Archivi tag: Edoardo De Angelis

Questione di karma

Roma, oggi. Giacomo (Fabio De Luigi) è un 50enne (o giù di lì) la cui vita è stata segnata da un grave trauma subito all’età di 4 anni: ha visto il padre, proprietario di una ditta produttrice di matite ed articoli di cancelleria, suicidarsi gettandosi dalla finestra del suo studio. La madre Caterina (Stefania Sandrelli) sposò in seguito Fabrizio (Eros Pagni), che si adoperò per gestire al meglio l’azienda, della quale a Giacomo non sembra interessare molto, dedito com’è allo studio della storia delle religioni orientali, alla ricerca continua di una risposta al perché dell’estremo gesto paterno, lasciando appunto che siano il patrigno e la sorellastra Ginevra (Isabella Ragonese) ad occuparsene.
Un giorno, nel leggere un libro sulla reincarnazione ad opera dell’esoterista Ludovico Stern (Philippe Leroy), Giacomo arriva a convincersi che l’anima dell’amato genitore possa essere ospitata nel corpo di un altro essere vivente.
Non resta che far visita all’eminente studioso, ritiratosi a vita privata in un isolato paesello, così da chiedere lumi se una tale  eventualità si sia verificata; Stern, per quanto infastidito e con fare scostante, lo indirizza verso tale Mario Pitagora (Elio Germano), un individuo alquanto truffaldino, carico di debiti, sposato e padre di due bambini, anche se la consorte è in procinto di lasciarlo.
L’incontro fra il rintronato giuggiolone e lo scaltro maneggione darà presto i suoi frutti, inizialmente solo a quest’ultimo, in attesa che il karma faccia il suo corso… Continua a leggere

David di Donatello 2017: le candidature

davidSono state rese note nei giorni scorsi le candidature ai Premi David di Donatello 2017 scelte dall’Accademia del Cinema italiano, la cui cerimonia di premiazione si svolgerà il prossimo 27 marzo.
La pazza gioia di Paolo Virzì e Indivisibili di Edoardo de Angelis ottengono 17 candidature a testa, a seguire, con 16 candidature, Veloce come il vento di Matteo Rovere.
Novità di quest’anno, il riconoscimento alla miglior sceneggiatura adattata oltre che alla migliore sceneggiatura originale. Di seguito, l’elenco delle candidature. Continua a leggere

Los Angeles: tutto pronto per la 12ma edizione di “Cinema Italian Style”

cinema-italian-style-2016-419x600Si apre oggi, lunedì 14, a Los Angeles, la 12ma edizione di Cinema Italian Style, la rassegna promossa da Istituto Luce Cinecittà con American CInematheque che si protrarrà fino al 23 novembre, portando ad Hollywood, con autori e protagonisti, una vetrina di titoli tra i più significativi delle ultime stagioni. Un’edizione dedicata a Dino Risi nel centenario della nascita, ma soprattutto al lancio ufficiale di Fuocoammare per la corsa agli Oscar®, che avrà luogo ala presenza del suo autore, Gianfranco Rosi, giovedì 17 novembre, all’Egyptian Theatre. Dopo la proiezione seguirà una speciale conversazione del regista con il direttore della Mostra Internazionale d’ Arte Cinematografica di Venezia, Alberto Barbera. Intanto questa sera, sempre all’Egyptian Theatre, vi sarà la proiezione de Il sorpasso di Dino Risi, in una versione restaurata promossa da Istituto Luce Cinecittà, Cineteca di Bologna e Surf Film, un capolavoro italiano amatissimo in America, che anticipa la grande retrospettiva in programma dal 14 dicembre al MoMA di New York. Continua a leggere

Oscar 2017: i sette titoli italiani iscritti per la candidatura

academy_award_trophyFuocoammare (Gianfranco Rosi), Gli ultimi saranno gli ultimi (Massimiliano Bruno); Indivisibili (Edoardo De Angelis); Lo chiamavano Jeeg Robot (Gabriele Mainetti); Perfetti sconosciuti (Paolo Genovese); Pericle il nero (Stefano Mordini); Suburra (Stefano Sollima): ecco, selezionati fra i film italiani distribuiti sul nostro territorio tra il 1 ottobre 2015 e il 30 settembre 2016, i sette titoli che si sono iscritti alla corsa per la candidatura del rappresentante italiano all’Oscar per il migliore film di lungometraggio in lingua non inglese.
Lo ha reso noto oggi, venerdì 16 settembre, l’ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali): il candidato verrà scelto lunedì 26 settembre, quando si riunirà l’apposita Commissione di selezione, che agisce in rappresentanza dell’Academy of Motion Pictures Arts and Sciences, composta da Nicola Borrelli (direttore generale cinema del Ministero per i Beni e le attività culturali), Tilde Corsi (produttrice), Osvaldo De Santis (distributore), Piera Detassis (giornalista), Enrico Magrelli (giornalista), Francesco Melzi D’Eril (distributore), Roberto Sessa (produttore), Paolo Sorrentino (regista), Sandro Veronesi (scrittore). La cerimonia di consegna degli Oscar è in programma a Los Angeles domenica 26 febbraio 2017.

