Archivi tag: Cristina Soldano

Festival del Cinema Europeo di Lecce: la 18ma edizione rende omaggio a Totò

Doppio anniversario per il Festival del Cinema Europeo di Lecce (3-8 aprile, Multisala Massimo) diretto da Alberto La Monica e Cristina Soldano, che si accinge a festeggiare i suoi 18 anni di attività e il cinquantenario dalla scomparsa di Totò, il Principe Antonio De Curtis, cui il Festival dedicherà un particolare omaggio inaugurando questa nuova edizione con l’anteprima mondiale del restauro di Chi si ferma è perduto di Sergio Corbucci, 1960, realizzato a cura della Cineteca di Bologna e Titanus, presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata, con il contributo del Festival del Cinema Europeo.
La proiezione sarà presentata dal direttore della Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli e si terrà la sera di lunedì 3 aprile al Cinema Multisala Massimo di Lecce alla presenza della nipote del Principe De Curtis, Elena Alessandra Anticoli De Curtis e con la partecipazione straordinaria di Carlo Croccolo, che riceverà l’Ulivo d’Oro alla Carriera a pochi giorni dal suo 90mo compleanno: l’attore racconterà al pubblico, in un incontro moderato da Valerio Caprara, la sua lunga carriera insieme a Totò.

**********************

Sono vent’anni che lei dice di essere un perito, ma non perisce mai.
Ma perisca una buona volta, mi faccia il piacere!

Il pericolo ci sovrasta, in questo ufficio c’è uno iettatore: non uno iettatore da poco, ma uno iettatore ereditario. Il nonno era imbarcato sul Titanic e fu l’unico superstite del naufragio. Lo sbarcarono a Messina e la notte stessa venne il terremoto. Saranno coincidenze che coincidono, ma una coincidenza oggi, una coincidenza domani…

(Antonio Guardalavecchia/Totò in Chi si ferma è perduto)

Festival del Cinema Europeo XV Edizione: “Ulivo d’Oro” a “Blind Dates”

untitledghgSi è conclusa ieri, sabato 3 maggio, a Lecce, la XV edizione del Festival del Cinema Europeo, con la proiezione della pellicola Alabama Monroe- Una storia d’amore, di Felix Van Groeningen, ad accompagnare la cerimonia di premiazione. Nell’ambito del Concorso di Lungometraggi (10 film europei, in lingua originale, selezionati da Cristina Soldano, sottotitolati in italiano e presentati in anteprima nazionale) la Giuria Internazionale composta da Luis Minarro (regista e produttore), Lou Castel (attore), Stefan Kitanov (Direttore Festival di Sofia), Licia Eminenti (Project Manager Eurimages), Jasmila Žbanić (regista,) ha assegnato l’Ulivo d’ Oro al film Blind Dates di Levan Koguashvili. Continua a leggere

“Festival del Cinema Europeo” 2013: i vincitori

festival-del-cinema-europeo-2013-i-vincitori-L-YA6etoSabato 13 aprile si è conclusa a Lecce, presso il Cinema Multisala Massimo, la XIV Edizione del Festival del Cinema Europeo, con la proclamazione dei vincitori: nell’ambito del Concorso di Lungometraggi Europei, fra le dieci pellicole, in lingua originale, selezionate da Cristina Soldano e sottoposte al vaglio della Giuria Internazionale (Grazia Volpi, produttrice; Maya Sansa, attrice; Claudia Landsberger, Direttrice di EYE International-Film Institute Netherlands; Andriy Khalpakhchi, Direttore Molodist Film Festival-Kiev; Leon Lucev, attore), l’ Ulivo d’ Oro come Miglior Film è stato conferito a Loving, di Slawomir Fabicki (Polonia, 2012).

Slawomir Fabicki

Slawomir Fabicki

Riguardo gli altri riconoscimenti: Premio per la Migliore Fotografia a Silent Ones, Ricky Rijneke (Olanda/Ungheria 2013). Premio per la Migliore Sceneggiatura a Three Words, Catherine Corsini (Francia, 2012), che si aggiudica anche il Premio del Pubblico.
Premio Speciale della Giuria a The Almost Man, Martin Lund (Norvegia, 2012). Premio di 5.000 euro a Ships, Elif Refig (Turchia, 2012). Premio S.N.G.C.I. per il Miglior Attore Europeo a Wolfram Koch, interprete di Our Little Differences, diretto da Sylvie Michel (Germania, 2012). Premio Officine Lab al Miglior Attore non Protagonista a Roland Rába, per Silent Ones, di Ricky Rijneke (Olanda/Ungheria 2013).

Il Premio Cineuropa è stato assegnato dalla giuria composta da Luciana Castellina (Presidente Onoraria Cineuropa), Amra Baksic Camo (Direttrice Cinelink, Sarajevo Film Festival), Guillaume Calop (General manager Les Arc Film Festival), a The Dead And The Living, di Barbara Albert (Austria, 2012).
Il Premio FIPRESCI è stato conferito da una giuria internazionale di critici cinematografici (Karin Svensson, Marie-Pauline Mollaret, Ignazio Senatore), a Ships di Elif Refig (Turchia, 2012). Premio Cinecibo a Il Pasticciere, Luigi Sardiello (Italia, 2012).

