Archivi tag: Bruno Bozzetto

Bozzetto non troppo (2016)

Presentato alla 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (Sezione Classici- Documentari sul cinema), scritto e diretto da Marco Bonfanti (L’ultimo pastore, 2012), Bozzetto non troppo, proiettato lo scorso 19 aprile al Cinema Kino di Roma, si palesa alla visione come una realizzazione pregevole nella sua fattura complessiva: in primo luogo appare rimarchevole un andamento narrativo che prende le distanze dalla costruzione propria di un biopic propriamente detto, facendo sì che la figura di Bruno Bozzetto, fra i più importanti protagonisti dell’animazione italiana, si presenti in prima persona agli spettatori. Viene così offerto naturale risalto alla sua personalità, umana ed artistica, permeata in egual misura di concretezza, ironia ed una creatività improntata tanto all’espressione di una fantasia pura, semplice, libera da qualsivoglia schematismo precostituito, quanto ad un pragmatismo ancorato vitalmente alla realtà circostante. A tale ultimo riguardo, Bonfanti dà adito alla visualizzazione  di una congrua e fluida analisi relativa alla confluenza fra l’ordinaria quotidianità, gli spunti, in positivo o in negativo, che quest’ultima è in grado di offrire e l’inventiva espressa da Bozzetto nelle proprie realizzazioni: una “contaminazione” tra arte e vita che va infine a cristallizzarsi in un suggestivo unicum, “eversivo” e poetico al contempo.   Continua a leggere

Annunci

Roma, “Cinema Kino”: incontro con Bruno Bozzetto

Bruno Bozzetto e il Signor Rossi

Mercoledì 19 aprile al Cinema Kino di Roma (via Perugia, 34), avrà luogo una serata speciale dedicata a Bruno Bozzetto, presente al cinema del Pigneto per un incontro pubblico, previsto alle ore 21:00, a cui parteciperanno il regista Marco Bonfanti, la produttrice Anna Godano e il fumettista Lorenzo Ceccotti, in arte LRNZ, che seguirà alla proiezione, alle ore 19:30, del documentario Bozzetto non troppo, diretto dal citato Bonfanti, presentato alla 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, distribuito da Istituto Luce Cinecittà e dedicato alla fantasia, magia, arte e carriera di Bruno Bozzetto, una delle figure più importanti dell’animazione italiana definito una leggenda, al pari di Walt Disney. Continua a leggere

Milano, al via la IX Edizione di “Piccolo Grande Cinema”

Con l’esclusiva Notte al MIC -Museo Interattivo del Cinema (una delle location della kermesse, insieme a Spazio Oberdan e Area Metropolis 2.0) prende il via oggi, venerdì 4 novembre, a cura di Fondazione Cineteca Italiana, per concludersi domenica 13 novembre, la nona piccolo-grande-cinema-nerospinto-galleryedizione di Piccolo Grande Cinema, il festival cinematografico delle nuove generazioni: venti bambini avranno la possibilità di trascorrere una notte all’interno del Museo con giochi a tema; inoltre per l’occasione sarà proiettato in anteprima Siv dorme fuori casa (Siv Sleeps Astray) di Catti Edfeldt e Lena Hanno Clyne, il film svedese che ha aperto la sezione Generation all’ultimo Festival di Berlino, adattamento del libro per bambini di Pija Lindenbaum. Continua a leggere

“Parole e Cartoons – Il linguaggio delle fiabe e il cinema d’animazione”

1Presentato lo scorso 24 febbraio presso l’Università UMSA di Roma il libro Parole e Cartoons – Il linguaggio delle fiabe e il cinema d’animazione di Maddalena Menza, edito da Arbor SapientiaE, rappresenta, a parere dello scrivente, una pubblicazione particolarmente curata e preziosa, per due motivi essenziali.
In primo luogo offre opportuno risalto all’importanza della fiaba considerata nella sua struttura sostanziale, così come si è mantenuta inalterata nel corso dei secoli, preservando la sua malia consistente non nel traghettarci verso illusori mondi lontani, bensì nel prenderci concretamente per mano e condurci alla scoperta ed affermazione della nostra più profonda interiorità. Il suo simbolismo consente infatti una raffigurazione delle tante difficoltà che tutti noi possiamo incontrare nel corso del nostro cammino terreno, specialmente nell’età formativa, offrendoci infine la confortante sensazione di poterne venire fuori del tutto vincenti, rafforzati nella nostra personalità, percependo nettamente tanto noi stessi quanto la realtà circostante. La fiaba quindi, la sua persistenza nello specifico, può essere considerata, prendendo a prestito le riflessioni di studiosi quali Jack Zipes, una valvola di sicurezza, una via di fuga eversiva idonea a rafforzare il pensiero divagante e creativo che è tipico dell’infanzia, così da contrastare le spinte conservatrici ed omologanti della società. Continua a leggere

