Archivi tag: Martin Scorsese

Milano, MIC-“Museo Interattivo del Cinema”: “Anime misteriose”

(Wikipedia)

(Wikipedia)

Dal 19 al 30 novembre al MIC-Museo Interattivo del Cinema di Milano, avrà luogo un’intrigante rassegna a cura di Fondazione Cineteca Italiana, Anime misteriose, tredici film dedicati ai tanti spiriti inquieti ed enigmatici che hanno attraversato la storia del cinema, tra passato e presente, fra follie e inquietudine interiore.

Ecco dunque Betty Blue (1986) di Jean-Jacques Beineix in una versione restaurata e director’s cut; l’ultimo film di Paolo Virzì, La pazza gioia, su un’imprevedibile amicizia tra due pazienti psichiatriche interpretate dalle intense Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti; una delle interpretazioni più vibranti e complesse di Leonardo DiCaprio, Shutter Island (2009) di Martin Scorsese; il secondo lungometraggio di Christopher Nolan, Memento (2000), viaggio negli oscuri meandri della pericolosa mente di Leonard Shelby; l’inquietante The Visit (2015) di M. Night Shyamalan; Repulsion (1965) di Roman Polanski, con Catherine Deneuve e John Fraser; Sogni d’oro (1981), terzo film di Nanni Moretti, dove umorismo e angoscia convivono nel personaggio di Michele Apicella; La pecora nera (2010) di Ascanio Celestini, che mette in scena la profonda emarginazione di un malato mentale; La merlettaia (1977) di Claude Goretta con Isabelle Huppert ed infine il thriller psicologico/ disaster movie 10 Cloverfield Lane (2016) di Dan Trachtenberg.

Sono poi previsti due appuntamenti speciali, proiezioni che prevedono l’accompagnamento musicale dal vivo al pianoforte di Francesca Badalini: domenica 20 novembre alle ore 19.15 il cortometraggio L’ospedale del delitto (1950) di Luigi Comencini, documentario girato nel manicomio giudiziario di Aversa, cui seguirà I misteri di un’anima (1926) di George Wilhelm Pabst e venerdì 25 novembre alle ore 19 La caduta della casa Usher (1928) di Jean Epstein. Continua a leggere

Golden Globe® 2017: a Meryl Streep il “Cecil B. DeMille Award”

 Meryl Streep

Meryl Streep

La Hollywood Foreign Press ha deciso di conferire all’attrice americana Meryl Streep il Cecil B. DeMille Award, ovvero il Golden Globe alla carriera, per onorare “lo straordinario contributo della Streep al mondo dello spettacolo”, nel corso della 74ma edizione dei Golden Globe® Awards, che avrà luogo l’8 gennaio 2017.
Lo scorso anno il Cecil B. DeMille Award fu attribuito  a Denzel Washington e recentemente lo hanno vinto anche Martin Scorsese, George Clooney, Jodie Foster e Morgan Freeman.

34mo Torino Film Festival: apre “Between Us”, chiude “Free Fire”

53511Between Us (Rafael Palacio Illingworth, USA, 2016), una commedia drammatica nel segno del miglior cinema indipendente americano e Free Fire (Ben Wheatley, UK/Francia 2016), un action-thriller in salsa British, saranno rispettivamente il film di apertura e di chiusura del 34mo Torino Film Festival (18-26 novembre).
La prima vede protagonista una coppia felice di trentenni nella Los Angeles dei nostri giorni: lui è un filmmaker che deve dare seguito a un promettente esordio, lei giovane donna in carriera. Durante un pranzo in famiglia, il suggerimento sulla necessità di cercare una casa più bella, in un sobborgo residenziale, è solo l’inizio di un nuovo corso; dalla casa al matrimonio il passo è breve. E proprio nel gran giorno, quando tornano a casa dal Municipio, soli e perplessi, scoppia un litigio. Con Olivia Thirlby (Juno), Ben Feldman (Mad Men) ed un cameo di Peter Bogdanovich. Il titolo di chiusura, prodotto da Martin Scorsese, è diretto da Ben Wheatley, tra i migliori cineasti britannici di oggi. Location la Boston del 1978 e, come si evince dalla sinossi, potrebbe essere accostato a Le Iene di Tarantino, ma rivisto con il tocco “sporco” dei B-movies anni ’70. Dodici uomini e una donna s’incontrano di notte in una fabbrica dismessa. Da una parte una delegazione dell’IRA, dall’altra un gruppo di trafficanti con tante armi da vendere. La tensione per la chiusura dell’affare è da subito palpabile e, quando scoppia una scintilla, si scatena l’inferno.
Tra i protagonisti Brie Larson, Cillian Murphy, Armie Hammer.

XI Festa del Cinema di Roma: “Captain Fantastic” vince il Premio del Pubblico

ho00003779Captain Fantastic di Matt Ross si è aggiudicato oggi, sabato 22 ottobre, il Premio del Pubblico BNL all’undicesima edizione della Festa del Cinema di Roma; il film è stato presentato nella Selezione Ufficiale della kermesse in collaborazione con la sezione autonoma e parallela Alice nella Città. Secondo lungometraggio firmato da Ross, già interprete per registi del calibro di Martin Scorsese, Terry Gilliam e John Woo, Captain Fantastic attraversa i generi e vede in qualità di principale interprete Viggo Mortensen, protagonista di un Incontro Ravvicinato con il pubblico. Il Premio del Pubblico BNL, in collaborazione con il Main Partner della Festa, BNL Gruppo BNP Paribas, è stato assegnato dagli spettatori esprimendo il proprio voto sui film in programma attraverso myCicero, l’app ufficiale della Festa del Cinema realizzata da Pluservice e il sito della kermesse. Captain Fantastic sarà proiettato in replica domani, domenica 23 ottobre, alle ore 21.30 presso la sala Mazda Cinema Hall ed uscirà nelle sale cinematografiche italiane il prossimo 7 dicembre distribuito da Good Films.

