Archivi tag: Claudio Gubitosi

“Into The Magic”, l’urlo felice della 47ma edizione del Giffoni Film Festival

4.600 giurati provenienti da 52 Paesi: saranno loro gli indiscussi protagonisti della 47ma edizione del Giffoni Film Festival, in programma da oggi, venerdì 14, fino a sabato 22 luglio. La kermesse ideata e diretta da  Claudio Gubitosi ha quest’anno come tema guida, scelto dalla community di Giffoni Experience, Into The Magic, espressione dell’urlo felice di chi vuole tuffarsi nell’esperienza Giffoni, da tantissimi ragazzi definita, appunto, Magica, vuoi per gli incontri fra generazioni e terre distanti, vuoi  per le storie cinematografiche che propone da sempre e che illuminano mondi altrimenti invisibili, sconosciuti dando vita ad un’esperienza capace di ripetersi ogni anno così simile a se stessa e così indicibilmente diversa. L’immagine del Festival è stata affidata alle mani del maestro Mimmo Paladino, pittore, scultore e incisore le cui opere sono collocate in alcuni tra i principali musei internazionali (fra gli altri, il Metropolitan Museum of Art di New York).  Le sezioni del festival sono: Elements +3 (dai 3 ai 5 anni), Elements +6 (dai 6 ai 9 anni), Elements +10 (da 10 ai 12 anni), Generator +13 (dai 13 ai 16 anni), Generator +16 (dai 16 ai 17 anni), Generator +18 (18 anni in su), Gex Doc (sezione dedicata a docenti e filmgoers) e Parental Control – Destinazione Italia (rivolta a tutta la famiglia), per un totale di 101 i titoli tra lungometraggi, cortometraggi e documentari, selezionati tra oltre 4500 opere ricevute in preselezione pronti a contendersi i Gryphon Award, i cui temi spaziano dalle atrocità della guerra alla complessità dei primi amori, passando per l’ostinazione e la voglia di realizzare un sogno, affermando il proprio “io” nel passaggio dall’infanzia all’età adulta. Continua a leggere

Annunci

Giffoni 2016, i vincitori

289906-urban-hymn-0-230-0-345-cropHa avuto conclusione ieri, domenica 24 luglio, la 46esima edizione del Giffoni Film Festival, con l’annuncio dei vincitori tra i film in concorso, nel corso della conferenza stampa finale da parte di Claudio Gubitosi, direttore dela kermesse, e della direzione artistica che ha visionato e scelto i titoli, Manlio Castagna, Luca Apolito, Gianvincenzo Nastasi e Antonia Grimaldi, presentati nelle sezioni competitive Elements +3 (3-5 anni), Elements +6 (6-9 anni), Elements +10 (10-12 anni), Generator +13 (13-15 anni), Generator +16 (16-17 anni), Generator +18 (dai 18 anni in su) e Gex Doc. Riguardo i lungometraggi ha conseguito il Gryphon Award, nella sezione Generator +18, Urban Hymn dello scozzese Michael Caton-Jones, film che vede come sfondo le rivolte estive britanniche del 2011, per una storia di redenzione ambientata nel sud est di Londra. Secondo classificato della sezione, Chicken dell’inglese Joe Stephenson. Il Gryphon Award nella sezione Generator +16 è stato invece conferito a The Violin Teacher del brasiliano Sérgio Machado. Secondo classificato della sezione, My Name Is Emily dell’irlandese Simon Fitzmaurice. Continua a leggere

Le destinazioni di Giffoni 2016

untitledDestinazione: questo il tema della 46ma edizione del Giffoni International Film Festival, che prenderà il via domani, venerdì 15, per concludersi domenica 24 luglio, a Giffoni Valle Piana, Salerno, per la direzione artistica di Claudio Gubitosi. Anche quest’anno a scegliere il tema è stata la community di Giffoni, quel “popolo” che attraverso i social ha l’opportunità di far sentire la propria voce, comunicare esigenze, indicare la strada da percorrere per ottemperare al meglio ai bisogni e alle curiosità di una generazione che, dai 3 ai 25 anni, si forma all’ombra della Settima Arte. Destinazione, dunque. Un tema e allo stesso tempo un obiettivo, si viaggia per mettersi in discussione e quindi per autodeterminarsi. Destinazioni volte ad esprimere la propria individualità, la prima possibilità di affrancamento dal mondo genitoriale, un cercare se stessi in anni in cui “trovarsi” è la meta più ambita. Destinazioni espressioni di un sentore collettivo, perché nessun eroe viaggia da solo anche quando, di fatto, lo è. C’è sempre un mentore a indicargli la strada e a Giffoni i mentori spesso sono costituiti dai film in concorso, il buon cinema a rischiarare la via, un grande attore che si racconta nella sua esperienza di vita e di lavoro. E ogni viaggio comporta necessariamente a delle rinunce, non possiamo portare tutto con noi, nella consapevolezza di poter acquisire tante novità nel corso del cammino. Non si può poi non tenere conto della destinazione (Italia o Europa) di tanti migranti che si mettono in viaggio costretti dalla fame e dalla guerra, per luoghi sconosciuti: l’arte elimina la vacua retorica da ogni dibattito al riguardo e pone gli uomini solo e soltanto di fronte a loro stessi. Continua a leggere

Giffoni Film Festival 2015: i vincitori

Una scena del film

Una scena del film “Grotto”