Premio Emidio Greco:la giuria composta dal direttivo del CNC, dal Festival e dalla Famiglia Greco ha assegnato il riconoscimento a Tiger Boy, di Gabriele Mainetti.Concorso Puglia Show:la giuria composta da Ugo Lo Pinto, Cosimo Damiano D’Amato e Piero Marsili Libelli, ha assegnato a Matilde di Vito Palmieri il Premio CNC, il Premio Augustus Color e, per la prima volta, anche un Premio in denaro di 1.000 euro, offerto da Maria Josè Petruzzi di Pietroforte. Menzione speciale della giuria a Rumore bianco, di Alessandro Porzio.

Lecce: “Festival del Cinema Europeo” XIV Edizione

lecce-festival-del-cinema-europeo-xiv-edizion-L-M7htZ1Si terrà a Lecce dall’8 al 13 aprile, presso il Cinema Multisala Massimo, il Festival del Cinema Europeo, diretto da Alberto La Monica e Cristina Soldano, mentre ad un Comitato dei Garanti, composto da Krzysztof Zanussi, Citto Maselli, Morando Morandini, Gianni Volpi, viene affidato il compito di certificare qualità e validità culturale della manifestazione, la quale, a quattordici anni dalla nascita, si rivela sempre al passo con i tempi ed attenta ai grandi eventi culturali dell’Europa e del Mediterraneo, in particolare al dialogo interculturale.

Francesca Neri (Wikipedia)

Francesca Neri (Wikipedia)

La Sezione I protagonisti del cinema Italiano sarà dedicata all’attrice Francesca Neri, nella previsione di una retrospettiva dei film interpretati, oltre ad una mostra di fotografie, tratte dal suo archivio personale e dalla Fototeca del Centro Sperimentale di Cinematografia, allestita presso l’ex Monastero dei Teatini (ingresso libero). La Sezione I protagonisti del cinema europeo celebrerà invece il regista finlandese Aki Kaurismaki, con una rassegna completa delle pellicole da lui dirette, a cura di Massimo Causo, unita anche in tal caso ad una mostra fotografica ad ingresso libero allestita presso il Castello Carlo V.
Previsti poi, in data venerdì 12 aprile, alle ore 11.00, un incontro con l’autore a cura del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani e sabato 13, come Evento Speciale, in chiusura, la proiezione del film Centro Historico (quattro episodi a firma Kaurismaki, Pedro Costa, Manoel de Oliveira, Victor Erice).

Aki Kaurismaki

Aki Kaurismaki

Il cinema israeliano sarà il protagonista della Sezione Mediterraneo:con il sostegno dell’Ambasciata di Israele e la collaborazione dell’Israel Film Fund e del Pitigliani Kolno’a Festival di Roma, la kermesse propone una rassegna di film (lungometraggi, documentari e cortometraggi) rappresentativi della produzione israeliana contemporanea.
Si rinnova la consegna del Premio Mario Verdone, istituito nel 2010 dal Festival insieme al Centro Sperimentale di Cinematografia e al Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, con l’intento di premiare un giovane autore italiano (massimo 40 anni) che si sia particolarmente distinto per il suo talento nell’ultima stagione cinematografica nel realizzare un’opera prima o seconda.
La giuria è composta da Silvia, Luca e Carlo Verdone, i quali assegneranno il Premio sabato 13 aprile, durante la Cerimonia di Chiusura.
Questa la terna dei finalisti:Francesco Amato per Cosimo e Nicole (opera seconda), Claudio Giovannesi per Alì ha gli occhi azzurri (opera seconda) e Ivan Silvestrini per Come non detto (opera prima).

Emidio Greco

Emidio Greco

Al concorso di lungometraggi europei parteciperanno, in anteprima italiana, altri dieci film, selezionati da Cristina Soldano e giudicati da una giuria internazionale composta da Grazia Volpi (produttrice), Maya Sansa (attrice), Claudia Landsberger (Direttrice di EYE International-Film Institute Netherlands), Andriy Khalpakhchi (Direttore Molodist Film Festival-Kiev), Leon Lucev (attore).
Tra gli eventi in anteprima il documentario Diciannove e settantadue di Sergio Basso, incentrato sulla vita di Pietro Mennea, e un omaggio al regista Fernando Di Leo, originario di San Ferdinando di Puglia, a dieci anni dalla sua scomparsa, con una rassegna dei film più rappresentativi del suo stile.
Inoltre quest’anno sarà istituito il Premio in memoria del regista Emidio Greco, insieme al Centro Nazionale del Cortometraggio e d’intesa con la famiglia, da assegnare ad un giovane autore italiano, premiando il suo talento nella realizzazione di un cortometraggio.

Informazioni dettagliate sul programma ed eventi correlati: http://festivaldelcinemaeuropeo.it/