Roma, presentazione del libro “Parole e Cartoons – Il linguaggio delle fiabe e il cinema d’animazione”

il_linguaggio_delle_fiabeMercoledì 24 febbraio a partire dalle ore 17:00, presso l’Aula Cardinali dell’Università Lumsa di Roma (Borgo S. Angelo, 13), avrà luogo la presentazione (aperta al pubblico e a ingresso gratuito) del libro Parole e Cartoons – Il linguaggio delle fiabe e il cinema d’animazione (224 pag, 20 euro, Isbn 978-88-97805-68-7), di Maddalena Menza, edito da Arbor SapientiaE. Saranno presenti, oltre all’autrice, la dott.ssa Claudia Camicia, presidente del Gruppo di Servizio per la Letteratura Giovanile e redattrice di Pagine giovani, il prof. Italo Spada, presidente del Centro Studi di Cinematografia per Ragazzi e il prof. Gennaro Colangelo, docente di Progettazione e organizzazione dello spettacolo alla Lumsa.
Il volume è un viaggio nel mondo poco conosciuto del cartoon italiano. Continua a leggere

Torino: una mostra dedicata a Bruno Bozzetto per festeggiare il compleanno di “West and Soda”

untitledDa lunedì 23 novembre e fino all’11 gennaio 2016, presso il Museo Nazionale del Cinema (Torino, Mole Antonelliana) sarà allestita una mostra dedicata a Bruno Bozzetto e al suo film d’animazione West and Soda, per festeggiarne il cinquantennale. L’allestimento è previsto nell’Aula del Tempio, Chapelle dell’Animazione ed offrirà la possibilità di scoprire alcuni rari materiali che hanno dato vita al film: una serie di lucidi e sfondi scenografici creati nei due anni di lavorazione, alcuni riquadri dello storyboard schizzati a mano e gli studi a matita dei personaggi principali. Continua a leggere

Future Film Festival 2013

future-film-festival-2013-L-ow8xp9Prenderà il via domani, venerdì 12 aprile, per concludersi mercoledì 17, a Bologna, Future Film Festival, il primo e più importante evento in Italia dedicato alle tecnologie applicate all’animazione, al cinema, ai videogame e ai new media, che si conferma anche quest’anno un valido osservatorio sul futuro della settima arte e non solo, un appuntamento rivolto al pubblico di ogni età, dai bambini (vi saranno proiezioni e laboratori pensati per stimolare la creatività dei più piccoli) agli adulti. Il motto della XV edizione, diretta da Giulietta Fara e Oscar Cosulich, è Tweet the Monster, parola d’ordine che farà da fil rouge attraverso tutte le sezioni della kermesse. Novità principale è la collaborazione con BolognaFiere per ExpoPixel, mostra-esibizione dedicata al mondo dell’intrattenimento digitale:si svolgerà in contemporanea al Festival (15 -17 aprile), presso il quartiere fieristico, e proporrà incontri, seminari e approfondimenti, venendo incontro così all’esigenza espressa dai tanti frequentatori, che hanno chiesto in questi anni di creare un luogo dove chi lavora nel settore potesse avere l’occasione di incontrare altri professionisti, e conoscere nuove realtà.

Gemma Arterton e Jeremy Renner

Gemma Arterton e Jeremy Renner

La serata d’apertura sarà affidata all’anteprima italiana di Hansel & Gretel – Cacciatori di streghe 3D (Hansel & Gretel- Witch Hunters 3D) di Tommy Wirkola:un film che conferma l’interesse di Hollywood per le classiche fiabe, ma rilette in stile “action” e infatti i due protagonisti del titolo, interpretati da Jeremy Renner e Gemma Arterton, appariranno in versione adulta, come infallibili cacciatori di taglie, ovviamente specializzati in streghe. Evento Speciale di chiusura sarà invece la visione in anteprima del nuovo lavoro di Rob Zombie, Le streghe di Salem (The Lord of Salem), anche se la vera e propria conclusione si avrà con la proiezione de La Casa (Evil Dead) di Fede Alvarez, remake del film di Sam Raimi, ’81, ora sceneggiatore e produttore della pellicola, attualmente in testa al box office statunitense.
Monsters & Co

Monsters & Co

Ancora mostri, ma di tutt’altro tipo, nel classico Monsters & Co. 3D (Monsters Inc. 3D) di Pete Docter: il film d’animazione Disney-Pixar, uscito per la prima volta nel 2001, sarà proiettato in anteprima nella nuova versione stereoscopica, per circolare nelle sale il prossimo 13 giugno, in attesa del prequel Monsters University, la cui uscita è attesa per il 21 agosto.

