Nastri d’ Argento Doc: le cinquine finaliste

locandinaSono state annunciate nei giorni scorsi dai giornalisti aderenti al SNGCI le cinquine finaliste tra le quali saranno scelti i tre Nastri d’Argento 2017 per i migliori documentari dell’anno, insieme alla segnalazione di alcune menzioni speciali dedicate ai film con una particolare attenzione all’impegno sociale e a due documentari che rileggono quasi mezzo secolo dopo un decennio che ha segnato profondamente il cambiamento politico e di costume del Paese, ancora poco indagato, tra il ’68 e il ’77:  Assalto al cielo di Francesco Munzi e Femminismo! di Paola Columba. 30 i film finalisti su 55 ammessi alla prima selezione nella sezione dedicata al cinema del reale, ricordando come  quest’anno siano stati oltre 90 i titoli tra i quali sono stati scelti i suddetti finalisti: film presentati nell’anno solare, nei grandi Festival cinematografici e/o nelle rassegne specializzate, poi usciti in sala o in dvd e sul web o trasmessi da una rete televisiva, riguardanti il cinema del reale ma anche la documentazione sulla memoria dello Spettacolo e sempre di più la contaminazione tra realtà e fiction. Il prossimo 3 marzo alla Casa del Cinema di Roma saranno assegnati i tre Nastri al miglior documentario nelle sezioni cinema del reale, cinema e spettacolo (15 i finalisti selezionati) e docufilm dell’anno.
Il Direttivo dei Giornalisti ha già annunciato i due Nastri alla carriera 2017 per Gianni Minà e Giorgio Pressburger e prevede anche un Nastro speciale insieme alla consegna di altri riconoscimenti particolari destinati anche a titoli non compresi nelle cinquine. A seguire, l’elenco dei finalisti 2017.

photoCinema del reale: Ciao amore, vado a combattere (Simone Manetti), Le scandalose (Gianfranco Giagni), Liberami (Federica Di Giacomo), Magic Island (Marco Amenta), Porno e libertà (Carmine Amoroso). Docufilm: Al di qua (Corrado Franco), I cormorani (Fabio Bobbio), Naples ’44 (Francesco Patierno), Ombre della sera (Valentina Esposito), Varichina- La vera storia della finta vita di Lorenzo De Santis (Mariangela Barbanente e Antonio Palumbo). Cinema  e Spettacolo: A pugni chiusi (Pierpaolo De Sanctis),  Acqua e zucchero: Carlo Di Palma, i colori della vita (Fariborz Kamkari), Bozzetto non troppo (Marco Bonfanti), Cinque mondi (Giancarlo Soldi), The Young Pope: A Tale Of Filmmaking (Fabio Mollo). Menzioni speciali  per l’attenzione originale ai temi del sociale: Crazy For Football (Volfango De Biasi), Dustur (Marco Santarelli), Ero malerba (Toni Trupia), Love Is All. Piergiorgio Welby, autoritratto  (Francesco Andreotti e Livia Giunti), Non voltarti indietro (Francesco Del Grosso) e  inoltre: Assalto al cielo (Francesco Munzi), Femminismo! (Paola Columba).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...