Gabo – Il mondo di Garcia Márquez

53586Diretto dal regista inglese Justin Webster (autore anche della sceneggiatura insieme a Kate Horne), Gabo – Il mondo di Garcia Márquez (Gabo, The Magic of Reality) è un documentario classicamente impostato nel suo susseguirsi e giustapporsi d’immagini, filmati di repertorio ed interviste, la cui valenza palesemente esplicativa non inficia comunque quello che costituisce il suo pregio essenziale da un punto di visto strettamente contenutistico, ovvero evitare qualsiasi esternazione celebrativa nel ricordare la figura dello scrittore colombiano Gabriel García Márquez. Punta, invece, ad offrire concreto risalto all’umanità che gli era propria, unita alla ferma determinazione nell’abbattere le tante storture del mondo, a partire da quelle presenti nella propria terra d’origine attraverso la principale “arma” a sua disposizione, la scrittura, espressa in articoli di giornali, racconti e romanzi.

7cf5fcb89dc3304e7c746d6de91484Punto di partenza della narrazione, il conseguimento del Premio Nobel per la Letteratura nel 1982, per poi proseguire, anche attraverso testimonianze dirette (i fratelli Jaime e Aida, amici quali Tachia Quintana, Plinio Apuleyo Mendoza, ad esempio), con il racconto della  nascita ad Aracataca nel 1927, pueblo fluviale colombiano (trasfigurato nel Macondo di Cent’anni di solitudine: 20 case d’argilla e di canne costruite sulla riva di un fiume dalle acque diafane, che rovinavano per un letto di pietre levigate, bianche ed enormi come uova preistoriche), l’infanzia e la crescita a Santa Marta, allevato dai nonni Nicolás e Tranquilina, con i racconti fantastici di quest’ultima idonei ad influenzare la futura affabulante modalità narrativa propria di Gabo, convincente e coinvolgente per tutti, lettori e critici letterari (La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla).

Gabriel García Márquez

Gabriel García Márquez

Sempre sfruttando, piuttosto fluidamente, una composta alternanza di ricordi, immagini e sensazioni, si prosegue con il trasferimento di Márquez a Bogotà nel 1947 per studiare Giurisprudenza, facoltà che presto abbandonerà per dedicarsi alla scrittura, dapprima come giornalista di cronaca e critico cinematografico e poi come autore di romanzi (l’esordio al riguardo risale al 1955, La hojarasca) e quindi con la definitiva affermazione nel mondo letterario, mai disgiunta da un impegno civile e politico, espresso anche attraverso le amicizie con Fidel Castro, Ernesto Che Guevara, Bill Clinton, l’opposizione al regime di Pinochet o la lotta contro il fenomeno criminale del narcotraffico.

ggmGrazie al riporto di un coro di voci estremamente diversificato, comprendente anche interviste rilasciate da Márquez, Webster riesce dunque a farne emergere l’essenza più intima e profonda, la semplicità e genuinità nel proporsi che lo resero amato in primo luogo alla gente comune, la quale ne comprese ed apprezzò la  grande capacità di percepire, per il tramite di una sensibile intuizione poetica, ciò che si cela dietro la quotidianità normalmente vissuta, trasfigurata dallo scrittore nell’immagine fantastica, a cavallo fra allegoria e mito, senza dimenticare una certa ironia, delineata nelle pagine delle sue opere e della quale il romanzo Cent’anni di solitudine, 1967, è universalmente considerato l’emblema (Non c’è atto di libertà individuale più splendido che sedermi a inventare il mondo davanti ad una macchina da scrivere).

*************

Gabo- Il mondo di Garcia Márquez da oggi, lunedì 5 dicembre, e fino a domenica 11 sarà proiettato in anteprima a Milano, allo Spazio Oberdan a cura di Fondazione Cineteca Italiana, in versione originale sottotitolata in italiano, secondo il seguente calendario: 5.12 ore 18 / 6.12 ore 21.15 / 7.12 ore 15.45 / 8.12 ore 21.15 / 9.12 ore 21.15 / 10.12 ore 19.15 / 11.12 ore 15 e ore 21.15.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...