Venezia 74: le “Giornate degli Autori” e il piacere condiviso della scoperta

Promosse dalle associazioni dei registi e degli autori cinematografici italiani Anac e 100autori, le Giornate degli Autori nascono nel 2004 come rassegna autonoma all’interno della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, sul modello della prestigiosa Quinzaine des Réalisateurs di Cannes, con l’obiettivo di tenere desta l’attenzione sul cinema di qualità, senza restrizioni di sorta e puntando lo sguardo in particolare su innovazione, ricerca, originalità espressiva, indipendenza autonoma e produttiva.
Anche la 14ma edizione delle Giornate degli Autori si presenta all’insegna di una ricerca di originalità e diversità, ricercando, più che il facile stupore o la gratuita provocazione, il piacere condiviso della scoperta, della differenza, della ricerca di voci fuori dal coro. E’ quanto affermato, fra l’altro, dal Delegato Generale, Giorgio Gosetti: “Non abbiamo l’ambizione di offrire solo capolavori nella nostra selezione ufficiale e tra i nostri eventi speciali; vorremmo invece che il pubblico potesse dire ogni volta: valeva la pena di viaggiare sulle ali di questa storia, sono felice di aver incontrato un autore”.

Le Giornate degli Autori si confermano quindi molto di più che una pura passerella per film inediti, come evidenziato dalle parole del Presidente, Roberto Barzanti: “Il sale della nostra proposta sta nell’arte dell’incontro, nel confronto delle idee, nelle occasioni di discussione e di ricerca. A questo serve la nostra Villa degli Autori, che anche quest’anno avrà un fitto calendario di proposte; al quale contribuiscono in special modo progetti istituzionali come il programma 28 Times Cinema, promosso dal Lux Film Prize del Parlamento europeo, le riflessioni sulla trasformazione dei linguaggi d’autore nell’era digitale e le conversazioni di Women’sTales che condividiamo con Miu Miu”. Nello scorrere il programma della selezione ufficiale 2017, oltre a una doverosa attenzione per un cinema italiano vivissimo e coraggioso, spiccano alcuni ritorni importanti come il cinese Pengfei, il marocchino Faouzi Bensaïdi, gli italiani Vincenzo Marra, Matteo Botrugno e Daniele Coluccini; ma anche cineasti molto attesi come il canadese Kim Nguyen, l’iraniana Shirin Neshat, il tailandese Pen-ek Ratanaruang.

Ermanno Olmi

E poi alcuni grandi eventi come il documentario ritrovato di Ermanno Olmi che, grazie al lavoro dei ricercatori di Istituto Luce, ci immerge nella Milano degli anni Sessanta e nella stagione pionieristica della psicanalisi o il biopic americano Agnelli che offre un punto di vista davvero inedito su una delle grandi figure internazionali del dopoguerra; e ancora lo sconvolgente Il risoluto di Giovanni Donfrancesco che riapre una pagina dimenticata della nostra storia, quella dei “bambini soldati” alla fine del fascismo. Saranno 11 giorni di grande cinema, ma anche di grandi personalità, incontri, spettacolo. Tra gli eventi speciali risaltano la commedia americana Thirst Street di Nathan Silver (presentata in collaborazione con il Tribeca Film Festival) e il toccante viaggio nel burlesque Getting Naked di James Lester.

Samira Makhmalbaf

L’attrice e regista iraniana Samira Makhmalbaf, voce potente di un cinema libero e multiculturale, presiederà la giuria, composta da 28 giovani spettatori di altrettanti paesi europei, grazie al sostegno del Premio Lux del Parlamento Europeo e di Europa Cinemas, che consente ogni anno uno sguardo diverso sul cinema di domani grazie alla freschezza e alla professionalità dei giovani giurati, guidati nelle discussioni di giuria dal Direttore del Festival di Karlovy Vary, Karel Och. Il Premio  di €20.000 verrà diviso tra il/la regista e il distributore internazionale del film vincitore per aiutarne l’uscita cinematografica. 15 ragazze e 13 ragazzi, di età compresa tra i 18 e i 25 anni, si incontreranno per la prima volta a Venezia il 30 agosto e passeranno insieme due settimane dense di incontri, dibattiti e naturalmente di film.  Sconosciuti legati da un comune spirito cinefilo, i 28 fortunati partecipanti sono stati selezionati dalle sale del circuito Europa Cinemas tra i loro giovani habitué locali. Ciascuno infatti rappresenterà a Venezia una sala cinematografica, una per paese europeo. L’ultimo incontro della giuria, con la votazione finale, avrà infatti luogo alla Villa degli Autori a porte aperte l’8 settembre e sarà possibile seguire l’evento in live streaming.