“BlackOut” vince il “Premio Colonne Sonore.net – Miglior Canzone per Film Italiano 2014”

Antonella Ruggiero

Antonella Ruggiero

BlackOut – Una luce nell’oscurità, il film nato dall’idea e dalla volontà di un gruppo di ragazzi di sedici e diciassette anni del bassanese, diretto da Manuel Zarpellon e Giorgia Lorenzato, che lo scorso anno ha portato a casa con il 95% dei voti il Primo Premio per la categoria Pizzoc al Vittorio Veneto Film Festival, riscuotendo inoltre tanto la simpatia quanto l’attenzione del pubblico e dei media per la particolarità della propria storia, si è visto assegnare nei giorni scorsi un altro importante riconoscimento: Io credo io penso io spero, la canzone originale scritta da Marco Testoni sulle liriche di Edoardo De Angelis e Maria Cristina Di Giuseppe (edizioni musicali Helikonia e Libera Music) per la pellicola, ed interpretata da Antonella Ruggiero, si è aggiudicata il Premio Colonne Sonore.net – Miglior Canzone per Film Italiano 2014, il più importante in Italia riservato espressamente al mondo della musica per le immagini. Continua a leggere

Andiamo a quel paese

(Movieplayer)

(Movieplayer)

Palermo. Salvo (Ficarra) e Valentino (Picone), amici di vecchia data, causa perdita del lavoro, sono costretti a lasciare la città per trasferirsi nel paese di Monteforte, dove Valentino potrà abitare nella casa dei suoi genitori, emigrati in Germania, mentre Salvo troverà ospitalità, con sua moglie Donatella (Tiziana Lodato) e la loro bambina, nella vicina abitazione della suocera.
Se la pensione di quest’ultima si rivelerà utile per sbarcare il lunario, non può però rappresentare la soluzione definitiva, quindi, in attesa di chiedere la raccomandazione all’onorevole di turno, magari per far fruttare il “pezzo di carta” conseguito da Valentino, Salvo escogita un piano in apparenza perfetto: considerato che già zia Lucia (Lily Tirinnanzi) abita con loro, perché non accogliere altri parenti, assicurando vitto (il più salutare possibile, onde garantire lunga vita …) e alloggio in cambio della pensione?
Ma gli inconvenienti, dai risvolti anche tragici, non mancheranno, tanto da far sì che l’improvvisato ospizio acquisti ben presto la nomea di casa stregata, abbandonato man mano da tutti i suoi ospiti, tranne zia Lucia.
E quando questa verrà, prima o poi, a mancare, come si andrà avanti?
Anche qui Salvo ha la soluzione pronta, basta che Valentino sposi la citata parente, “una pensione è per sempre”… Continua a leggere

Perez.

kNapoli. Demetrio Perez (Luca Zingaretti) è un avvocato d’ufficio, professione che svolge meccanicamente, con l’impassibilità propria di un semplice passacarte.
E’ stanco, sfiduciato, gli ideali, la passione, che probabilmente un tempo lo animavano, hanno lasciato il campo ad una rituale amministrazione della giustizia in nome della mera verità processuale.
Nel corso dei vari processi assiste individui ai margini del vivere sociale, spesso affiliati ad associazioni criminali, e si limita ad annuire, con fare rassegnato ed abulico.
La disillusione sembra essere la sua sola compagna di vita da quando la moglie lo ha lasciato, ogni azione è protesa a mettersi al riparo da ogni possibile evento infelice, all’interno di una circoscritta ignavia esistenziale.
Un solo amico, il collega Ignazio Merolla (Gianpaolo Fabrizio), cinico loser, con un passato segnato dalla morte del figlio, tanto tragica e sconvolgente da non consentire alcuna elaborazione in proiezione almeno di un migliore presente.
Ma vi è qualcuno nei cui confronti Perez prova ancora un forte affetto, pur nella difficoltà, reciproca, di esternarlo, la figlia Tea (Simona Tabasco): per lei scenderà a patti col subdolo Luca Buglione (Massimiliano Gallo), camorrista collaboratore di giustizia, pronto ad incastrare il fidanzato di Tea, Francesco Corvino (Marco D’Amore), violento e ambiguo delinquente, in cambio di un semplice favore, recuperare una partita di diamanti dallo stomaco di un toro … Continua a leggere