Archivi tag: Gianni Amelio

Nastri d’ Argento 2017: triello fra Amelio, Castellitto e De Angelis

Sono state annunciate oggi, martedì 6 giugno, a Roma, le candidature relative alla 71ma edizione dei Nastri d’Argento, la cui cerimonia di premiazione si svolgerà il prossimo 1° luglio al Teatro Antico di Taormina.
In base alla selezione messa in atto dai giornalisti cinematografici fra i 120 titoli usciti tra il 1° Giugno 2016 e il 31 Maggio 2017, subito dopo il Festival di Cannes, si palesa un triello tra La tenerezza di Gianni Amelio, Fortunata di Sergio Castellitto e Indivisibili di Edoardo De Angelis, che ottengono sette nomination.
A seguire Fai bei sogni di Marco Bellocchio, Fiore di Claudio Giovannesi con sei candidature e Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni  con cinque.
Da segnalare poi Il padre d’Italia di Fabio Mollo, Il permesso. 48 ore fuori di Claudio Amendola, e Sicilian Ghost Story di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia, tutti e tre con 4 candidature. Di seguito, l’elenco delle nomination. Continua a leggere

La tenerezza

Napoli, oggi. Lorenzo (Renato Carpentieri) è un anziano avvocato, scorbutico e scostante, intrattiene pessimi rapporti sociali e manifesta un’ostentata indifferenza nei confronti dei figli, Elena (Giovanna Mezzogiorno) e Saverio (Arturo Muselli), questi ultimi spesso in contrasto fra di loro, pur esternando un comune risentimento verso il genitore, dalle diverse sfumature ma comunque  basato sul reciproco conflitto. Sulle spalle del burbero professionista grava un passato non propriamente adamantino, tanto sul piano professionale, dove sotterfugi e vari accordi sottobanco nella composizione di tanti incidenti stradali sono stati praticamente all’ordine del giorno, quanto su quello affettivo, una moglie mai amata con sincero trasporto e sulla cui morte ha probabilmente gravato anche il dispiacere che il consorte avesse un’amante.
Reduce da un infarto, refrattario ad ogni possibile assistenza o aiuto da parte dei familiari, Lorenzo sembra affacciarsi nuovamente alla vita, mantenendo sempre la ruvidezza di fondo, una volta conosciuta Michela (Micaela Ramazzotti), giovane donna che da Trieste è venuta ad abitare nell’appartamento di fronte al suo, insieme al marito Fabio (Elio Germano), ingegnere navale e ai loro due bambini. Continua a leggere

Intervista a Cecilia Pagliarani, direttrice artistica del Festival “Il gusto della memoria”

Giunto alla V Edizione, che avrà luogo a Roma il 28, 29 e 30 settembre, Il Festival  di cinema vintage Il gusto della memoria è una rassegna di film ispirati alle immagini d’archivio,  fondato e diretto dalla montatrice e regista Cecilia Pagliarani (co-regista con Gianni Amelio di Registro di classe e montatrice di Felice chi è diverso, sempre di Amelio) e dall’artista Manuel Kleidman,  organizzato dall’Associazione per la salvaguardia della memoria filmica amatoriale Come Eravamo, in collaborazione con l’archivio di cinema amatoriale nosarchives.comche possiede, restaura e digitalizza secondo i più innovati dispositivi dagherrotipi, negativi su vetro, diapositive, Polaroid, filmini familiari e di viaggi e di fatto costituisce il primo archivio mondiale di video ed  immagini amatoriali. Il portale ospita più di 13mila filmati e un innumerevole repertorio di immagini che hanno fatto la Storia del Ventesimo secolo.
Ho avuto modo di intervistare la direttrice artistica Ceclia Pagliarani, che ringrazio per la cortese disponibilità. Continua a leggere

“La tenerezza” di Gianni Amelio titolo d’apertura del Bif&st 2017

La tenerezza di Gianni Amelio aprirà l’ottava edizione e mezza del Bif&st, il Bari International Film Festival (22-29 aprile).
Il film, una produzione Pepito Produzioni con Rai Cinema, sarà presentato in anteprima mondiale nella sezione Anteprime Internazionali, sabato 22 aprile alle 21.30 al Teatro Petruzzelli, alla presenza del regista Gianni Amelio e dei protagonisti Elio Germano, Micaela Ramazzotti, Giovanna Mezzogiorno e Renato Carpentieri.
La distribuzione nelle sale italiane, a cura di 01 Distribution, avrà luogo dal 24 aprile.
Presidente della kermesse cinematografica pugliese, ideata e diretta da Felice Laudadio, è la regista Margarethe von Trotta, presidente onorario è Ettore Scola.

