Milano, Spazio Oberdan: Fondazione Cineteca Italiana omaggia Jim Jarmush

Jim Jarmusch (Wikipedia)

Jim Jarmusch (Wikipedia)

Da oggi, sabato 11, e fino a martedì 21 febbraio, a Milano, allo Spazio Oberdan, Fondazione Cineteca Italiana presenterà un omaggio a Jim Jarmusch, offrendo così risalto ad un autore capace di delineare tramite le sue opere una visione critica, non disgiunta da toni ironici e stranianti, della mitologia on the road e del rapporto fra l’uomo e il paesaggio americano, quest’ultimo spesso crocevia di una varia e spaesata umanità, simbolo quindi dell’incontro fra le più diverse culture.
Nato nel 1953 in Ohio, cresciuto nella cultura underground newyorchese degli anni Settanta, ammaliato ed ispirato in egual misura sia da quanto offriva la scena musicale del periodo che dalla precedente frequentazione a Parigi della Cinémathèque française diretta all’epoca da Henri Langlois, Jarmusch concretizzò la sua voglia di “fare film” presso la scuola di cinema della New York University, dove divenne assistente del regista Nicholas Ray.
L’esordio avvenne nel 1980, con la distribuzione nel circuito d’essai internazionale del suo saggio di regia (in 16mm) Permanent Vacation, col quale si diplomò alla suddetta scuola di cinema: sullo sfondo di una New York quasi aliena Jarmush mise in scena la storia di un uomo, il giovane Aloysius (Chris Parker), che vive a tempo perso tra donne, letteratura e piccoli furti, finché proverà a raggiungere l’ultimo barlume di felicità fuggendo a Parigi.

stranger_than_paradise_1984_poster_01Da qui iniziarono a delinearsi le caratteristiche idonee a classificare il nostro come un autore indipendente, “non allineato”, e nel contempo a catalizzare l’attenzione degli spettatori: messa in scena minimale, lunghi piani sequenza, atmosfera rarefatta e “sospesa”, una lentezza di fondo propria tanto dei suoi sradicati personaggi, figure dubbiose, esitanti, quasi filosofiche, che osservano con perplessità insieme ironica e sofferta una realtà di cui cercano di rintracciare il senso, quanto inerenti al suo sguardo, meditato e riflessivo, ma insistente in egual misura, volto a restituire al mondo che lo circonda, e ad ogni singolo elemento di cui è composto, quella consistenza comunque presente e mai andata perduta. La personale offre una panoramica sulla ricca filmografia del regista, partendo dai cult underground degli esordi (Permanent Vacation, Stranger Than Paradise, Daunbailò) per arrivare a capolavori della maturità quali il western esistenzialista Dead Man e il noir urbano Ghost Dog, geniale connubio tra il cinema di Melville e le culture hip hop e giapponese.
Spazio infine anche ad uno stralunato e irriverente film a episodi: Coffee and Cigarettes, collezione di spassosi siparietti con protagonisti habitué del regista come Roberto Benigni, Bill Murray e i musicisti Tom Waits e RZA.

*******************

locandina4 11/02 ore 15: Daunbailò (Down By Law, regia e sceneggiatura: J. Jarmusch. Musiche: John Lurie. Interpreti: Roberto Benigni, John Lurie, Tom Waits, Ellen Barkin, Nicoletta Braschi. USA, 1986, b/n, 107’). Ore 21.15: Stranger than Paradise (Regia e scenegiatura: J. Jarmusch. Interpreti: John Lurie, Eszter Balint, Richard Edson. USA, 1984, b/n, 90’, versione originale sottotitolata in italiano). 12/02 ore 21.15: Permanent Vacation (Regia, sceneggiatura e montaggio: J. Jarmusch. Musiche: John Lurie, J. Jarmusch. Interpreti: Chris Parker, Lelia Gastil, John Lurie. USA, 1980, col., 85’, versione originale sottotitolata in italiano). 13/02 ore 17: Broken Flowers (Regia e sceneggiatura: J. Jarmusch. Interpreti: Bill Murray, Sharon Stone, Tilda Swinton, Julie Delpy, Jessica Lange, Jeffrey Wright. USA, 2005, col., 106’). Ore 21.15: Paterson (Regia e sceneggiatura: J. Jarmusch. Interpreti: Adam Driver, Golshifteh Farahani, Frank Harts, Rizwan Manji, William J. Harper. USA, 2016, 115’, versione originale sottotitolata in italiano).

0017235photo14/02 ore 18.45: Solo gli amanti sopravvivono (Only Lovers Left Alive, regia e sceneggiatura: J. Jarmusch. Interpreti: Tilda Swinton, Tom Hiddleston, Mia Wasikowska, John Hurt, Anton Yelchin. Ger./UK/Fr./Cipro, 2013, col., 123’, versione originale sottotitolata in italiano). 16/02 ore 21.15: Patersonreplica. 17/02 ore 16.45: Paterson– replica. 18/02 ore 21.15: Broken Flowers– replica. 19/02 ore 15: Coffee and Cigarettes (Regia e sceneggiatura: J. Jarmusch. Interpreti: Roberto Benigni, Steven Wright, Steve Buscemi, Iggy Pop, Tom Waits, Cate Blanchett, Alfred Molina, Steve Coogan, E.J. Rodriguez. USA, 2003, col., 96’). 19/02 ore 21: Ghost Dog – Il codice del samurai (Ghost Dog- The Way Of Samurai (Regia e sceneggiatura: J. Jarmusch. Interpreti: Forest Whitaker, Henry Silva, Isaach De Bankolé. USA, 1999, 116’).

gimme-danger20/02 ore 18.45: Dead Man (Regia e sceneggiatura: J. Jarmusch. Interpreti: Johnny Depp, Gabriel Byrne, John Hurt, Robert Mitchum. USA/Germania, 1995, b/n, 122’, versione originale sottotitolata in italiano). 21.02 ore 21.15: Gimme Danger (Regia e sceneggiatura: Jim Jarmusch. Montaggio: Affonso Gonçalves, Adam Kurnitz. Interpreti: Iggy Pop, Ron Asheton, Dave Asheton. USA, 2016, 108’, versione originale sottotitolata in italiano).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...