Archivi tag: Anna Magnani

“Premio Anna Magnani”, ecco i riconoscimenti della IV Edizione

Si è svolta lo scorso giovedì, 16 marzo, al Teatro di Villa Torlonia di Roma la IV edizione del Premio Anna Magnani, condotta da Emanuela Tittocchia,  manifestazione internazionale dedicata alla memoria della grande attrice italiana, ideata da Matteo Persica, a cura di Francesca Piggianelli, che prevede la premiazione di personaggi del cinema, della cultura e della musica.
Ecco i premiati di quest’edizione: Premio International alla carriera: Giuliano Montaldo. Premio miglior attrice: Anna Foglietta. Premio miglior attore: Alessandro Borghi. Premio speciale musica: Paola Turci. Premio teatro romanità: Antonio Giuliani. Menzioni Speciali:alla carriera Vera Pescarolo; alla carriera per il giornalismo Giancarlo Governi; alla carriera Fioretta Mari; alla carriera per il trucco Gennaro Marchese; alla carriera per la produzione Pietro Innocenzi; al giornalismo, web e tv Emanuele Carioti; artista rivelazione Michelle Carpente.

Annunci

Roma, giovedì 16 marzo la IV edizione del “Premio Anna Magnani”

Anna Magnani (annamagnani.net)

Appuntamento giovedì 16 marzo, alle ore 17.00,  al Teatro di Villa Torlonia di Roma, con  la IV edizione del Premio Anna Magnani, condotto da Emanuela Tittocchia,  manifestazione internazionale dedicata alla memoria della grande attrice italiana, ideata da Matteo Persica, a cura di Francesca Piggianelli,  che prevede la premiazione di personaggi del cinema, della cultura e della musica. Un’occasione per ricordare e celebrare il talento interpretativo dell’indimenticabile Nannarella, una delle più intense attrici che il cinema italiano abbia mai conosciuto,  uno di quei felici casi in cui la donna e l’artista hanno dato vita ad un tutt’uno imprescindibile, nella capacità di restare sempre fedele a se stessa e alla propria arte con una impareggiabile carriera teatrale e cinematografica. Quest’ultima ebbe il suo culmine con l’Oscar conseguito per l’interpretazione di Serafina Delle Rose (prima attrice italiana ad averlo vinto per l’interpretazione in una pellicola americana) nel film The Rose Tattooo (La rosa tatuata, 1955, Daniel Mann, da un soggetto teatrale di Tennessee Williams), ruolo che le valse anche un BAFTA quale attrice internazionale dell’anno e il Golden Globe per la migliore attrice in un film drammatico; nel corso della serata sarà proiettato il documentario di Simona Fasulo, presente in sala, Italiani-Anna Magnani, dalla luna con amore, verranno raccolte testimonianze e letti testi, spesso inediti, dando vita ad un incontro dibattito tra i relatori e il pubblico. Infine nelle sale del Teatro sarà allestita una mostra fotografica dedicata all’attrice, a cura della Cineteca Nazionale.

Roma, al via la rassegna “A qualcuno piace classico”

a-qualcuno-piace-classico-rassegna-cinema-roma-213x300Prende il via oggi, martedì 25 ottobre, al Palazzo delle Esposizioni di Roma, A qualcuno piace classico, rassegna in 35mm di grandi film della storia del cinema giunta ormai alla sesta edizione e diventata uno degli eventi più attesi da tutti i cinefili della capitale. Promossa dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, dall’Azienda Speciale Palaexpo e da La Farfalla sul Mirino, la manifestazione sarà inaugurata alle ore 21.00, come sempre a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, dalla proiezione del celebre Nosferatu, il principe della notte, rilettura del mito di Dracula firmata nel 1979 da Werner Herzog e interpretata da un indimenticabile Klaus Kinski: grazie alla copia proveniente dal Museo Nazionale del Cinema di Torino il film sarà presentato nella versione originale integrale tedesca (con sottotitoli italiani). La rassegna proseguirà fino al 30 maggio 2017 e proporrà tra gli altri anche la versione restaurata di Lola Montès, testamento artistico e spirituale di Max Ophuls, e il prezioso director’s cut di Nella città l’inferno di Castellani, conservato dalla Cineteca Nazionale, con una straordinaria Anna Magnani.
In calendario anche gli omaggi a Andrzej Wajda, regista polacco recentemente scomparso (Cenere e diamanti), a David Bowie (nume tutelare del cult generazionale Christiane F. – Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino) e a La mosca di Cronenberg, di cui ricorre quest’anno il trentennale.

