Archivi tag: Jonas Carpignano

A Ciambra

Ciambra, comunità Rom stanziale ai margini della città di Gioia Tauro, provincia di Reggio Calabria.
Qui vive, o, meglio, sopravvive, insieme alla sua numerosa famiglia, il quattordicenne Pio (P.Amato), adattandosi in fretta a quanto il degradato ambiente in cui è nato e cresciuto può offrirgli; beve, fuma, apprende i primi rudimenti sul furto d’auto grazie al fratello Cosimo (Damiano Amato), così come la necessità di mantenere buoni rapporti con le ‘ndrine, le famiglie di ‘ndrangheta che gestiscono e controllano le attività illecite di alcuni membri della comunità.
Pio si distacca però dagli “insegnamenti” familiari riguardo i contatti con gli immigrati africani, “i marocchini” come vengono chiamati dai Rom, divenendo amico di Ayiva (Koudous Seihon), il quale gli sarà a fianco, spalleggiandolo, una volta che il ragazzino avvertirà il dovere di provvedere al sostentamento della famiglia, quando padre e fratello saranno arrestati per furto all’interno di un’abitazione. Quella antica condizione di libertà, senza alcun capo da cui dipendere, proclamata da nonno Emiliano e rammentata al nipote è ormai destinata a scomparire, trasmutata in una schiavitù che ti inchioda ad una realtà imposta, dove quella briciola d’innocenza rimasta sarà fatta fuori dalla necessità ormai obbligata di alcune scelte, “soli contro il mondo” nella manifestazione tribale di una totale estraneità ad una società che, all’interno di una “grande omologazione”, ha ormai smarrito il senso originario della diversità. Continua a leggere

Annunci

EFA- European Film Awards 2017: 4 titoli italiani nella lista di selezione

Fra i 51 titoli annunciati dall’European Film Academy e da EFA Productions che vanno a comporre la lista di selezione dei film di finzione segnalati per una nomination agli European Film Awards 2017, troviamo anche 4 rappresentanti dei nostri colori: A Ciambria (Jonas Carpignano), Fortunata (Sergio Castellitto), Indivisibili (Edoardo De Angelis), Rosso Istanbul (Ferzan Ozpetek). Ora gli oltre 3.000 membri dell’European Film Academy  dovranno votare per le nomination nelle categorie Film, Regista, Attore, Attrice e Sceneggiatore Europeo, che verranno rese note il 4 novembre nel corso del Seville European Film Festival, in Spagna, mentre una giuria composta da 7 membri dovrà assegnare i premi per le categorie  Direttore della Fotografia, Montatore, Scenografo, Costumista, Trucco e Parrucco, Compositore e Sound Designer Europeo; la 30ma edizione degli European Film Awards avrà luogo a Berlino  il 9 dicembre.

Bologna, al via la XXXI edizione de “Il cinema ritrovato”

Dopo la festa del trentennale dello scorso anno, entra nuovamente in funzione da oggi, sabato 24 giugno, a Bologna, la macchina spazio-temporale del Cinema Ritrovato organizzata dalla Cineteca di Bologna, che permetterà un’esplorazione di ben tre secoli del cinema, dalla fine dell’Ottocento all’inizio del Duemila e al contempo una serie di viaggi attraverso la cinematografia europea, statunitense, africana, asiatica, latinoamericana.
Un programma a dir poco vasto, fra proiezioni, mostre, lezioni di cinema ed incontri sul restauro, con una selezione di ben quattrocento film, fra i quali anche capolavori del cinema muto, le cui proiezioni saranno accompagnate da esecuzioni musicali dal vivo. Sulla locandina campeggia l’immagine di Robert Mitchum, attore che verrà omaggiato nel corso della rassegna, in occasione del centenario della nascita. Alle 14.30 Marco Bellocchio, presidente della Fondazione Cineteca, aprirà ufficialmente il festival e introdurrà una première d’eccezione: Le Centre Georges Pompidou, l’ultimo film di Roberto Rossellini, 1977, un’opera rimasta a lungo invisibile, a tutti gli effetti dunque un film “ritrovato”, nel pieno spirito di una kermesse che si pone come continua rilettura e ricostruzione della storia del cinema. Continua a leggere

70mo Festival di Cannes: i premi della “Quinzaine” e di “Cinéfondation”

