moretti, dove umorismo e angoscia convivono nel personaggio di Michele Apicella; La pecora nera (2010) di Ascanio Celestini, che mette in scena la profonda emarginazione di un malato mentale; La merlettaia (1977) di Claude Goretta con Isabelle Huppert ed infine il thriller psicologico/ disaster movie 10 Cloverfield Lane (2016) di Dan Trachtenberg.

Sono poi previsti due appuntamenti speciali, proiezioni che prevedono l’accompagnamento musicale dal vivo al pianoforte di Francesca Badalini: domenica 20 novembre alle ore 19.15 il cortometraggio L’ospedale del delitto (1950) di Luigi Comencini, documentario girato nel manicomio giudiziario di Aversa, cui seguirà I misteri di un’anima (1926) di George Wilhelm Pabst e venerdì 25 novembre alle ore 19 La caduta della casa Usher (1928) di Jean Epstein. Continua a leggere

Nastri d’Argento 2016: è Pazza gioia

show_imgA due anni dai premi per Il capitale umano è ancora una volta Paolo Virzì con La pazza gioia il regista del miglior film ai Nastri d’Argento, che premiano anche le sue attrici, Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti, la sceneggiatura scritta dal regista con Francesca Archibugi e i costumi di Catia Dottori.
Come già scritto nei giorni scorsi, Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese è la commedia dell’anno, mentre Lo chiamavano Jeeg Robot ottiene il Nastro come miglior esordio e per il miglior attore non protagonista, Luca Marinelli.
Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese vince anche per la canzone, interpretata da Fiorella Mannoia (ne è autrice con Bungaro e Cesare Chiodo) e vede premiati i sette protagonisti del film, con il Nastro collettivo per il cast che va ad Anna Foglietta, Alba Rohrwacher, Kasia Smutniak, Giuseppe Battiston, Edoardo Leo, Marco Giallini, Valerio Mastandrea. Non essere cattivo è il film dell’anno votato dal Direttivo, ma un bel sorpasso, ai voti, l’ha fatto Veloce come il vento, con Stefano Accorsi Nastro per il miglior protagonista e Matilda De Angelis, Premio Guglielmo Biraghi (che si aggiunge ai ragazzi di Un bacio di Ivan Cotroneo e a Moisè Curia, premiato con Nuovo Imaie) e Nastro per il montaggio a Gianni Vezzosi. Continua a leggere

La pazza gioia

1Toscana, oggi. Fra le colline pistoiesi sorge Villa Biondi, una comunità terapeutica che accoglie donne affette da turbe mentali e socialmente pericolose, in stato di custodia giudiziaria. Tra queste vi è la sedicente contessa Beatrice Morandini Valdirana (Valeria Bruni Tedeschi), modi altezzosi, notevole logorrea, tendenza ad impicciarsi negli affari altrui, con trascorsi da lieta frequentante del bel mondo “tutto da bere”, una volta cavalcata l’onda lunga del “nuovo miracolo italiano”, da tempo infrantasi sugli scogli di un’amara realtà.
Nella struttura arriva la giovane Donatella Morelli (Micaela Ramazzotti), già pesantemente segnata dalla vita: corpo consunto da un’evidente magrezza, sul quale risaltano vistosi tatuaggi, sguardo triste e spaurito, un mutismo persistente, poca voglia di condividere un grave dolore che ha sconvolto la sua esistenza, offuscandone definitivamente ogni contatto con il mondo circostante.
Fra queste due donne così diverse per estrazione sociale, indole e modalità di approcciarsi alla vita, scatterà, non senza qualche stridore, una certa simpatia, tanto che, in seguito ad un evento fortuito, Beatrice e Donatella si daranno alla fuga insieme, ponendosi nuovamente in relazione con quella società che le aveva relegate ai margini, i cui componenti, coniugi, genitori, presunti amici, continuano ad infierire nei loro confronti, dimentichi di qualsiasi compassione o calore umano … Continua a leggere

Milano, MIC- Museo Interattivo del Cinema: “Cineclub Family” e un appuntamento “vietato ai maggiori”

littleprince_posterDa oggi, domenica 3 e fino al 17 aprile a Milano presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema (Viale Fulvio Testi, 121) continua il Cineclub Family, con due appuntamenti dedicati a tutta la famiglia e uno riservato solo agli under 18, con La sirenetta karaoke. Riguardo i primi, sono in programma Il Piccolo Principe, film d’animazione diretto da Mark Osborne e tratto dal classico di Antoine de Saint-Exupery con un cast stellare che dà le voci ai personaggi, Toni Servillo, Paola Cortellesi, Stefano Accorsi, Micaela Ramazzotti, Alessandro Gassmann, Giuseppe Battiston, Angelo Pintus, Pif, Alessandro Siani e Il viaggio di Norm, che racconta la storia di un orso polare speciale e diverso dagli altri – in grado infatti di comunicare con gli umani – che per salvare il Polo finisce a New York. È vietato ai maggiori invece l’accesso in sala per La sirenetta karaoke, un appuntamento vintage per far cantare e divertire i bambini con lo straordinario capolavoro Disney e una Sirenetta in carne ed ossa che animerà la proiezione.

