Nastri d’Argento 2017: “La tenerezza” miglior film

Il triello ai Nastri d’Argento 2017 fra Gianni Amelio, Sergio Castellitto ed Edoardo De Angelis, i cui film avevano conseguito 7 candidature ciascuno, vede vincitori La tenerezza, (miglior film, regia, fotografia, attore protagonista) e Indivisibili, che ottiene cinque riconoscimenti (miglior soggetto, produttore, migliori costumi, miglior colonna sonora e canzone originale).
Bis per Jasmine Trinca dopo il Festival di Cannes come migliore attrice protagonista per Fortunata, tra i film più premiati con tre Nastri nel palmarès finale (lo seguono con due ciascuno, Fai bei sogni di Marco Bellocchio, L’ora legale di Ficarra e Picone e Sicilian Ghost Story di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia). Renato Carpentieri, tornato sul set con Amelio dai tempi di Porte aperte, ritira il meritato Nastro come miglior protagonista per La tenerezza, mentre Alessandro Borghi, prossimo cerimoniere della 71ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, consegue il Nastro come miglior attore non protagonista (ancora per Fortunata e per l’opera prima di Michele Vannucci Il più grande sogno). Ex aequo tra le attrici non protagoniste: Sabrina Ferilli (Omicidio all’italiana di Maccio Capatonda) e Carla Signoris , che  duetta con Toni Servillo in Lasciati andare di Francesco Amato.
Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni arriva al traguardo col Nastro per la sceneggiatura ma anche con quello, speciale, consegnato a Roma a Giuliano Montaldo per la sua interpretazione da protagonista (e con una menzione Biraghi al giovane interprete che lo affianca nel film, Andrea Carpenzano).
Di seguito, l’elenco dei premi, che saranno consegnati questa sera, sabato luglio, al Teatro Antico di Taormina.

Renato Carpentieri

Miglior Film: La tenerezza (Gianni Amelio). Migliore regia: Gianni Amelio (La tenerezza). Miglior regista esordiente: Andrea De Sica (I figli della notte). Migliore commedia: L’ora legale (Salvo Ficarra e Valentino Picone). Migliore soggetto: Nicola Guaglianone (Indivisibili).Migliore sceneggiatura:  Francesco Bruni (Tutto quello che vuoi). Miglior produttore: Attilio De Razza (L’ora legale) ed insieme a Pier Paolo Verga per Indivisibili. Migliore attore protagonista:  Renato Carpentieri (La tenerezza). Migliore attrice protagonista: Jasmine Trinca (Fortunata). Migliore attore non protagonista: Alessandro Borghi: (Fortunata  – Il più grande sogno). Migliore attrice non protagonista: ex aequo Sabrina Ferilli (Omicidio all’italiana). Carla Signoris (Lasciati andare).

Jasmine Trinca

Migliore fotografia: Luca Bigazzi (La tenerezza – Sicilian Ghost Story). Migliore scenografia: Marco Dentici (Fai bei sogni  – Sicilian Ghost Story). Migliori costumi: Massimo Cantini Parrini (Indivisibili). Migliore montaggio: Francesca Calvelli (Fai bei sogni). Migliore Sonoro in presa diretta. Alessandro Rolla (Fortunata). Migliore Colonna sonora: Enzo Avitabile (Indivisibili). Migliore Canzone originale:Abbi pietà di noi (musica e testi di Enzo Avitabile, interpretata da Enzo Avitabile, Angela e Marianna Fontana per Indivisibili). Cinquina speciale 2017 per un nastro dedicato al cinema sui giovani: Piuma  (Roan Johnson).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...