Archivi tag: Alberto La Monica

18mo Festival del Cinema Europeo, i vincitori

Si è conclusa lo scorso sabato, 8 aprile, la 18ma edizione del Festival del Cinema Europeo di Lecce, diretto da Alberto La Monica e Cristina Soldano; nel corso della cerimonia di premiazione, condotta da Carlo Gentile, sono stati assegnati, nelle varie sezioni, i seguenti premi:

Per il Premio Mario Verdone, i finalisti scelti da Carlo, Luca e Silvia Verdone nella short list dei dieci titoli selezionati dal Centro Sperimentale di Cinematografia e Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani sono stati La ragazza del mondo (Marco Danieli), Mine (Fabio Guaglione e Fabio Resinaro), Il grande sogno (Michele Vannucci).
Il Premio Mario Verdone 2017, ottava edizione, è stato assegnato a Marco Danieli per La ragazza del mondo (Italia, 2016) : “Perché con una regia sicura e di grande equilibrio, che già dimora un interessante rigore stilistico, trasforma la storia di un amore proibito nel racconto di un’emancipazione che sfida divieti e condizionamenti. Un film che affida al talento di due giovani attori, ben diretti, anche un viaggio in un mondo che svela oltre i luoghi comuni che gli appartengono”. Continua a leggere

Lecce, Festival del Cinema Europeo XVIII Edizione

Agnieszka Holland, Nuri Bilge Ceylan, Stephen Frears insieme a Isabella Ferrari, Francesco Maselli e Valerio Mastandrea sono i protagonisti della XVIII edizione del Festival del Cinema Europeo, diretto da Alberto La Monica e Cristina Soldano, in programma a Lecce da oggi, lunedì 3, per concludersi sabato 8 aprile, presso il Multisala Massimo.
Apertura con un omaggio al Principe Antonio De Curtis, in arte Totò, in occasione del 50mo anniversario della sua scomparsa, con la presentazione in anteprima mondiale di Chi si ferma è perduto diretto da Sergio Corbucci, restauro realizzato a cura della Cineteca di Bologna e Titanus, nel laboratorio L’Immagine Ritrovata, con il contributo del Festival del Cinema Europeo.
La proiezione sarà presentata dal direttore della Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli alla presenza della nipote del Principe, Elena Alessandra Anticoli De Curtis e con la partecipazione straordinaria di Carlo Croccolo, che riceverà l’Ulivo d’Oro alla Carriera a pochi giorni dal suo 90mo compleanno e racconterà al pubblico la sua lunga carriera insieme a Totò, nel corso di un incontro condotto da Valerio Caprara. Continua a leggere

Festival del Cinema Europeo di Lecce: la 18ma edizione rende omaggio a Totò

Doppio anniversario per il Festival del Cinema Europeo di Lecce (3-8 aprile, Multisala Massimo) diretto da Alberto La Monica e Cristina Soldano, che si accinge a festeggiare i suoi 18 anni di attività e il cinquantenario dalla scomparsa di Totò, il Principe Antonio De Curtis, cui il Festival dedicherà un particolare omaggio inaugurando questa nuova edizione con l’anteprima mondiale del restauro di Chi si ferma è perduto di Sergio Corbucci, 1960, realizzato a cura della Cineteca di Bologna e Titanus, presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata, con il contributo del Festival del Cinema Europeo.
La proiezione sarà presentata dal direttore della Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli e si terrà la sera di lunedì 3 aprile al Cinema Multisala Massimo di Lecce alla presenza della nipote del Principe De Curtis, Elena Alessandra Anticoli De Curtis e con la partecipazione straordinaria di Carlo Croccolo, che riceverà l’Ulivo d’Oro alla Carriera a pochi giorni dal suo 90mo compleanno: l’attore racconterà al pubblico, in un incontro moderato da Valerio Caprara, la sua lunga carriera insieme a Totò.

**********************

Sono vent’anni che lei dice di essere un perito, ma non perisce mai.
Ma perisca una buona volta, mi faccia il piacere!

