Archivi tag: Carlo Verdone

Un ricordo di Alessandro Alessandroni (1925-2017)

Alessandro Alessandroni

La musicale semplicità di un fischio, perfettamente coordinato con il tema portante della colonna sonora, motivi difficilmente dimenticabili, ora suggestivi e trascinanti, in sella ad un cavallo attraversando le lande desolate del  West più selvaggio, ora dolcemente evocativi e malinconici, passeggiando per le vie di una Roma semideserta in pieno Ferragosto… Grazie, Maestro Alessandroni.

 

Venezia 73: “Premio Robert Bresson 2016” al regista russo Andrei Konchalovsky

_rt6y3ccIn occasione della 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia la Fondazione Ente dello Spettacolo (FEdS) e la Rivista del Cinematografo conferiranno, oggi, venerdì 9 settembre, alle ore 11.00, nello Spazio FEdS (Sala Tropicana 1) dell’Hotel Excelsior di Venezia, il Premio Robert Bresson 2016 al regista russo Andrei Konchalovsky, riconoscimento che sarà consegnato da Mons. Dario Edoardo Viganò, Prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede, alla presenza del Presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo don Davide Milani.
Il Premio Robert Bresson – un’opera intitolata Hope e realizzata dallo scultore e orafo Andrea Cagnetti, in arte Akelo –, istituito nel 1999, viene assegnato ogni anno alla Mostra dalla Fondazione Ente dello Spettacolo e dalla Rivista del Cinematografo, in accordo con la Santa Sede, al regista che abbia dato una testimonianza significativa del difficile percorso di ricerca del significato spirituale dell’esistenza. Nelle precedenti edizioni è stato attribuito a: Giuseppe Tornatore, Manoel de Oliveira, Theo Angelopoulos, Krzysztof Zanussi, Wim Wenders, Jerzy Stuhr, Zhang Yuan, Daniel Burman, Walter Salles, Aleksandr Sokurov, Mahamat Saleh-Haroun, Jean-Pierre e Luc Dardenne, Ken Loach, Amos Gitai, Carlo Verdone e Mohsen Makhmalbaf. Continua a leggere

Per un pugno di scalini

manifesto-leonePrende il via oggi, giovedì 30 giugno, a Roma, con l’introduzione di Ennio Morricone a C’era una volta in America, l’Omaggio a Sergio Leone voluto da Piccolo Cinema America, all’interno del progetto Festival Trastevere Rione del Cinema, CityFest / Fondazione Cinema per Roma, presieduta da Piera Detassis, e Leone Film Group. Luogo deputato alle proiezioni la Scalea del Tamburino/Scaloni di Viale Glorioso (Trastevere), dove il regista è cresciuto e vissuto per più di 20 anni.

Sergio Leone

Sergio Leone

“Dalla scalinata che chiude la strada, venivamo giù a taboga con delle tavole di legno. Ci facevamo pipì sopra, perché scivolassero meglio. Facevamo a sassate, ci battevamo contro quelli di Monteverde. Era la nostra Via Pal, e avrei voluto farne un film. Scrissi una sceneggiatura, ma il mio amico Fellini mi bruciò sul tempo”.
La Scalea del Tamburino, edificata nel 1891 in ricordo del sedicenne ciociaro Domenico Subiaco, morto in difesa della Repubblica Romana dall’invasione francese, ospiterà un mega schermo che sarà installato sul primo blocco di scalini, mentre una cabina di proiezione sorveglierà dall’alto la struttura, trasformando così l’enorme scalinata in un’arena cinematografica a cielo aperto con proiettore acceso dal tramonto all’alba. Continua a leggere

Nastri d’Argento 2016, “Premio Nino Manfredi” a Carlo Verdone e Antonio Albanese

Antonio Albanese e Carlo Verdone

Antonio Albanese e Carlo Verdone

Sabato 2 luglio, presso il Teatro Antico di Taormina, nel corso della cerimonia di premiazione dei Nastri d’Argento, riconoscimento istituito dal SNGCI giunto quest’anno alla 70ma edizione, sarà consegnato il Premio Nino Manfredi a Carlo Verdone e Antonio Albanese, coppia comica dell’anno nel film scritto e diretto da Verdone e interpretato insieme, L’abbiamo fatta grossa. L’omaggio dei Nastri d’Argento a Nino Manfredi torna al Teatro Antico per la quarta volta. E’ un’iniziativa del SNGCI condivisa con la famiglia e in particolare con la moglie di Nino, Erminia, che nella sua città di origine ha accolto, con grande entusiasmo, la proposta del Sindacato di consegnare un premio nel nome di Nino. Continua a leggere

