Archivi tag: Gianni Amelio

“La tenerezza” di Gianni Amelio titolo d’apertura del Bif&st 2017

La tenerezza di Gianni Amelio aprirà l’ottava edizione e mezza del Bif&st, il Bari International Film Festival (22-29 aprile).
Il film, una produzione Pepito Produzioni con Rai Cinema, sarà presentato in anteprima mondiale nella sezione Anteprime Internazionali, sabato 22 aprile alle 21.30 al Teatro Petruzzelli, alla presenza del regista Gianni Amelio e dei protagonisti Elio Germano, Micaela Ramazzotti, Giovanna Mezzogiorno e Renato Carpentieri.
La distribuzione nelle sale italiane, a cura di 01 Distribution, avrà luogo dal 24 aprile.
Presidente della kermesse cinematografica pugliese, ideata e diretta da Felice Laudadio, è la regista Margarethe von Trotta, presidente onorario è Ettore Scola.

Milano, “Spazio Oberdan”: in proiezione “Nessuno mi troverà”

10042016152053A Milano, presso Spazio Oberdan, da oggi, giovedì 21, e fino a sabato 30 luglio, Fondazione Cineteca Italiana presenta il documentario Nessuno mi troverà di Egidio Eronico, presentato alla Festa di Roma nel 2015, che con una scrittura filmica dinamica e articolata torna a indagare sulla figura del geniale fisico teorico siciliano Ettore Majorana, docente presso l’Istituto di Fisica dell’Università di Napoli, scomparso a soli trentuno anni in circostanze misteriose il 26 marzo 1938. E subito ha inizio la ridda delle ipotesi, delle congetture.
Suicida? Rapito da potenze straniere? Fuggito dall’Italia? Ritiratosi in un convento? Nell’affaire Majorana sembrano implicati scienziati atomici, servizi segreti, uomini politici, militari. E il mistero s’infittisce, facendo emergere interrogativi e contraddizioni che spingono ad indagare tra le pieghe più nascoste la vita e la personalità del giovane fisico. Continua a leggere

Venezia 73: Robert Guédiguian e Kim Rossi Stuart presidenti di Giuria

Robert Guédiguian

Robert Guédiguian

Il regista francese Robert Guédiguian (Marius et Jeannette, La ville est tranquille, Les neiges du Kilimandjaro) e l’attore e regista italiano Kim Rossi Stuart (Le chiavi di casa, Romanzo criminale, Anche libero va bene), sono state scelti come Presidenti di due Giurie della 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (31 agosto-10 settembre), rispettivamente per la sezione Orizzonti e per il Premio Venezia Opera Prima Luigi De Laurentiis – Leone del Futuro. Presidente della Giuria del Concorso Venezia 73, come già annunciato, sarà il regista Sam Mendes.
Il regista Robert Guédiguian può essere considerato il moderno cantore di Marsiglia, la città dove è nato e vissuto e dove si svolge anche La ville est tranquille, presentato a Venezia nel 2000; la sua filmografia è una sorta di epopea della città, con storie ambientate nel microcosmo del quartiere natio, privilegiando vicende di gente comune. Attore tra i più importanti del cinema italiano, Kim Rossi Stuart è stato più volte protagonista alla Mostra con alcune delle sue più note interpretazioni, tra cui Le chiavi di casa (2004, Gianni Amelio) e Vallanzasca (2010, Michele Placido). Continua a leggere

Un ricordo di Paolo Poli

paolo-poli-301102_tn

Paolo Poli

Sfrontato, irriverente, arguto, forte di un’ironia mista ad una certa malizia mai esibita, anzi mitigata dall’apporto di una grande cultura (era laureato in Letteratura francese) e da quell’aria candida propria di un eterno fanciullo alla giocosa scoperta del mondo, del quale sottolineava vizi e virtù, Paolo Poli, nato a Firenze nel 1929 e morto a Roma lo scorso 25 marzo, è stato un grande attore teatrale, interprete di spettacoli dalla caratura brillante ai quali non erano estranei “voli” surreali e onirici, spesso sottolineati da suggestivi e raffinati calembour.
Poli iniziò la sua attività sul finire degli anni ’40, partecipando ad alcune trasmissioni radiofoniche della Rai di Firenze e prendendo parte a spettacoli in vari teatri cittadini (quali La borsa di Arlecchino a Genova o La cometa a Roma), evidenziando tanto la sua vena sarcastica volta allo sberleffo quanto la grazia e la naturalezza nel portare in scena quella finezza interpretativa che gli era propria. Continua a leggere