Il pericolo ci sovrasta, in questo ufficio c’è uno iettatore: non uno iettatore da poco, ma uno iettatore ereditario. Il nonno era imbarcato sul Titanic e fu l’unico superstite del naufragio. Lo sbarcarono a Messina e la notte stessa venne il terremoto. Saranno coincidenze che coincidono, ma una coincidenza oggi, una coincidenza domani…

(Antonio Guardalavecchia/Totò in Chi si ferma è perduto)

Lecce: “Festival del Cinema Europeo” XIV Edizione

lecce-festival-del-cinema-europeo-xiv-edizion-L-M7htZ1Si terrà a Lecce dall’8 al 13 aprile, presso il Cinema Multisala Massimo, il Festival del Cinema Europeo, diretto da Alberto La Monica e Cristina Soldano, mentre ad un Comitato dei Garanti, composto da Krzysztof Zanussi, Citto Maselli, Morando Morandini, Gianni Volpi, viene affidato il compito di certificare qualità e validità culturale della manifestazione, la quale, a quattordici anni dalla nascita, si rivela sempre al passo con i tempi ed attenta ai grandi eventi culturali dell’Europa e del Mediterraneo, in particolare al dialogo interculturale.

Francesca Neri (Wikipedia)

Francesca Neri (Wikipedia)

La Sezione I protagonisti del cinema Italiano sarà dedicata all’attrice Francesca Neri, nella previsione di una retrospettiva dei film interpretati, oltre ad una mostra di fotografie, tratte dal suo archivio personale e dalla Fototeca del Centro Sperimentale di Cinematografia, allestita presso l’ex Monastero dei Teatini (ingresso libero). La Sezione I protagonisti del cinema europeo celebrerà invece il regista finlandese Aki Kaurismaki, con una rassegna completa delle pellicole da lui dirette, a cura di Massimo Causo, unita anche in tal caso ad una mostra fotografica ad ingresso libero allestita presso il Castello Carlo V.
Previsti poi, in data venerdì 12 aprile, alle ore 11.00, un incontro con l’autore a cura del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani e sabato 13, come Evento Speciale, in chiusura, la proiezione del film Centro Historico (quattro episodi a firma Kaurismaki, Pedro Costa, Manoel de Oliveira, Victor Erice).

Aki Kaurismaki

Aki Kaurismaki

Il cinema israeliano sarà il protagonista della Sezione Mediterraneo:con il sostegno dell’Ambasciata di Israele e la collaborazione dell’Israel Film Fund e del Pitigliani Kolno’a Festival di Roma, la kermesse propone una rassegna di film (lungometraggi, documentari e cortometraggi) rappresentativi della produzione israeliana contemporanea.
Si rinnova la consegna del Premio Mario Verdone, istituito nel 2010 dal Festival insieme al Centro Sperimentale di Cinematografia e al Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, con l’intento di premiare un giovane autore italiano (massimo 40 anni) che si sia particolarmente distinto per il suo talento nell’ultima stagione cinematografica nel realizzare un’opera prima o seconda.
La giuria è composta da Silvia, Luca e Carlo Verdone, i quali assegneranno il Premio sabato 13 aprile, durante la Cerimonia di Chiusura.
Questa la terna dei finalisti:Francesco Amato per Cosimo e Nicole (opera seconda), Claudio Giovannesi per Alì ha gli occhi azzurri (opera seconda) e Ivan Silvestrini per Come non detto (opera prima).

Emidio Greco

Emidio Greco

Al concorso di lungometraggi europei parteciperanno, in anteprima italiana, altri dieci film, selezionati da Cristina Soldano e giudicati da una giuria internazionale composta da Grazia Volpi (produttrice), Maya Sansa (attrice), Claudia Landsberger (Direttrice di EYE International-Film Institute Netherlands), Andriy Khalpakhchi (Direttore Molodist Film Festival-Kiev), Leon Lucev (attore).
Tra gli eventi in anteprima il documentario Diciannove e settantadue di Sergio Basso, incentrato sulla vita di Pietro Mennea, e un omaggio al regista Fernando Di Leo, originario di San Ferdinando di Puglia, a dieci anni dalla sua scomparsa, con una rassegna dei film più rappresentativi del suo stile.
Inoltre quest’anno sarà istituito il Premio in memoria del regista Emidio Greco, insieme al Centro Nazionale del Cortometraggio e d’intesa con la famiglia, da assegnare ad un giovane autore italiano, premiando il suo talento nella realizzazione di un cortometraggio.

Informazioni dettagliate sul programma ed eventi correlati: http://festivaldelcinemaeuropeo.it/