Calimero

Calimero

Sempre tra gli Eventi Speciali, l’omaggio a cura di Mario Serenellini al pulcino Calimero, in procinto di festeggiare cinquant’anni, essendo nato il 14 luglio ’63, per i disegni di Nino e Toni Pagot (la voce era di Ignazio Colnaghi) e protagonista di una nota reclame all’interno di Carosello.
Vi saranno poi la presentazione di Extra 3D, diretto da Marco Pavone, ex disegnatore Disney, che in questo suo secondo lungometraggio autoprodotto offre un ambizioso racconto fantascientifico dal sentore ecologista, un tributo a Gisaburo Sugii, tra i padri fondatori dell’animazione giapponese, a cui Masato Ishioka ha dedicato il documentario Animation Maestro Gisaburo e l’incontro con Bruno Bozzetto, che presenterà il suo nuovo cortometraggio animato, Rapsodeus, ideale continuazione del suo capolavoro del 1976, Allegro, non troppo, e in anteprima assoluta, il corto Vintage or Cool?.

Antonio Margheriti (antoniomargheriti.com)

Antonio Margheriti (antoniomargheriti.com)

Prevista inoltre una selezione del meglio di quanto prodotto negli anni dall’Aardman Animations (tra i titoli, Galline in fuga, Pirati! Briganti da strapazzo), presentata per l’occasione da uno dei giovani talenti dello storico studio inglese, Andy Spradbery, tra l’altro creatore della mascotte di questa XV edizione, e l’omaggio, nel decimo anniversario della scomparsa, ad Antonio Margheriti, uno degli autori più prolifici e apprezzati (anche internazionalmente) della storia del cinema di genere italiano, con la proiezione di The Outsider. Il cinema di Antonio Margheriti, diretto dal figlio Edoardo. Per il terzo anno, inoltre, il FFF in collaborazione con l’Università di Bologna promuove il Premio Franco La Polla, assegnato alla migliore tesi di laurea di argomento cinematografico degli anni 2010-2013, specificamente sui temi della fantascienza, del fantasy, dell’animazione e degli effetti visivi.
******************************************
009 Re: Cyborg

009 Re: Cyborg

Concorso Lungometraggi: dieci titoli in gara, provenienti da tutto il mondo, concorrenti per il Platinum Grand Prize, che saranno giudicati da una giuria composta da Fulvia Caprara, giornalista de La Stampa, e dal collettivo di filmakers Zapruder. Dal Giappone arrivano tre film d’animazione piuttosto diversi per stile e contenuti: 009 Re: Cyborg di Kenji Kamiyama, kolossal animato in 3D, tratto dal manga Cyborg 009 di Shotaro Ishinomori; The Life of Budori Gusuko, diretto da Gisaburo Sugii, e Wolf Children, di Mamoru Hosoda, una fiaba moderna che, attraverso la storia di due piccoli licantropi, racconta la vita familiare con libertà creativa. La Cina propone Lee’s Adventure, di Frant Gwo e Yang Li, uno dei film di fantascienza più originali dell’anno, volto a raccontare la generazione dei videogiochi, mentre la Corea del Sud è presente con l’originale Padak di Dae-hee Lee, cartoon sulla difficile arte della sopravvivenza di un pesce destinato a diventare sushi e costretto in un acquario, che sogna di tornare libero.

Couleur de peau: Miel

Couleur de peau: Miel

Il vecchio continente è rappresentato da opere originali e indipendenti:lo spagnolo O Apòstolo, di Fernando Cortizo, è la storia in stop motion di un detenuto in fuga e della caccia al tesoro che lo conduce in un villaggio su cui incombono maledizioni e presenze sinistre; il franco-belga Couleur de peau: Miel, di Junge Laurent Boileau, tratto dall’omonima graphic novel dello stesso Jung, racconta la storia vera del suo autore, orfano coreano adottato da una famiglia belga, che a 42 anni decide di andare alla scoperta delle proprie radici; l’inglese A Liar’s Autobiography: The Untrue Story of Monty Python’s Graham Chapman di Bill Jones, Jeff Simpson, Ben Timlett, una sorta di reunion dei Monty Python ed allo stesso tempo la falsa autobiografia post-mortem di uno dei fondatori del gruppo. Dall’America, infine, arrivano due titoli: lo statunitense Consuming Spirits di Christopher Sullivan, opera fluviale, acclamata dalla critica, che intreccia le vite di tre personaggi in una sorta di dramma psicologico animato, frutto di 15 anni di lavoro paziente e artigianale, e Anima Buenos Aires di Marìa Verònica Ramìrez, un viaggio in quattro episodi nell’anima segreta della capitale argentina.

Bill Plympton

Bill Plympton

Accanto al concorso lungometraggi, torna il Future Film Short riservato ai corti, sostenuto quest’anno, oltre che dalla Provincia di Bologna, da Rai.tv, che offrirà i premi della giuria e del pubblico, programmando una selezione di cortometraggi nel suo sito web a partire da dieci giorni prima della manifestazione.
Da ricordare almeno The Simpson’s Couch Gag, di Bill Plympton, tra i più importanti animatori indipendenti di oggi, chiamato a reinterpretare secondo il suo personalissimo stile la sigla dei mitici Simpson, accanto al corto candidato agli Oscar 2013 The Longest Daycare di David Silverman, che vede protagonista assoluta Maggie Simpson.

Per maggiori informazioni su proiezioni ed eventi: http://www.futurefilmfestival.org