Ecco i film vincitori della 45ma edizione di Giffoni Film Festival, che si è conclusa ieri, domenica 26 luglio, a Giffoni Valle Piana (SA), secondo le valutazioni espresse dai 3.600 giurati, iniziando dalla sezione lungometraggi. Elements+6. Il premio per il miglior film è stato vinto dall’italiano Grotto di Micol Pallucca, mentre al secondo posto si è piazzato The Amazing Wiplala dell’olandese Tim Ollehoek. Elements +10. La vittoria è andata al belga Labyrinthus (Douglas Boswell), al secondo posto il danese The Shamer’s Daughter (Kenneth Kains). Elements +13, Sanctuary (Marc Brummond). Secondo posto per il norvegese Beatles (Peter Flinth). Elements +16, All The Wilderness (Michael Johnson). Al secondo posto Standing Tall della francese Emmanuelle Bercot. Elements+18, Gryphon Award per Coin Locker Girl (Han Jun-Hee), seguito da Gabriel dell’americano Lou Howe.
Nella sezione Gex Doc, vittoria per l’italiano Forever Stars di Mimmo Verdesca, secondo posto per il canadese All The Time In The World (Suzanne Crocker), che si è aggiudicato anche il Grifone di alluminio e il Premio Cial per l’ambiente. Continua a leggere

Giffoni Film Festival 2015

immagine2015verticaleCarpe Diem – Cogli l’attimo: questo il tema della 45ma edizione del Giffoni International Film Festival, che prenderà il via domani, venerdì 17, per concludersi domenica 26 luglio, a Giffoni Valle Piana, Salerno, per la direzione artistica di Claudio Gubitosi. Mentre Be Different ha segnato la scorsa edizione, toccherà ora al “monito di Orazio” (Odi 1, 11, 8), ricco di sfumature e di molteplici letture quali la paura del tempo che passa, la gioia del godimento del presente, il desiderio di vivere l’occasione senza rimpianti, ripreso e reso popolare dal compianto Robin Williams nei panni del professor Keating ne L’attimo fuggente (Dead Poets Society, Peter Weir, 1989), fare da fil rouge alle molteplici attività del Festival. Anche quest’anno a scegliere il tema è stata la community di Giffoni, quel “popolo” di oltre 122 mila fan che fanno della pagina Facebook dell’evento la più grande e viva in Italia e al settimo posto al mondo tra quelle dedicate ai festival di cinema.

Tea Falco (Grazia.it)

Tea Falco (Grazia.it)

3.600 giurati provenienti da circa 50 Paesi, migliaia di ragazzi dai 3 ai 18 anni in su saranno ancora una volta il cuore e l’anima della kermesse, pronta a stupire con il suo ricco programma: 156 film di cui 98 in concorso, 7 anteprime e 7 teaser delle più importanti major, 3 eventi speciali in anteprima mondiale, una maratona Omaggio a Robin Williams, 10 eventi musicali; sarà Tea Falco, reduce dal successo della serie tv di Sky 1992 per la regia di Giuseppe Gagliardi, ad inaugurare il Blu Carpet in Cittadella venerdì 17 luglio, accompagnata da Stefano Fresi, noto al grande pubblico grazie al film Smetto quando voglio del salernitano Sydney Sibilia. Continua a leggere

Orlando Bloom al Giffoni Film Festival

Olrlando Bloom

Olrlando Bloom

Si arricchisce sempre più il programma degli incontri per i giurati della 45esima edizione del Giffoni Experience, esortati dal tema di quest’anno, Carpe Diem, a rendere straordinaria la propria vita, con coraggio e passione.
E sarà proprio uno degli attori che ha meglio incarnato sul grande schermo queste due virtù, Orlando Bloom, l’ospite internazionale con cui gli oltre 3.600 ragazzi provenienti da 52 Paesi potranno confrontarsi il prossimo 25 luglio. Lo ha annunciato ieri, mercoledì 24 giugno, Claudio Gubitosi, nel corso di un incontro alla redazione de Il Mattino con il direttore Alessandro Barbano. Acclamato per il personaggio di Legolas, l’arciere elfo della trilogia de Il Signore degli Anelli, con cui ha conquistato giovanissimo nel 2001 la fama planetaria – e diversi premi – e nei cui panni è tornato, dieci anni dopo, per i tre adattamenti del prequel Lo Hobbit, Bloom si è imposto in pochissimo tempo tra le giovani star più cool del cinema internazionale. Continua a leggere

News da Giffoni

giffoni2015_manifestoAlle giurie di Giffoni Experience 2015 (17 – 26 luglio), si aggiungono anche quattro ragazzi iracheni della Piana di Ninive. L’Ambasciatore italiano in Iraq, Massimo Marotti, che ha voluto e sostenuto la partecipazione al Giffoni Experience, ha dichiarato: “Desideriamo offrire a quattro ragazzi iracheni e ad un loro accompagnatore l’opportunità di vivere dieci giorni con coetanei di altre nazioni, nel nostro Paese, nello speciale ruolo di giurati e nell’atmosfera che si respira a Giffoni durante il Festival”. Il Direttore del Giffoni Experience, Claudio Gubitosi, ha accettato con piacere la richiesta e ha dato immediate disposizioni di attivare tutte le procedure agli uffici e all’associazione AURA, che cura i progetti sociali ed umanitari. Lo scorso anno i quattro ragazzi, tra i 12 e i 14 anni, hanno dovuto abbandonare con le loro famiglie le proprie case nell’Iraq del nord dopo gli attacchi dell’ISIL. Oggi vivono assieme a migliaia di abitanti di Mossul e della Piana di Ninive nel quartiere cristiano di Erbil, nella parrocchia di Sant’Elia, parte della Diocesi caldea. Continua a leggere