Archivi categoria: 34mo Torino Film Festival

34mo Torino Film Festival: il palmarès

100620-manifesto34tff_vertSi è conclusa ieri sera, sabato 26 novembre, con la cerimonia di premiazione presso il Cinema Reposi, la 34ma edizione del Torino Film Festival, per la direzione artistica di Emanuela Martini. Oggi, domenica 27 novembre, nelle tre sale del Cinema Massimo saranno replicati alcuni dei film premiati. Di seguito, riporto il palmarès completo della kermesse torinese.

Torino 34. La Giuria di Torino 34 – Concorso Internazionale Lungometraggi, composta da Ed Lachman (USA, presidente), Don McKellar (Canada), Mariette Rissenbeek (Germania), Adrian Sitaru (Romania), Hadas Yaron (Israele), ha assegnato i seguenti premi:

Miglior film (€ 15.000)- Juan Zeng Zhe / The Donor (Qiwu Zang, Cina, 2016).
“Siamo onorati di assegnare il premio a un film così meravigliosamente penetrante e così poetico nella narrazione, nella performance, nella comprensione del mondo in cui proviamo a vivere. Pensiamo di aver trovato una nuova voce del cinema cinese che ci arricchirà tutti. Grazie”. Continua a leggere

Annunci

34mo Torino Film Festival: i premi collaterali

torino-film-festival-480x384Riporto di seguito i nomi dei vincitori dei premi collaterali, con le relative motivazioni, della 34esima edizione del Torino Film Festival, assegnati oggi, sabato 26 novembre.

Premio Scuola Holden – Storytelling & Performing Arts.
La Giuria composta dagli allievi e dalle allieve del College di Cinema ha assegnato il premio Miglior sceneggiatura Torino 34 a Lady Macbeth (UK, 2016, William Oldroyd): “Una trasposizione libera, in apparenza elegante, in profondità crudele. Una discesa dentro un potere femminile che vuole guadagnarsi la libertà in nome di un amore ossessivo. Immagini sobrie, essenziali. Una chiarezza di esposizione per raccontare l’oscurità interiore”. Premio Achille Valdata. La Giuria, composta da Igor Catrano, Paola Giachello, Paola Mariotto, Giuliana Prestipino, Alessia Scarsella, Silvia Stola, Sabina Tibaldeschi, lettori di Torino Sette, ha assegnato il premio Miglior film di Torino 34 a Wind Sind die Flut / We Are the Tide (Germania, 2016, Sebastian Hilger) “Per aver saputo trasmettere attraverso la potenza delle immagini e l’equilibrio di generi un messaggio positivo per le nuove generazioni”. Continua a leggere

TorinoFilmLab 2016: i vincitori

tfl-color-corporateSi è conclusa l’edizione 2016 del TorinoFilmLab con il TFL Meeting Event a rappresentare il momento culminante di un anno di attività, e con l’assegnazione di 14 premi a sostegno dello sviluppo, della produzione e della distribuzione per un valore totale di oltre € 470.000. L’attività di TorinoFilmLab, è infatti volta a sostenere filmmaker emergenti da tutto il mondo attraverso attività di formazione, sviluppo di progetti e finanziamento alla produzione e alla distribuzione e può vantare un totale di 68 film completati, presentati nei maggiori festival del mondo e distribuiti a livello internazionale: dal 2008 sono stati assegnati oltre 40 premi a sostegno della produzione di progetti sviluppati nei suoi programmi. Il TorinoFilmLab Meeting Event, svoltosi dal 23 al 25 novembre nell’ambito del Torino Film Festival, ha coinvolto più di 300 professionisti del cinema da tutto il mondo; nell’ambito del programma FrameWork sono stati presentati 9 progetti in una fase già avanzata di sviluppo e che presto entreranno in pre-produzione. Continua a leggere

34mo Torino Film Festival: “Premio Cabiria” ad Alba Rohrwacher

Alba Rohrwacher

Alba Rohrwacher

Oggi, martedì 22 novembre, sarà consegnato all’attrice Alba Rohrwacher, nel corso di una cena di beneficenza a favore della Fondazione Crescere Insieme al Sant’Anna Onlus, che si terrà a Torino, all’Hotel Principi di Piemonte a partire dalle ore 20.30, il Premio Cabiria, riconoscimento istituito nel 2015 dal Museo Nazionale del Cinema ed assegnato ogni anno ad un regista, un attore o un’attrice che si siano particolarmente distinti per la loro attività nel corso dell’anno con il loro contributo per l’arte cinematografica. Il Premio prende il nome dal capolavoro del cinema muto italiano realizzato a Torino da Giovanni Pastrone nel 1914, divenuto fonte di ispirazione per innumerevoli artisti di tutto il mondo, che hanno contribuito con la loro creatività allo sviluppo del linguaggio e dell’estetica del cinema. Anche questa seconda edizione del Premio si svolgerà in concomitanza con il 34mo Torino Film Festival, per evidenziarne il legame con il più importante evento cinematografico cittadino dell’anno.
La cena sarà accompagnata da canzoni tratte da film famosi e interpretate dai cantanti Martina Tosatto e Davide Motta Fré. Di seguito riporto la motivazione, che mi trova del tutto concorde. Continua a leggere

