Archivi tag: Giuliano Montaldo

Nastro alla Carriera 2017 a Roberto Faenza / Nastro Speciale a Giuliano Montaldo

Roberto Faenza (SentieriSelvaggi.it)

I Giornalisti Cinematografici hanno annunciato nei giorni scorsi il conferimento del Nastro alla Carriera 2017 a Roberto Faenza, la cui ultima realizzazione è  La verità sta in cielo,  film particolarmente sensibile ad un tema scottante come la vicenda ancora misteriosamente aperta di Emanuela Orlandi, e di un Nastro Speciale a Giuliano Montaldo per il suo ruolo d’attore nel  film di Francesco Bruni Tutto quello che vuoi. I premi saranno consegnati martedì 6 giugno al Museo MAXXI di Roma, insieme a il Nastro dell’AnnoThe Young Pope di Paolo Sorrentino, ai cinque Nastri d’Argento dedicati ai migliori tecnici dell’anno (fotografia, scenografia, costumi, montaggio e sonoro) e al Nastro destinato ad una  particolare sezione  che quest’anno intende segnalare in via eccezionale cinque titoli dedicati al mondo dei giovani.
Nella stessa serata saranno annunciate le e cinquine relative alla candidature dei premi della 71ma edizione dei Nastri d’Argento; gran finale sabato 1 luglio al Teatro Antico di Taormina.

Annunci

“Premio Anna Magnani”, ecco i riconoscimenti della IV Edizione

Si è svolta lo scorso giovedì, 16 marzo, al Teatro di Villa Torlonia di Roma la IV edizione del Premio Anna Magnani, condotta da Emanuela Tittocchia,  manifestazione internazionale dedicata alla memoria della grande attrice italiana, ideata da Matteo Persica, a cura di Francesca Piggianelli, che prevede la premiazione di personaggi del cinema, della cultura e della musica.
Ecco i premiati di quest’edizione: Premio International alla carriera: Giuliano Montaldo. Premio miglior attrice: Anna Foglietta. Premio miglior attore: Alessandro Borghi. Premio speciale musica: Paola Turci. Premio teatro romanità: Antonio Giuliani. Menzioni Speciali:alla carriera Vera Pescarolo; alla carriera per il giornalismo Giancarlo Governi; alla carriera Fioretta Mari; alla carriera per il trucco Gennaro Marchese; alla carriera per la produzione Pietro Innocenzi; al giornalismo, web e tv Emanuele Carioti; artista rivelazione Michelle Carpente.

L’abbiamo fatta grossa

1Roma, oggi. Yuri Pelagatti (Antonio Albanese) è un attore di teatro che sta attraversando un momento difficile.
Separato dalla moglie Carla (Clotilde Sabatino), che lo ha lasciato stanca dei suoi continui tradimenti, incontra difficoltà nel rammentare le battute una volta in scena, anche perché quanto si trova attualmente a recitare presenta non poche similitudini con ciò che ha dovuto affrontare nella vita reale. Considerate le problematiche finanziarie, difficile trovare una scrittura decente alla presenza del descritto impasse, Yuri pensa di rivolgersi a tale Arturo Merlino (Carlo Verdone), investigatore privato con un passato da carabiniere, perché gli fornisca le prove che la sua ormai ex consorte frequenta un altro uomo, così da evitare di pagarle gli alimenti e continuare comunque a vedere i due bambini. In realtà non è che Merlino se la passi poi tanto bene: divorziato (l’ex moglie vive a Miami con un greco), coabita con la svanita zia Elide (Virginia De Brescia) e riesce a racimolare qualche soldo grazie alla soluzione di piccoli casi (il recupero del gatto Benito di un generale in pensione). Continua a leggere

Giulio Questi (1924-2014)

Giulio Questi

Giulio Questi

Ci ha lasciato lo scorso mercoledì, 3 dicembre, il regista, nonché sceneggiatore e scrittore (ha vinto la XXVI edizione del Premio Chiara con Uomini e comandanti, Einaudi, 2014), Giulio Questi (Bergamo, 1924), fra i cineasti più eccentrici e inventivi degli anni ’60 e ’70, omaggiato nei giorni scorsi all’interno del 32mo Torino Film Festival, nella sezione After Hours, particolare rassegna di film “notturni” che privilegia generi quali l’horror, il thriller, il noir, ma anche cult per cinefili, bizzarri e surreali.
In collaborazione con la Cineteca Nazionale di Roma, alla kermesse torinese sono stati presentati i suoi tre lungometraggi, Se sei vivo spara (1967), western di culto, La morte ha fatto l’uovo (1968) e Arcana (1972), entrambi particolari esempi di cinema fantastico sui generis. Continua a leggere