L’abbiamo fatta grossa

1Roma, oggi. Yuri Pelagatti (Antonio Albanese) è un attore di teatro che sta attraversando un momento difficile.
Separato dalla moglie Carla (Clotilde Sabatino), che lo ha lasciato stanca dei suoi continui tradimenti, incontra difficoltà nel rammentare le battute una volta in scena, anche perché quanto si trova attualmente a recitare presenta non poche similitudini con ciò che ha dovuto affrontare nella vita reale. Considerate le problematiche finanziarie, difficile trovare una scrittura decente alla presenza del descritto impasse, Yuri pensa di rivolgersi a tale Arturo Merlino (Carlo Verdone), investigatore privato con un passato da carabiniere, perché gli fornisca le prove che la sua ormai ex consorte frequenta un altro uomo, così da evitare di pagarle gli alimenti e continuare comunque a vedere i due bambini. In realtà non è che Merlino se la passi poi tanto bene: divorziato (l’ex moglie vive a Miami con un greco), coabita con la svanita zia Elide (Virginia De Brescia) e riesce a racimolare qualche soldo grazie alla soluzione di piccoli casi (il recupero del gatto Benito di un generale in pensione). Continua a leggere

“Roma CityFest”, da oggi il via alle masterclass

Fondazione Cinema Per RomaDopo il successo ottenuto lo scorso anno, riprendono da oggi, lunedì 25 gennaio, per proseguire fino al 18 aprile, le attività di CityFest, il contenitore di eventi culturali realizzato dalla Fondazione Cinema per Roma. Nell’ambito del programma di Cinema al MAXXI, presso il citato Museo delle Arti e nelle sale del cinema My Cityplex Savoy (grazie alla collaborazione tra Filmauro e la Fondazione), avranno luogo sei masterclass, curate da Mario Sesti, responsabile dei Progetti Speciali di CityFest, i quali vedranno protagonisti grandi autori e attori cinematografici, interpreti di talento e personalità del mondo dell’arte e della cultura, così da offrire spazio ad un un viaggio che, partendo dal puro piacere per il cinema, avrà modo di incontrare diverse strade attraverso la scoperta del linguaggio, della tecnica e della passione da cui nasce e si sviluppa la Settima Arte. Ad inaugurare il nuovo ciclo di appuntamenti Sergio Castellitto, interprete, regista e sceneggiatore fra i più apprezzati del panorama italiano ed europeo, che incontrerà il pubblico oggi alle ore 21 presso il cinema My Cityplex Savoy. Continua a leggere

Showbiz

SHOWBIZ-di-luca-ferrari-LOCANDINA-800x1163Presentato oggi, martedì 20 ottobre, in anteprima mondiale alla X Festa del Cinema di Roma, Showbiz, scritto, diretto e fotografato da Luca Ferrari (Pezzi, 2012, il suo esordio, ha conseguito il Premio Doc It – Prospettive Italia Doc per il Migliore Documentario italiano al Festival Internazionale del film di Roma) è un documentario che descrive con vivida efficacia, visiva e contenutistica, il mondo dello spettacolo degli anni ’80 e ’90, quello orbitante intorno le televisioni locali romane e i ritrovi notturni della Capitale, fra feste nei night club alla moda e sfilate di ragazze in lingerie, senza dimenticare l’affermazione delle emittenti private su scala nazionale, con programmi quali il Maurizio Costanzo Show. Era un periodo in cui il culto dell’immagine e del quarto d’ora di celebrità concesso praticamente a chiunque, profetizzato da Andy Warhol, iniziavano a prendere piede, in una forma inizialmente più ruspante e genuina rispetto all’odierna entrata in scena dei vari “morti di fama”, che sgomitando fra talent vari e il web riescono a trovare la loro effimera consacrazione “pronto uso”. Ferrari segue quattro personaggi tra passato e presente (efficace al riguardo il montaggio di Adriano Patruno), ne sviluppa le storie, gli esordi del tempo e la loro attuale condizione, con pudico rispetto, puntando essenzialmente sulla loro autenticità, restando lontano tanto dal facile patetismo quanto da quell’aura illusionistica tipica di un museo delle cere volta a far intendere che nulla è mutato rispetto al passato. Continua a leggere