Palazzo delle Esposizioni – Sala Cinema
scalinata di via Milano 9 a, Roma
Ingresso libero fino a esaurimento posti
I posti verranno assegnati a partire da un’ora prima dell’inizio di ogni proiezione. Possibilità di prenotare riservata ai soli possessori della membership card. L’ingresso non sarà consentito a evento iniziato. Dal 25/10/2016 al 30/05/2017
Continua a leggere

New York omaggia Anna Magnani

La-Magnani-Lincoln-Center-Anna-Magnani-2872-390x600Su organizzazione di Istituto Luce Cinecittà, insieme a The Film Society of Lincoln Center, a partire dal 18 maggio e fino al 1° giugno avrà luogo a New York una retrospettiva dedicata alla carriera, al mito, all’arte di Anna Magnani. La Magnani, questo il titolo, prevede 24 titoli, in gran parte provenienti dall’Archivio Internazionale di Luce Cinecittà, tutti proiettati in pellicola in formato 35 e 16 millimetri presso il Walter Reade Theater del Lincoln Center, idonei a restituire la grande capacità interpretativa di una delle più intense attrici che il cinema italiano abbia mai conosciuto, la prima interprete non americana a vincere un Premio Oscar© (per La rosa tatuata, The Rose Tattoo, 1955, Daniel Mann), uno di quei felici casi in cui la donna e l’artista hanno dato vita ad un tutt’uno imprescindibile, nella capacità di restare sempre fedele a se stessa e alla propria arte. Continua a leggere

Milano, MIC- Museo Interattivo del Cinema: “Luigi Zampa. Un film inedito e altri capolavori”

anni_difficili___locDa oggi, martedì 3 e fino a giovedì 12 novembre, a Milano presso il MIC- Museo Interattivo del Cinema (Viale Fulvio Testi, 121), Fondazione Cineteca Italiana presenta Luigi Zampa. Un film inedito e altri capolavori: in occasione della pubblicazione del dvd Mitgerissen (Intrappolato), ultimo numero della collana I tesori del MIC, edita da Fondazione Cineteca Italiana, contenente l’edizione tedesca del film di Zampa Anni difficili, distribuita nelle sale della Germania Ovest il 27 luglio 1951, il MIC dedica un omaggio al regista romano includendo i suoi film di maggior successo. Questa versione, per la prima volta edita in Italia, presenta notevoli differenze dall’edizione italiana: sono oltre 30 i minuti che la censura tedesca ha tagliato e diverse nuove immagini del repertorio tedesco completano il film. Continua a leggere

Retrospettiva Ingrid Bergman: Casablanca (1942)

Ingrid Bergman

Ingrid Bergman

Amici lettori di Sunset Boulevard, abituali o di passaggio, in questo 2015 così ricco d’anniversari da celebrare, relativi al mondo della Settima Arte, fra i tanti nominativi (come Orson Welles o Mario Monicelli) ho deciso di rivolgere un omaggio attraverso le pagine del blog all’attrice svedese Ingrid Bergman, di cui ricorre appunto il centenario della nascita. Ancora prima di Audrey Hepburn, Marilyn Monroe, Monica Vitti, Anna Magnani, Jeanne Moreau, citando le interpreti che più hanno segnato il mio personale immaginario cinematografico, la Bergman è stata colei che mi ha conquistato per prima, una volta visto, ancora adolescente (Tempus fugit), quello che sarebbe divenuto il mio film culto per eccellenza, Casablanca.

Ingrid Bergman in

Ingrid Bergman in “Casablanca”

Del tutto perso in quel volto emanante una radiosa bellezza, ora bagnato dalle lacrime ma che in altre scene era stato esaltato da un sorriso per certi versi disarmante, ammiravo rapito il finale della pellicola citata, gli splendidi movimenti della macchina da presa orchestrati dal regista Michael Curtiz, orientati in veloce successione sui volti dei protagonisti mentre un aereo a centro pista è pronto al decollo.
La mia immaginazione mi portava all’interno dello schermo, avvolto da quella nebbia così irreale ma idonea a conferire una particolare atmosfera.
Eccomi dunque inedito personaggio al centro di un’altrettanto inedita sequenza conclusiva: Ilsa partiva col sottoscritto (scompariva improvvisamente la mia innata paura di volare…), mentre Rick, Laszlo e il capitano Renault “inauguravano una bella amicizia”. Continua a leggere

Ravenna: “15 fotografi per Anna Magnani”

Anna Magnani

Anna Magnani

E’ stata inaugurata lo scorso venerdì, 6 marzo, a Ravenna, presso Palazzo Rasponi dalle Teste (Piazza Kennedy, 12), la mostra 15 fotografi per Anna Magnani che resterà aperta al pubblico fino a domenica 29 marzo (con orario dalle 14.30 alle 17.30, chiusura il martedì). Una selezione fotografica, composta da trenta pannelli, volta a restituire, grazie a un lungo viaggio nella sua filmografia, la grande capacità interpretativa di una delle più intense attrici che il cinema italiano abbia mai conosciuto, la prima interprete non americana a vincere un Premio Oscar (per La rosa tatuata, The Rose Tattoo, ’55, Daniel Mann), uno di quei felici casi in cui la donna e l’artista hanno dato vita ad un tutt’uno imprescindibile, nella capacità di restare sempre fedele a se stessa e alla propria arte. L’allestimento, a cura di Sergio Toffetti, raccoglie foto provenienti dalla collezione di negativi della Fototeca della Cineteca Nazionale (CSC) e durante l’esposizione sarà possibile assistere alla proiezione di materiali video realizzati specificamente per l’iniziativa ravennate. Continua a leggere