***************************************************************

 Concorso: Candelaria (Jhonny Hendrix Hinestroza, Colombia/Germania/Norvegia/Argentina, 2017, 95’, prima mondiale. Con Alden Knight, Veronica Lynn, Manuel Viveros). Il contagio (The Contagion, Matteo Botrugno e Daniele Coluccini. Italia, 2017, 110’, prima mondiale. Con Vinicio Marchioni, Maurizio Tesei, Anna Foglietta, Vincenzo Salemme). Dove cadono le ombre (Where The Shadows Fall, Valentina Pedicini – opera prima, Italia, 2017, 95’, prima mondiale. Con Elena Cotta, Federica Rosellini). L’equilibrio (Vincenzo Marra, Italia, 2017, 90’, prima mondiale. Con Mimmo Borrelli, Roberto Del Gaudio ). Eye On Juliet (Kim Nguyen, Canada, 2017, 91’, prima mondiale. Con Joe Cole, Lina El Arabi). Ga’agua (Longing, Savi Gabizon. Israele, 2017, 91’, prima internazionale. Con ShaiAvivi, Asi Levi).

 Life Guidance (Ruth Mader, Austria, 2017, 90’, prima mondiale. Con Fritz Karl, Katharina Lorenz, Florian Teichtmeister). Looking For Oum Kulthum (Shirin Neshat, Germania/Austria/Italia, 2017, 90’, prima mondiale. Con Neda Rahmanian, Yasmin Raeis, Mehdi Moinzadeh). M (Sara Forestier – opera prima, Francia, 2017, 100’, prima mondiale. Con Sara Forestier, Redouanne Harjane). Mai mee samui samrab ter (Samui Song,  Pen-ekRatanaruang. Thailandia/Germania/Norvegia, 2017, 108’, prima mondiale. Con ChermanBoonyasak, David Asavanond). Mi hua zhi wei (The Taste Of Rice Flower,  Pengfei, Cina, 2017, 102’, prima mondiale. Con Ying Ze, Ye Bule). Volubilis (Faouzi Bensaïdi,Marocco/Francia, 2017, 106’, prima mondiale. Con MouhcineMalzi, Nadia Kounda).

Women’s Tales:#13 Carmen (Chloë Sevigny, Italia, Stati Uniti, 2017, 8’, colore, DCP con Carmen Lynch). #14 (The [End) of History Illusion] (Celia Rowlson-Hall, Italia, Stati Uniti, 2017, 13’, colore, DCP con Caroline Polachek, Sean Scott, John Scott, Leal Zielinska, Mina Nishimura, Katlyn Addison, Soloist with Ballet West, Christina Jones-).

Eventi Speciali: Agnelli (Nick Hooker, Stati Uniti, 2017, 90’, prima mondiale). Getting Naked: A Burlesque Story (James Lester, Stati Uniti, 2017, 85’, prima mondiale). La legge del numero uno (Alessandro D’Alatri, Italia, 2017, 26’, prima mondiale. Con Marco Palvetti, Andrea Sartoretti). Il risoluto (The Resolute, Giovanni Donfrancesco Italia/Francia, 2017, 159’, prima mondiale). Thirst Street (Nathan Silver – In collaborazione con il Tribeca Film Festival. Stati Uniti, 2017, 82’, prima internazionale. Con Lindsay Burdge, Damien Bonnard, Esther Garrel). Il tentato suicidio nell’adolescenza (Ermanno Olmi, Italia, 1968, 35’, prima mondiale).

 Proiezioni Speciali: I’M (Endless Like The Space, Anne-Riitta Ciccone, Italia, 2017, 112’, prima mondiale. Con Barbora Bobulova, Mathilde Bundschuh). The Millionairs (Claudio Santamaria, Italia, 2017, 14’, prima mondiale. Con Sabrina Impacciatore, Peppe Servillo). Raccontare Venezia (Wilma Labate, Italia/Francia, 2017, 54’, prima mondiale. Con Silvia D’Amico).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...