ASFF – AS Film Festival, i vincitori della II edizione

8Di seguito riporto l’elenco dei vincitori, con le motivazioni delle giurie, relativo alle varie sezioni dell’ASFF-AS Film Festival (seconda edizione), prima kermesse cinematografica nata per volontà di alcuni giovani con Sindrome di Asperger, la cui cerimonia di premiazione si è svolta ieri, domenica 16 novembre, a Roma, presso l’Auditorium del MAXXI- Museo nazionale delle arti del XXI secolo:

untitledPremio As Film Festival 2014 – Punti di vista: la giuria presieduta da Marco Mastino (Cinemautismo) e composta da Glauco Almonte (Est Film Festival), Guido Max Calanca (Cinemavvenire), Francesco Castracane (Cineclub Zero in Condotta), Stella Cutigni (video designer), Morteza Khalegi (vincitore ASFF 2013), Andrea Marziano (Circolo Dal Verme), Domitilla Pattumelli (video designer), Maria Cristina Taranto (project manager Rai, Direzione web), ha premiato Recuiem di Valentina Carnelutti, “Per la straordinaria sensibilità dimostrata nel raccontare uno spaccato familiare alle prese con un evento tanto straziante quanto “normale”. Recuiem è una favolosa e preziosa testimonianza su un tema spesso allontanato dai nostri occhi o rappresentato in modo scontato e banale, valorizzato dal grande lavoro con (e su) lo sguardo dei bambini”; Cratta, di Fausto Romano “per l’originalità del linguaggio narrativo utilizzato e per aver coraggiosamente sperimentato un diverso approccio al genere”. Recuiem si è aggiudicato anche il Premio del Pubblico. Continua a leggere

Roma, ASFF – AS Film Festival II edizione

8Avrà luogo a Roma, presso l’Auditorium del MAXXI- Museo nazionale delle arti del XXI secolo (via Guido Reni, 4), sabato 15 e domenica 16 novembre (ingresso gratuito fino a esaurimento posti), la seconda edizione dell’ASFF-AS Film Festival, prima kermesse cinematografica nata per volontà di alcuni giovani con Sindrome di Asperger, attualmente considerata un disturbo pervasivo dello sviluppo legato allo spettro autistico.
Un festival uguale agli altri. Però diverso, che vede la partecipazione attiva di persone che si riconoscono nella condizione autistica e al cui interno sono quindi previste proiezioni di lungometraggi e cortometraggi, film d’animazione, anche in anteprima italiana, incontri, ospiti, una giuria, dei premi.
Il programma del Festival (www.asfilmfestival.org) prevede tra le proiezioni il cortometraggio Omero bello-di-nonna di Marco Chiarini, interpretato da Nicola Nocella, Isa Barsizza ed Elena Di Cioccio, Il sorriso di Candida, diretto da Rita Bugliosi e Angelo Caruso, che racconta il dramma dell’Alzheimer. Continua a leggere

Giuliano Montaldo presidente di giuria per “Venezia Classici”

Giuliano Montaldo (viterbopost.it)

Giuliano Montaldo (viterbopost.it)

Il regista Giuliano Montaldo presiederà la giuria composta da studenti di cinema provenienti da diverse Università italiane (28 laureandi in Storia del Cinema indicati dai docenti di 13 DAMS e della veneziana Ca’ Foscari), che alla 71ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (27 agosto – 6 settembre) assegnerà il Premio Venezia Classici per il Miglior Film Restaurato e il Premio Venezia Classici per il Miglior Documentario Sul Cinema. Venezia Classici è la sezione che dal 2012 presenta alla Mostra, con crescente successo, una selezione dei migliori restauri di film classici, riscoprendo opere del passato trascurate o sottovalutate, realizzati nel corso dell’ultimo anno da cineteche, istituzioni culturali e produzioni di tutto il mondo.

(cineblogO1.tv)

(cineblogO1.tv)

Viene inoltre presentata una selezione di documentari sul cinema e i suoi autori, Il cui elenco completo sarà reso noto nel corso della conferenza stampa di presentazione del programma, che si terrà a Roma, giovedì 24 luglio, alle ore 11, presso l’Hotel St. Regis. Anche quest’anno la Biennale di Venezia è presente nella sezione con le Collezioni del suo Archivio Storico delle Arti Contemporanee (ASAC), in particolare sarà proiettato il capolavoro di Marco Bellocchio La Cina è vicina, Premio speciale della Giuria alla 28ma edizione della Mostra, nel 1967, restaurato dalla Sony Pictures Entertainment, in collaborazione con la Cineteca di Bologna, anche grazie alla preziosa copia d’epoca conservata dall’ASAC.
In totale saranno 21 i film restaurati, di cui 18 lungometraggi e 3 cortometraggi, come riportato nell’elenco pubblicato di seguito: Continua a leggere