Archivi del mese: aprile 2017

Ode conclamata alla deontologia professionale

In data 29 aprile 2017 Tele Mia, emittente televisiva, per comporre un articolo pubblicato sul suo sito ha ripreso in parte, senza citarla, una mia intervista al collega Giovanni Scaramuzzino di qualche anno addietrohttp://www.telemia.it/2017/04/locride-rc-giovanni-scaramuzzino-roccella-jonica-voce-storica-dello-sport-della-rai/

Interpellati, i responsabili  del sito e della pagina Facebook dell’emittente televisiva hanno risposto “picche”, ripubblicando il post senza alcuna correzione riguardo il “prelevamento”, oltre ad aver cancellato il mio commento con riferimento all’ intervista…

Un’ode conclamata alla deontologia professionale.

Ai posteri.

Antonio Falcone   

Annunci

Il telefono deve essere guasto, squilla sempre mentre cucino

“Buongiorno, la contatto per conto della******…”  “No, guardi, la ringrazio, non mi interessa”.
“Ma se non ha neanche sentito cosa le vogliamo proporre …”  “Appunto, a prescindere … E che, siamo uomini o caporali? Specie che questanno c’è stato una grande moria delle vacche. E poi, come fosse Antani, la vede l’offerta come stuzzica e posterga anche …” Tacuit. Sia benedetta la mia passione per il cinema, che mi consente eleganti dinieghi, telefonici e non solo, sempre nel rispetto del lavoro altrui, in particolare nell’ “ora sacra” (mezzogiorno e dintorni), quando sono intento, come oggi, sorseggiando un buon vinello, a preparare gli spaghetti alle melanzane e la pappa a Boghy, il mio cane.

Paperino e Pippo

“Il vantaggio di essere intelligente è che si può fare sempre l’imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile” (Woody Allen).
Il titolo dell’ameno post (una tantum) è una citazione dai fumetti Disney (Pippo e Paperino in alcune storie si lamentano che il campanello di casa suoni proprio ogni volta che fanno il bagno… “Deve essere guasto”, è il loro commento).

70mo Festival di Cannes, annunciati nuovi titoli

Roman Polanski (comingsoon)

Sono stati annunciati nei giorni scorsi sette nuovi titoli che vanno ad integrare il cartellone del 70mo Festival di Cannes (17-28 maggio): in Concorso troviamo The Square  per la regia del cineasta svedese Ruben Östlund, mentre fuori competizione sarà presentato D’après une histoire vraie di Roman Polanski.
Nella sezione Un Certain Regard, vanno ad aggiungersi ai titoli già selezionati La Cordillera  (Santiago Mitre) e Walking Past the Future (Li Ruijun). Andando alle proiezioni speciali, ecco Le Vénérable W di Barbet Schroeder,  Carré 35, diretto da Eric Caravaca,  Zombillénium per la regia di Arthur De Pins e Alexis Ducord. Tra gli eventi celebrativi dei 70 anni del festival, vi sarà un omaggio ad André Téchiné con la presentazione del suo nuovo lavoro, Nos années folles, e un cine-concerto di Tony Gatlif con la proiezione di Djam, al Cinéma de la Plage.

Un ricordo di Jonathan Demme

Jonathan Demme

E’ morto ieri, mercoledì 26 aprile, a New York, il regista, sceneggiatore e produttore cinematografico Jonathan Demme (Baldwin, 1944),  autore che ha abbracciato diversi generi cinematografici, rivisitandoli e spesso miscelandone le diverse caratteristiche in forza di uno stile del tutto personale, idoneo a portare in scena visionarietà e cura formale (il ricorso ai piani ravvicinati e alla soggettiva), grazie anche all’apporto di una “sana” e collaudata artigianalità. Mantenendosi in felice equilibrio fra  produzioni degli studios e quelle indipendenti, fiction e documentario, Demme ha posto al centro delle proprie opere l’individuo, l’essere umano, a muoversi sullo sfondo di un’America la cui società guardava al futuro senza comunque dimenticare il proprio passato. Continua a leggere