****************

norm-of-the-north-poster-lgDomenica 3 aprile, ore 15: Il Piccolo Principe (The Little Prince, Mark Osborne, Francia, 2015, animazione., 108’)- Adattamento realizzato in versione animata del romanzo Le Petit Prince di Antoine de Saint-Exupéry. Domenica 10 aprile, ore 15: La Sirenetta Karaoke (The Little Mermaid, Ron Clements, John Musker, USA, 1989, animaz., 95’). Domenica 17 aprile, ore 15: Il viaggio di Norm (Norm of the North, Trevor Wall, USA/India, 2016, animaz., 93’).

Informazioni: info@cinetecamilano.it / www.cinetecamilano.it

Milano: al via l’ottava edizione di “Piccolo Grande Cinema”

prince-banner-min_0Giunge alla ottava edizione Piccolo Grande Cinema, il festival delle nuove generazioni, il primo a Milano e in Lombardia dedicato al cinema per bambini e ragazzi, a cura di Fondazione Cineteca Italiana e MIC – Museo Interattivo del Cinema, per la direzione artistica di Silvia Pareti, che prende il via oggi, venerdì 13, e si concluderà domenica 22 novembre. Luoghi deputati alle proiezioni: Spazio Oberdan (Viale Vittorio Veneto, 2) e MIC – Museo Interattivo del Cinema (Viale Fulvio Testi, 121).
In cartellone tre programmazioni distinte, pensate per le scuole e per le famiglie. Come ogni anno il Festival si compone infatti del Programma Family (nei 2 weekend dal 13 al 22 novembre), destinato alle famiglie, ai ragazzi e agli appassionati di cinema, che propone quest’anno il meglio del cinema d’animazione italiano ed europeo in anteprima, del programma Scuola (16 – 20 novembre) e, grande novità di quest’anno, di una terza sezione, Neverland, una rassegna di film adatti a spettatori adulti che potranno così riflettere sulle difficoltà, il coraggio, i timori, e i tremori, dell’adolescenza vissuti da un duplice punto di vista. Il Programma Family sarà inaugurato con l’esclusiva Notte al MIC, durante la quale quindici bambini avranno la possibilità di trascorrere una notte all’interno del Museo Interattivo del Cinema, e la proiezione in anteprima milanese di Moomins on the Riviera, film d’animazione diretto da Xavier Picard che vede protagonisti i buffi personaggi creati dall’autore finlandese Tove Jansson. Continua a leggere

Nastri d’Argento 2015: tre per tre

EiIB5okaResponso certo particolare, oltre che inatteso, quello risultante dalla premiazione della 69ma edizione dei Nastri d’Argento, in base al voto espresso dai giornalisti cinematografici iscritti al SNGCI, la cui cerimonia di consegna avrà luogo questa sera, sabato 27 giugno, presso il Teatro Antico di Taormina.
Anime nere di Francesco Munzi, Il racconto dei racconti di Matteo Garrone e Youth- La giovinezza di Paolo Sorrentino conquistano tre Nastri ciascuno. Vittoria di strettissima misura per Paolo Sorrentino come regista del miglior film 2015, che conquista anche fotografia (Luca Bigazzi) e montaggio (Cristiano Travaglioli), quest’ultimo insieme ad Anime nere di Munzi, al quale vanno i Nastri per la migliore produzione (Cinemaundici di Luigi e Olivia Musini) e la sceneggiatura (ancora Munzi con Fabrizio Ruggirello, Maurizio Braucci e la collaborazione di Gioacchino Criaco, autore dell’omonimo romanzo di cui il film è un adattamento). Il racconto dei racconti di Garrone viene premiato per gli splendidi costumi firmati da Massimo Cantini Parrini (insieme alla Sartoria Tirelli), il sonoro in presa diretta (Maricetta Lombardo) e le scenografie (Dimitri Capuani). Continua a leggere