Sono stati assegnati ieri, venerdì 26 maggio, i premi relativi alle sezioni Quinzaine des Réalisateurs e Cinéfondation & Cortometraggi  del 70mo Festival di Cannes: nell’ambito della prima il Premio Art Cinéma è stato assegnato a The Rider (Chloé Zhao), mentre A Ciambra di Jonas Carpignano, uno dei tre titoli italiani selezionati,  ottiene il Premio Europa Cinema Label, riconoscimento conferito dagli esercenti di qualità che consente un’agevolazione per l’uscita nei cinema di quelle nazioni europee che compreranno il film. Ex aequo per il Premio SACD (Un beau soleil intérieur, Claire Denis; L’Amant d’un jour, Philippe Garrel). Infine, il Premio Illy per il cortometraggio è andato a Back to Genoa City (Benoit Grimalt). Passando alla sezione Cinéfondation & Cortometraggi, rivolta ai film provenienti dalle scuole di cinema mondiali, che prevedeva una selezione di sedici titoli, la giuria presieduta da  Cristian Mungiu e composta da Clotilde Hesme, Barry Jenkins, Eric Khoo, Athina Rachel Tsangari, ha conferito il Primo Premio a Paul Is Here (Valentina Maurel, Belgio), il  Secondo Premio a AniMal (Bahram & Bahman Ark, Iran) e il  Terzo Premio a Two Youths Died  (Tommaso Usberti, Francia).

49ma Quinzaine des Réalisateurs, svelata la selezione

E’ stata presentata questa mattina, giovedì 20 aprile,  la 49ma edizione della Quinzaine des Réalisateurs, sezione indipendente e non competitiva del Festival di Cannes (70ma edizione, 18-28 maggio): il cartellone prevede una selezione di diciannove titoli alla quale  va ad aggiungersi una selezione di cortometraggi. Apertura con la commedia di Claire Denis, Un beau soleil intérieur, mentre la cerimonia di chiusura sarà affidata a Patti Cakes, di Geremy Jasper.
Tra i film selezionati troviamo tre italiani, L’intrusa (Leonardo di Costanzo), Cuori puri, opera prima di Roberto De Paolis e A ciambra diretto da Jonas Carpignano, insieme a titoli che si preannunciano interessanti, come il nuovo lavoro di Abel Ferrara, Alive in France, o Jeanette, musical incentrato sul racconto dell’infanzia di Giovanna d’Arco, per la regia di Bruno Dumont.
Di seguito, l’elenco dei lungometraggi selezionati. Continua a leggere

Riace in Festival 2015: i vincitori

riace-in-festival-iii-edizione-L-5pYiBwSi è conclusa lo scorso mercoledì, 29 luglio, l’edizione 2015 di Riace in Festival, manifestazione culturale- cinematografica che vede la direzione artistica di Vincenzo Caricari (Asimmetrici Film) e Chiara Sasso (Rete dei Comuni solidali). Il concorso cinematografico, suddiviso in due sezioni, Migranti e culture locali e Condizione femminile, ha inteso offrire spazio a produzioni indipendenti inerenti le tematiche delle migrazioni, della multiculturalità, del rapporto tra paesi ricchi e paesi poveri con una particolare attenzione a opere ambientate o riguardanti il bacino del Mediterraneo, luogo privilegiato di intreccio e confronto tra culture, lingue, religioni, estendendosi in questa edizione al tema legato alle pari opportunità e alla lotta contro ogni discriminazione sociale. Continua a leggere

Cannes 2015, “Quinzaine des réalisateurs” e “Seimane de la Critique”: i film in concorso

ffdfSono stati resi noti dagli organizzatori del 68mo Festival di Cannes (14-24 maggio) i titoli inseriti nelle sezioni collaterali ed indipendenti della kermesse, la Quinzaine des réalisateurs e la Seimane de la Critique. Riguardo la prima, organizzata dalla Société des Réalisateurs de Films (SRF), giunta alla 47ma edizione, vedrà come pellicola d’apertura L’Ombre des femmes di Philippe Garrel, la cui proiezione sarà preceduta da un corto inedito dello stesso regista (Actua 1, 1968). Film di chiusura sarà Dope di Rick Famuyiwa.
Fra i titoli in programma, tra i quali non è presente alcun italiano, Yakuza Apocalypse:The Great War of the Underworld, nuova realizzazione di Takashi Miike, Trois souvenirs de ma jeunesse (Arnaud Desplechin), Jaco Van Dormael con Le Tout Nouveau Testament. La Carrosse d’Or verrà conferita al regista Jia Zhangke, il cui ultimo lavoro, Shan He Gu Ren (Mountains May), è quest’anno in Concorso a Cannes. Di seguito, i titoli in cartellone. Continua a leggere