Bozzetto non troppo (2016)

Presentato alla 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (Sezione Classici- Documentari sul cinema), scritto e diretto da Marco Bonfanti (L’ultimo pastore, 2012), Bozzetto non troppo, proiettato lo scorso 19 aprile al Cinema Kino di Roma, si palesa alla visione come una realizzazione pregevole nella sua fattura complessiva: in primo luogo appare rimarchevole un andamento narrativo che prende le distanze dalla costruzione propria di un biopic propriamente detto, facendo sì che la figura di Bruno Bozzetto, fra i più importanti protagonisti dell’animazione italiana, si presenti in prima persona agli spettatori. Viene così offerto naturale risalto alla sua personalità, umana ed artistica, permeata in egual misura di concretezza, ironia ed una creatività improntata tanto all’espressione di una fantasia pura, semplice, libera da qualsivoglia schematismo precostituito, quanto ad un pragmatismo ancorato vitalmente alla realtà circostante. A tale ultimo riguardo, Bonfanti dà adito alla visualizzazione  di una congrua e fluida analisi relativa alla confluenza fra l’ordinaria quotidianità, gli spunti, in positivo o in negativo, che quest’ultima è in grado di offrire e l’inventiva espressa da Bozzetto nelle proprie realizzazioni: una “contaminazione” tra arte e vita che va infine a cristallizzarsi in un suggestivo unicum, “eversivo” e poetico al contempo.   Continua a leggere

Milano, Spazio Oberdan: presentazione del libro “Cinemology”

Oggi, mercoledì 26 aprile, alle ore 20, al Cinema Spazio Oberdan di Milano, gli  autori Matteo  Civaschi (Shortology) e Matteo Pavesi (Cineteca Milano) presenteranno Cinemology (Fausto Lupetti  Editore), il libro della grande storia del cinema, quarto volume della serie basata sul meccanismo della sintesi grafica, che comprende Shortology (pubblicato in Italia da Rizzoli e uscito in Gran Bretagna, Stati  Uniti, Germania, Francia, Spagna e Giappone), e dedicato a fatti storici e personaggi famosi, Filmology (incentrato  sul  cinema) e Proverbiology (ça va sans  dire). Dall’incontro tra il sapere cinematografico custodito nella prima Cineteca d’Italia e l’innovazione del graphic design, nasce  una nuova fruizione dell’oggetto libro: bastano  infatti pochi  secondi  per  “leggere” queste  illustrazioni, e con qualche icona grafica o pittogramma, come per incanto la storia del cinema prende forma.
Cinemology è un manuale a tutto tondo per grandi appassionati di cinema, ma anche per chi della Settima Arte è completamente a digiuno, potendone così scoprirne la storia, dai fratelli Lumière e le grandi correnti estetiche del Novecento, alle epocali trasformazioni contemporanee, oltre ad alcune delle più divertenti citazioni, le filmografie dei più grandi maestri condensate in un unico tableau, e i celebri short movies e sfiziosi aneddoti e record cinematografici. Continua a leggere

70mo Festival di Cannes, svelata la giuria

Sono stati resi noti oggi, martedì 25 aprile, i nominativi dei giurati che andranno ad affiancare il presidente Pedro Almodóvar al 70mo Festival di Cannes, ai quali toccherà il compito di attribuire la Palma d’Oro e gli altri premi, nel corso della cerimonia di chiusura il 26 maggio: Maren Ade (regista, sceneggiatrice, produttrice- Germania), Jessica Chastain (attrice, produttrice- Stati Uniti), Fan Bingbing (attrice, produttrice-Cina), Agnès Jaoui (attrice, sceneggiatrice, regista, cantante- Francia), Park Chan-Wook (regista, sceneggiatore, produttore-Corea del Sud), Will Smith (attore, produttore, musicista-Stati Uniti), Gabriel Yared (compositore-Francia), Paolo Sorrentino (regista, sceneggiatore-Italia).