Milano, “Spazio Oberdan”: in proiezione “Nessuno mi troverà”

10042016152053A Milano, presso Spazio Oberdan, da oggi, giovedì 21, e fino a sabato 30 luglio, Fondazione Cineteca Italiana presenta il documentario Nessuno mi troverà di Egidio Eronico, presentato alla Festa di Roma nel 2015, che con una scrittura filmica dinamica e articolata torna a indagare sulla figura del geniale fisico teorico siciliano Ettore Majorana, docente presso l’Istituto di Fisica dell’Università di Napoli, scomparso a soli trentuno anni in circostanze misteriose il 26 marzo 1938. E subito ha inizio la ridda delle ipotesi, delle congetture.
Suicida? Rapito da potenze straniere? Fuggito dall’Italia? Ritiratosi in un convento? Nell’affaire Majorana sembrano implicati scienziati atomici, servizi segreti, uomini politici, militari. E il mistero s’infittisce, facendo emergere interrogativi e contraddizioni che spingono ad indagare tra le pieghe più nascoste la vita e la personalità del giovane fisico. Continua a leggere

Venezia 73: Robert Guédiguian e Kim Rossi Stuart presidenti di Giuria

Robert Guédiguian

Robert Guédiguian

Il regista francese Robert Guédiguian (Marius et Jeannette, La ville est tranquille, Les neiges du Kilimandjaro) e l’attore e regista italiano Kim Rossi Stuart (Le chiavi di casa, Romanzo criminale, Anche libero va bene), sono state scelti come Presidenti di due Giurie della 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (31 agosto-10 settembre), rispettivamente per la sezione Orizzonti e per il Premio Venezia Opera Prima Luigi De Laurentiis – Leone del Futuro. Presidente della Giuria del Concorso Venezia 73, come già annunciato, sarà il regista Sam Mendes.
Il regista Robert Guédiguian può essere considerato il moderno cantore di Marsiglia, la città dove è nato e vissuto e dove si svolge anche La ville est tranquille, presentato a Venezia nel 2000; la sua filmografia è una sorta di epopea della città, con storie ambientate nel microcosmo del quartiere natio, privilegiando vicende di gente comune. Attore tra i più importanti del cinema italiano, Kim Rossi Stuart è stato più volte protagonista alla Mostra con alcune delle sue più note interpretazioni, tra cui Le chiavi di casa (2004, Gianni Amelio) e Vallanzasca (2010, Michele Placido). Continua a leggere

Un ricordo di Paolo Poli

paolo-poli-301102_tn

Paolo Poli

Sfrontato, irriverente, arguto, forte di un’ironia mista ad una certa malizia mai esibita, anzi mitigata dall’apporto di una grande cultura (era laureato in Letteratura francese) e da quell’aria candida propria di un eterno fanciullo alla giocosa scoperta del mondo, del quale sottolineava vizi e virtù, Paolo Poli, nato a Firenze nel 1929 e morto a Roma lo scorso 25 marzo, è stato un grande attore teatrale, interprete di spettacoli dalla caratura brillante ai quali non erano estranei “voli” surreali e onirici, spesso sottolineati da suggestivi e raffinati calembour.
Poli iniziò la sua attività sul finire degli anni ’40, partecipando ad alcune trasmissioni radiofoniche della Rai di Firenze e prendendo parte a spettacoli in vari teatri cittadini (quali La borsa di Arlecchino a Genova o La cometa a Roma), evidenziando tanto la sua vena sarcastica volta allo sberleffo quanto la grazia e la naturalezza nel portare in scena quella finezza interpretativa che gli era propria. Continua a leggere