Archivi del giorno: 8 aprile 2017

“L’ultimo metro di pellicola”, intervista al regista Elio Sofia

Ciao Elio, grazie per la disponibilità e benvenuto su Sunset Boulevard; ho visto il documentario da te scritto e diretto, L’ultimo metro di pellicola e ne sono rimasto piacevolmente colpito. Cosa ti ha spinto alla sua realizzazione e come sei riuscito a conciliare tanto l’aspetto storico-documentale dell’originario supporto cinematografico quanto quello più propriamente emozionale, legato quest’ultimo alla scomparsa di quel mondo che la pellicola rappresenta?

La via Giuseppe De Felice a Catania da sempre è stata considerata la “Via del Cinema” per la presenza fin dagli anni Cinquanta delle filiali di case di distribuzione che si occupavano di spedire in tutte le sale cinematografiche della Sicilia e di parte della Calabria le “pizze”; oggi quasi tutte quelle botteghe presentano le saracinesche abbassate con inequivocabili cartelli di affittasi e vendesi, ma il ricordo dei fasti del Cinema che fu e del continuo via vai di pellicole per la via è ancora vivo nei racconti degli ultimi distributori.
Mi sono subito accorto sin dalle prime interviste che, superata una iniziale diffidenza, c’era una forte volontà di raccontare questo passaggio rivoluzionario al digitale e ciò che significava per le persone che con la pellicola hanno lavorato per oltre cinquanta anni. Ho trovato incredibili lavoratori che aspettavano soltanto di poter raccontare il proprio vissuto, il proprio intimo rapporto con la pellicola, compagna imprescindibile di una vita.
La digitalizzazione per molti di loro è coincisa con la fine della propria carriera lavorativa. In prima persona volevo capire in cosa consistesse dal punto di vista tecnico questo passaggio al digitale ma inevitabilmente gli occhi dei miei interlocutori si sono emozionati non poco nel riportare alla mente aneddoti vari.
Immagino non sia facile mettere da parte tutto il proprio mondo fatto di pile e pile di rulli di pellicole, figuriamoci distruggerle al macero sapendo che non verranno rimpiazzate. Continua a leggere

“Corti d’Argento” 2017, i titoli selezionati

Sono stati resi noti nei giorni scorsi i 50 titoli (35 di fiction e 10 d’animazione) relativi alla selezione ufficiale dell’edizione 2017 dei Corti d’Argento, promossi dai Giornalisti Cinematografici aderenti al SNGCI, tra i quali saranno assegnati i due Nastri d’Argento (fiction e animazione) con i premi e le menzioni speciali dell’anno il prossimo 20 aprile alla Casa del Cinema di Roma. A questi si aggiungono corti dei giovani autori proposti a Studio Universal, ancora una volta insieme ai Corti d’Argento, per la scelta del vincitore del Cinemaster 2017 nonché, come sempre, alcune segnalazioni fuori concorso. La Giuria composta dal Direttivo Nazionale del Sindacato li ha selezionati tra i 140 titoli compresi entro il limite massimo dei 20’ di durata, realizzati nell’ultima annata e già prevalentemente proposti nei principali Festival e in molte rassegne specializzate. Di seguito,  i titoli selezionati. Continua a leggere

Milano, MIC-Museo Interattivo del Cinema: “Lele Luzzati & Giulio Gianini”

Lele Luzzati e Giulio Gianini

Da oggi, sabato 8, e fino a lunedì 17 aprile, al MIC – Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta Lele Luzzati & Giulio Gianini, un omaggio, a dieci anni dalla scomparsa, allo scenografo, animatore e illustratore Emanuele Luzzati che, nel 1957, insieme a Giulio Gianini diede vita alla coppia d’oro del cinema d’animazione italiano, offrendo una poesia animata che tramite la tecnica del découpage ingloba tutta la cultura del teatro, congiunta al disegno e ad un tocco di genio senza dimenticare la poesia e il senso della fiaba: i personaggi, sebbene siano solo pezzetti di carta che si spostano su fondali, sembrano uscire da questi stessi scenari per diventare colore in movimento, per un felice connubio tra cinema, grafica ed inventiva narrativa, che valse al duo, tra i tanti riconoscimenti internazionali, due candidature all’Oscar, nel ’64 (La gazza ladra) e nel ’73 (Pulcinella).
Opera loro, tra l’altro, gli indimenticabili titoli di testa de L’armata Brancaleone, ’66, e di Brancaleone alle crociate, ’70, entrambi diretti da Mario Monicelli.
Da non perdere, domenica 9 aprile alle ore 17, l’incontro con Carla Rezza, moglie di Giulio Gianini, che racconterà al pubblico l’amicizia e il percorso lavorativo dei due maestri del cinema d’animazione. Continua a leggere