Jasmine Trinca madrina del 34mo Torino Film Festival

Jasmine Trinca

Jasmine Trinca

Sarà l’attrice Jasmine Trinca a condurre la serata di apertura della 34esima edizione del Torino Film Festival venerdì 18 novembre al Lingotto, con serata di gala e proiezione in anteprima del film Between Us, diretto da Rafael Palacio Illingworth. “Sono felicissima di tornare a Torino – ha dichiarato Jasmine Trinca – per accompagnare un festival libero come pochi altri, capace sempre di anticipare un’idea di cinema inedita con la curiosità e lo sguardo ancora più che di un cinema giovane, di un cinema bambino”, mentre la direttrice del Festival, Emanuela Martini, si è così espressa: “Avere accanto a me Jasmine, attrice che ammiro e stimo da sempre, nella presentazione del programma del festival mi rende particolarmente orgogliosa”. Jasmine Trinca ha esordito a soli 19 anni nel film La stanza del figlio di Nanni Moretti, proseguendo la sua carriera con La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana e, tra gli altri, Romanzo criminale, diretto da Michele Placido, Il caimano, ancora Moretti, Un giorno devi andare di Giorgio Diritti, Miele di Valeria Golino, Nessuno si salva da solo per la regia di Sergio Castellitto, The Gunman (Pierre Morel) accanto a Sean Penn e Javier Bardem, conseguendo vari riconoscimenti, quali, ad esempio, tre Nastri d’Argento, due Globi d’Oro, il Premio Marcello Mastroianni alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (Il grande sogno, Michele Placido).
Nella prossima primavera vedremo Jasmine in Slam – Tutto per una ragazza, di Andrea Molaioli, che verrà presentato in anteprima assoluta proprio durante il 34mo Torino Film Festival.

Presentato il 34mo Torino Film Festival

100620-manifesto34tff_vertSi è svolta ieri, mercoledì 9 novembre, con la consueta duplice conferenza stampa (il mattino a Roma, in serata a Torino), la presentazione del 34mo Torino Film Festival (18-26 novembre), che vede la direzione artistica di Emanuela Martini, mentre il regista e sceneggiatore italiano Gabriele Salvatores, premio Oscar al Miglior Film Straniero con Mediterraneo, sarà il Guest Director e curerà inoltre una sezione denominata Cinque pezzi facili.
Il regista e direttore della fotografia Christopher Doyle riceverà il Gran Premio Torino lunedì 21 novembre prima della proiezione del documentario Wind di Saw Tiong Guan e del lungometraggio Port of Call di Philip Yung (ore 20.00, Cinema Reposi 2). La selezione, che ha comportato la visione di oltre 4000 titoli,prevede 158 lungometraggi, 17 mediometraggi e 38 cortometraggi, di cui 46 lungometraggi opere prime e seconde, 43 anteprime mondiali, 25 anteprime internazionali, 8 anteprime europee e 73 anteprime italiane.
Ad aprire il Festival, venerdì 18 novembre, all’ Auditorium Giovanni Agnelli, sarà Between Us (USA, 2016, DCP, 93’, Rafael Palacio Illingworth), mentre la chiusura, sabato 26, sarà affidata a Free Fire (UK, 2016, DCP, 90’, Ben Wheatley), proiettato al Cinema Reposi. Continua a leggere

34mo Torino Film Festival: annunciate le giurie dei concorsi Documentari e Cortometraggi

Eleonora Danco

Eleonora Danco

Sono state annunciate le giurie dei concorsi dedicati ai documentari internazionali, ai documentari e cortometraggi italiani del 34mo Torino Film Festival (18- 26 novembre).
La giuria di Internazionale.doc sarà composta dall’artista di origini palestinesi Kamal Aljafari (al TFF ha presentato nel 2009 Port of Memory e nel 2015 Recollection), dalla produttrice tedesca Ann Caroline Renninger (collabora con registi e artisti come Alexander Sokurov, René Frölke, Narimane Mari, Filipa César, Marta Popivoda e Anna Marziano) e dalla produttrice, distributrice ed editrice francese Gaël Teicher. A giudicare i documentari di Italiana.doc saranno invece chiamati Eleonora Danco regista, attrice e drammaturga (ha presentato in concorso al TFF nel 2014 il suo primo lungometraggio N-Capace), Luciano Rigolini, produttore indipendente di registi quali Chris Marker, Apichatpong Weerasethakul, Tsai Ming-Liang e Laurie Anderson, e Marcello Sannino, regista e direttore della fotografia (ha partecipato al TFF nel 2009 con Corde, Premio Speciale della Giuria e nel 2012 con La seconda natura, Menzione Speciale). Continua a leggere