Roma: “Il gusto della memoria” IV Edizione

rtrSi svolgerà a Roma nei giorni 7 e 8 novembre presso il Cinema Trevi (Vicolo del Puttarello, 25) – a ingresso gratuito fino ad esaurimento posti – la Quarta edizione del festival di cinema vintage Il gusto della memoria, rassegna di film ispirati alle immagini d’archivio. Il tema di quest’anno è La Storia dal basso: attraverso le immagini presenti sull’archivio Nos Archives (che custodisce in full HD 25mila filmati realizzati tra il 1922 ed il 1984 girati in formato ridotto 8mm, 9,5mm, 16mm, 17,5mm e Super8) registi, studenti di scuole di cinema e liceali racconteranno la Storia da un punto di vista alternativo a quello ufficiale.
Il festival, diretto dalla montatrice e regista Cecilia Pagliarani e dall’artista Manuel Kleidman, ha ottenuto quest’anno il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco. La Giuria sarà presieduta dal regista Pupi Avati e composta da Roger Odin, professore emerito di Scienze dell’informazione e della comunicazione all’Università Paris III Sorbonne Nouvelle; Marco Giusti, critico cinematografico, saggista, autore televisivo e regista; Enrico Bufalini, Direttore dell’Archivio Storico dell’Istituto Luce; Manuel Kleidman, decoratore di teatro, creatore di marionette e carri teatrali, pittore, incisore su legno e bronzo, collezionista ed esperto in arte palestinese; Anaïs la Rocca, regista e art director; Alessio Santoni, fonico e tecnico del suono. Continua a leggere

L’EFA premia Charlotte Rampling e Christoph Waltz

Charlotte-RamplingL’European Film Academy ha comunicato il conferimento all’attrice Charlotte Rampling e all’ attore Christoph Waltz di due importanti riconoscimenti, che saranno loro conferiti nel corso della cerimonia di premiazione della 28ma edizione degli European Film Awards, il 12 dicembre a Berlino.
Si tratta, rispettivamente, del Premio alla Carriera per l’eccezionale insieme della sua opera e del Premio Contributo Europeo al Cinema Mondiale.
Nata in Inghilterra, nel corso della sua carriera Charlotte Rampling ha lavorato con grandi registi europei da Luchino Visconti, Liliana Cavani e Patrice Chereau a François Ozon, Laurent Cantet, Claude Lelouch, Gianni Amelio, Bille August e Lars von Trier. Ha ottenuto cinque nomination agli EFA e vinto il premio come Attrice Europea 2003 per Swimming Pool (François Ozon).
Nel 2001 le è stato conferito un Premio César onorario e recentemente ha ricevuto l’Orso d’Argento a Berlino per la sua interpretazione in 45 anni (45 Years, Andrew Haigh, 2015), film incluso nella selezione dell’EFA di quest’anno. Continua a leggere

Nastri d’Argento 2015, i documentari vincitori

Costanza Quatriglio

Costanza Quatriglio

Costanza Quatriglio (Triangle) e Giorgio Treves (Gian Luigi Rondi, Vita cinema passione) si aggiudicano il Nastro d’Argento al miglior documentario, rispettivamente nelle sezioni Cinema del reale e Cinema e spettacolo, in seguito alle decisioni espresse dai componenti della giuria del SNGCI. Ai suddetti riconoscimenti si aggiungono quelli, già annunciati, relativi ai tre Nastri dell’anno, conferiti a Gianni Amelio (Felice chi è diverso), Gabriele Salvatores (Italy in a Day) e Walter Veltroni (Quando c’era Berlinguer) e i Premi speciali al film di Jacopo Quadri, La scuola d’estate, documento sulla formazione teatrale con Luca Ronconi, a La zuppa del demonio (Davide Ferrario), a Giulio Andreotti- Il cinema visto da vicino (Tatti Sanguineti) e al documentario di Giancarlo Soldi Nessuno siamo perfetti, sul creatore di Dylan Dog, Tiziano Sclavi. Nastro d’Argento speciale a Marco Spagnoli, autore di una decina di titoli in cinque anni, fino agli ultimi, del 2014 (Donne nel mito: Sophia racconta la Loren, Walt Disney e l’Italia – Una storia d’amore, Enrico Lucherini-Ne ho fatte di tutti i colori). Continua a leggere