Archivi tag: Barry Purves

Future Film Festival XIX edizione, i vincitori

Si è svolta ieri sera, domenica 7 maggio,  alla Cineteca Cinema Lumiére  di Bologna, la cerimonia di premiazione dei vincitori della XIX edizione del Future Film Festival, condotta dai direttori artistici Giulietta Fara e Oscar Cosulich. La giuria del Concorso Lungometraggi, composta dalla giornalista Arianna Finos, dal regista Michele Vannucci e dal giornalista e regista Filippo Vendemmiati, ha assegnato il Platinum Grand Prize a 7 minuti dopo la mezzanotte (A Monster Calls) di Juan Antonio Bayona, titolo d’apertura della kermesse, con la seguente motivazione: “Commovente e coinvolgente racconto di formazione ed elaborazione del lutto, realizzato con grande talento visionario. Bayona usa in modo fluido la tecnica mista, animazione e live action, sovverte i canoni della favola classica, ribadisce la necessità della immaginazione come mezzo di superamento di paura e dolore“. Menzione speciale a La jeune fille sans mains (The Girl Without Hands, Sébastien Laudenbach): “Partendo dalla fiaba dei fratelli Grimm, nella versione antica, più crudele e meno consolatoria, racconta una storia di formazione semplice e forte, fuori dal tempo. L’animazione tradizionale ad acquarello, linee sottili, schizzi, tonalità tenui, consegna un racconto impressionista straordinariamente potente ed evocativo“. Continua a leggere

Future Film Festival XIX edizione: “Il cinema del futuro/Il futuro (non solo) del cinema”

Si svolgerà a Bologna, dal 2 al 7 maggio, il Future Film Festival, diretto da Giulietta Fara e Oscar Cosulich, primo e più importante evento in Italia dedicato alle tecnologie applicate all’animazione, al cinema, ai videogame e ai new media. Il motto dell’edizione di quest’anno, la XIX (l’esordio risale al 1999), che si conferma, ancora una volta, un osservatorio irrinunciabile sul futuro (non solo) della Settima Arte, è Character Wow, una sorta di tributo al vero protagonista del cinema d’animazione e dei film con effetti speciali, il “personaggio”: in particolare ci si propone di rispondere, attraverso incontri, proiezioni e mostre, alla domanda relativa a come possa inventarsi un character destinato a restare nella memoria, divenendo un’icona. L’immagine-simbolo del Future Film Festival 2017 è stata creata dall’artista brasiliano Beto Shibata, che sarà protagonista di uno speciale workshop sulla costruzione di character tramite la cutout animation (3-4 maggio). Ci saranno anche altri ospiti, naturalmente, a cominciare da Barry Purves, animatore inglese di fama mondiale, tra i più noti creativi dello studio Aardman (Galline in fuga, Wallace e Gromit) ma anche collaboratore di Tim Burton (Mars Attacks!) e Peter Jackson (King Kong), protagonista al FFF con una masterclass (7 maggio), un workshop per adulti (6 maggio) e un laboratorio per bambini sulle tecniche della stop-motion (7 maggio), oltre che oggetto di una doverosa retrospettiva completa dei suoi lavori da regista (dal candidato all’Oscar Screen Play, 1993, al più recente Tchaikovsky – An Elegy, 2012). Continua a leggere

Ca’ Foscari Short Film Festival VII Edizione: i vincitori

Si è conclusa lo scorso sabato, 18 marzo, la settima edizione del Ca’ Foscari Short Film Festival, il primo festival in Europa interamente organizzato e gestito da un’università, la cui attività si propone d’individuare inedite tendenze cinematografiche e scoprire i nuovi talenti provenienti dalle scuole di cinema di tutto il mondo. La giuria internazionale composta dall’artista francese Catherine Breillat, l’attrice polacca Małgorzata Zajączkowska e l’animatore inglese Barry Purves ha assegnato il Primo premio a Amygdala di George Graham, quale miglior corto del Concorso, consegnato da Flavio Gregori, Prorettore alle attività e rapporti culturali dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, consistente in una scultura artistica in vetro di Murano ideata e realizzata dalla vetreria artistica Vivarini. Questa la motivazione: La giuria ha molto apprezzato la complessità del film, la sfida tecnica di girare nelle strade, la fotografia, le performance attoriali e il montaggio di una narrazione non lineare. L’opera è un compiuto ed emozionante ritratto cinematografico di una vita interessante. Il cortometraggio è prodotto da una delle più prestigiose scuole di cinema britanniche, la National Film and Television School.
La Giuria ha inoltre assegnato la Menzione speciale Volumina, per l’opera che offre il miglior contributo al cinema come arte, a Petrel (Australia, 2016) di Charles Broad della Sydney Film School. Il premio, consegnato dal direttore artistico di Volumina Domenico De Gaetano, consiste in un lussuoso libro fotografico sul cinema prodotto da Volumina. L’opera di Broad è stata premiata con la seguente motivazione: La giuria ha apprezzato il film come un’opera tecnicamente compiuta, tesa e intelligente. Continua a leggere

Ca’ Foscari Short Film Festival VII Edizione

Tutto pronto per la settima edizione del Ca’ Foscari Short Film Festival al via oggi, mercoledì 15 marzo, all’ Auditorium Santa Margherita, nel cuore di Venezia, per concludersi sabato 18.
I 30 cortometraggi del Concorso Internazionale dedicato agli studenti delle scuole di cinema e delle università di tutto il mondo saranno affiancati da una serie di programmi speciali, workshop e masterclass.
Il Festival, realizzato con la collaborazione della Fondazione di Venezia, è il primo in Europa interamente concepito, organizzato e gestito da un’università e mantiene fede al suo originario proposito di essere una manifestazione pensata dai giovani per i giovani: sono loro i protagonisti di questa grande festa, dall’una e dall’altra parte dello schermo. Lo Short è infatti concepito come momento professionalmente formativo per gli studenti volontari di Ca’ Foscari, i quali forniscono linfa vitale sempre nuova alla collaudata macchina organizzativa del festival, guidata da figure professionali d’esperienza, con il coordinamento del direttore artistico e organizzativo Roberta Novielli. Continua a leggere

Ca’ Foscari Short Film Festival: il manifesto e le novità della VII Edizione

70x100short-manifesto2017Dal 15 al 18 marzo all’Auditorium Santa Margherita di Venezia si svolgerà la settima edizione del Ca’ Foscari Short Film Festival. Forte del successo crescente degli ultimi anni, la kermesse si presenterà al pubblico con numerose conferme e altrettante novità, a partire dal manifesto, per la prima volta a opera dell’artista Giorgio Carpinteri, che sarà presente al festival per incontrare il pubblico. Un’immagine visionaria, una sorta di san Sebastiano del paleolitico, verso cui convergono differenti forze della contemporaneità, certo ideale per rappresentare le dinamiche multiculturali dello Short Film Festival, realizzato con la collaborazione della Fondazione di Venezia, dedicato al cortometraggio e il primo in Europa interamente concepito, organizzato e gestito da un’università (Ca’ Foscari di Venezia). Insieme ai numerosi programmi speciali, che saranno annunciati con una conferenza stampa, a Venezia, il 2 marzo, il cuore pulsante del festival è rappresentato dal Concorso Internazionale, una selezione di trenta cortometraggi realizzati dagli studenti di scuole di cinema e di università di tutto il mondo. Continua a leggere