Milano, Spazio Oberdan: “Nuovo Cinema Teheran” e un omaggio ad Abbas Kiarostami

Abbas Kiarostami

Abbas Kiarostami

A Milano, presso Spazio Oberdan, da oggi, giovedì 25 agosto e fino a mercoledì 7 settembre, Fondazione Cineteca Italiana presenta una doppia rassegna sul cinema iraniano: un omaggio a Abbas Kiarostami, il grande regista scomparso lo scorso 4 luglio, e la proposta di quattro film iraniani di recentissima realizzazione, tutti presentati nei maggiori festival internazionali. Amato incondizionatamente da maestri come Jean-Luc Godard e Martin Scorsese, Kiarostami ha rappresentato un cinema che, attraverso lo sguardo della macchina da presa, è riuscito ad indagare all’interno della difficile realtà quotidiana propria dell’Iran contemporaneo, portando in luce, attraverso il filtro della moralità, ogni caratteristica antropologica e psicologica dei vari personaggi, con uno stile registico capace di assecondare tanto una formale compostezza quanto la libertà creativa, stimolata anche dall’impiego di attori non professionisti. Fra i titoli realizzati, tutti all’insegna della semplicità, intrisi di poesia e capaci di far emergere i sentimenti più nascosti e profondi dell’animo umano, in programma troviamo quattro assoluti capolavori del grande regista (Close-up, Dov’è la casa del mio amico?, E la vita continua, Il sapore della ciliegia), i primi tre dei quali divenuti film introvabili, assenti in Italia anche dalle edizioni in home video. Continua a leggere

Bologna, trent’anni di “Cinema Ritrovato”

il_cinema_ritrovato_2016_posterDa oggi, sabato 25 giugno, e fino a sabato 2 luglio la Cineteca di Bologna festeggerà i trent’anni del festival Il Cinema Ritrovato: otto giorni di proiezioni dal mattino alla sera, per un totale di cinquecento film, cinque sale e centoventi anni di cinema, concludendo ogni giornata in Piazza Maggiore.
L’edizione del trentennale si apre sulla luce delle origini: verrà infatti aperta al pubblico oggi, nel sottopasso di piazza Re Enzo, la mostra Lumière! L’invenzione del cinematografo, ideata da Thierry Frémaux, a partire dalle collezioni dell’Institut Lumière di Lione, del quale è direttore, realizzata dalla Cineteca di Bologna, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino e la Cinémathèque Royale de Belgique; all’interno dello spazio espositivo sarà possibile ammirare, in una grande installazione, tutti i 1422 film prodotti dal 1895 al 1905 dalla Société Lumière et fils. Messa in scena, travelling, trucchi, remake: “in Lumière c’era già tutto il cinema” (Tavernier).
La mostra resterà aperta fino a gennaio 2017. Sempre nella giornata odierna, in serata, Piazza Maggiore vedrà la proiezione della versione restaurata dalla Cineteca di Tempi Moderni (Modern Times, 1936), capolavoro della storia del cinema e di Charlie Chaplin, film che “compie” 80 anni: l’evento sarà festeggiato con un accompagnamento musicale dal vivo, a cura dell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, la quale mercoledì 29 giugno accompagnerà poi la proiezione de Il monello (The Kid, 1921). Continua a leggere

Locarno 69: Roger Corman ospite d’onore della “Filmmakers Academy”

Roger Corman

Roger Corman

Il Festival del Film Locarno (69ma edizione, 3-18 agosto) renderà omaggio al regista e produttore statunitense Roger Corman, il quale sarà ospite d’onore della Filmmakers Academy, progetto di formazione di giovani registi, professionisti, studenti e critici cinematografici, creato nel 2010 con l’intento di aiutare a sviluppare le capacità di talenti emergenti.
Prevista inoltre la proiezione di due film diretti da Corman, The Intruder (1962) e Masque of the Red Death (1964), oltre ad una Masterclass aperta a tutto il pubblico del Festival. Da regista e sceneggiatore Corman ha realizzato una lunga serie di film in cui la modalità a basso costo si coniugava in maniera inedita con principi di qualità e popolarità, riuscendo a reinventare, grazie al suo sguardo d’autore, il grande universo del cinema di genere, dall’horror alla fantascienza, fino allo splatter. Un autore, e produttore, geniale, versatile, capace di volgere lo sguardo al cinema degli esordi, colto nella sua primigenia essenzialità visiva, suscitante emozione, divertimento o semplice stupore, e, allo stesso tempo, di andare oltre, partendo dalla semplice intuizione di qualsivoglia tendenza ed arrivando alla sua realizzazione pratica, facendo tesoro tanto di valide idee espresse nelle sceneggiatura, quanto degli esigui budget a disposizione, spesso ridicoli rispetto a quelli delle grandi majors. Continua a leggere