Milano, MIC-Museo Interattivo del Cinema: “Marcello come here!”

Marcello Mastroianni

Marcello Mastroianni

Dall’1 al 23 dicembre a Milano, al MIC – Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenterà Marcello come here! Omaggio in 16 film a Marcello Mastroianni, una rassegna di sedici interpretazioni scelte nella sterminata filmografia dell’attore che è stato a lungo il volto per antonomasia del cinema italiano nel mondo, e dirette da sedici registi diversi. Dai suoi primi ruoli d’ensemble in Vita da cani (1950) e I soliti ignoti (1958) sotto la direzione di Monicelli, alla sua consacrazione da protagonista, con titoli come Le notti bianche (1957) di Luchino Visconti, tratto dall’omonimo racconto di Fëdor Dostoevskij e Il bell’Antonio, liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Vitaliano Brancati. Attore di formazione teatrale (frequentò la scuola di  Visconti), Mastroianni ha offerto al cinema un impagabile eclettismo, profuso nell’ambito di un’ampia gamma di carattterizzazioni all’insegna di una mutabile e sempre consona espressività. Ha alternato ironia e dramma, assecondando ora toni sornioni ed accomodanti, ora dolenti, sofferti, intimamente toccanti, sempre abbracciando un particolare melange di professionalità e naturalezza nell’aderire al personaggio interpretato. Emblematica al riguardo la sua “trasfigurazione” nell’alter ego di Federico Fellini (8 ½), senza sottovalutare  la mutazione anche fisica che spesso affrontò con una certa disinvoltura in vari ruoli, espressione di un’esibita noncuranza della propria immagine.
Difficile dimenticare poi i duetti recitativi con Sophia Loren (da Peccato che sia una canaglia, 1954, Alessandro Blasetti, a Prêt-à-porter, 1994, Robert Altman) o Massimo Troisi (Splendor, Che ora è, entrambi del 1989, Ettore Scola) e Jack Lemmon (Maccheroni, 1985, ancora Scola).

Mastroianni e Sophia Loren

Mastroianni e Sophia Loren

Nella rassegna proposta da Cineteca Italiana troviamo inoltre: La notte (1961) di Michelangelo Antonioni, Orso d’oro all’11mo Festival di Berlino, Nastro d’Argento e David di Donatello per la regia; L’assassino (1961) di Elio Petri, curata analisi psicologica dei turbamenti del protagonista; Cronaca familiare (1962) di Valerio Zurlini, tratto dall’omonimo racconto di Vasco Pratolini; Ieri, oggi e domani (1963) di Vittorio De Sica, vincitore dell’ Oscar e del Golden Globe come Miglior Film Straniero e per il quale Mastroianni vinse il Premio BAFTA ed il David di Donatello come miglior attore protagonista; il citato 8 ½ (1963) di Federico Fellini, Oscar come Miglior Film Straniero e fonte d’ispirazione per generazioni di registi; Dramma della gelosia (tutti i particolari in cronaca) (1970) di Ettore Scola, che gli valse il premio per la migliore interpretazione maschile al 23mo Festival di Cannes; La cagna (1972) di Marco Ferreri, tratto dalla novella Melampus di Ennio Flaiano e sul cui set conobbe Catherine Deneuve, madre della sua seconda figlia Chiara; La donna della domenica (1975) di Luigi Comencini, tratto dall’omonimo romanzo di Carlo Fruttero e Franco Lucentini; La pelle (1981) di Liliana Cavani; Enrico IV (1985) di Marco Bellocchio, libera trasposizione dell’omonima tragedia di Luigi Pirandello; Stanno tutti bene (1990) di Giuseppe Tornatore, vincitore del Premio della Giuria Ecumenica al 43mo Festival di Cannes ed oggetto di un remake del 2009 con Robert De Niro nella parte che fu di Mastroianni. Infine Mi ricordo, si, io mi ricordo (1996) di Anna Maria Tatò, sua ultima compagna, documentario confessionale ed autobiografico girato nel luglio del 1996 durante le riprese di Viaggio all’inizio del mondo di Manoel de Oliveira, ultimo film interpretato dall’attore.

*************************************

locandina-la-notteGiovedì 1 dicembre, ore 17.00: Cronaca familiare (Valerio Zurlini, Italia, 1962, 115′. Con M. Mastroianni, Jacques Perrin). Domenica 4 dicembre, ore 19.00: 8 e ½ (Federico Fellini, Italia/Francia, 1963, 138′. Con M. Mastroianni, Claudia Cardinale, Sandra Milo). Giovedì 8 dicembre, ore 15.00: La notte (Michelangelo Antonioni, Ita./Fr., 1961, 115′. Con M. Mastroianni, Monica Vitti). Ore 17.00: La pelle
(Liliana Cavani, tratto dall’omonimo romanzo di Curzio Malaparte, Italia, 1981, 128’. Con M. Mastroianni, Burt Lancaster). Venerdì 9 dicembre, ore 15.00: La cagna (Marco Ferreri, Italia/Francia, 1972, 100′. Con Marcello Mastroianni, Catherine Deneuve). Ore 17.00: Il bell’Antonio (Mauro Bolognini, Italia-Francia, 1960, 105′. Con Marcello Mastroianni, Claudia Cardinale). Ore 19.00: La donna della domenica (Luigi Comencini, Italia/Francia, 1975, 105′. Con Marcello Mastroianni, Jean-Louis Trintignant). Sabato 10 dicembre, ore 15.00: I soliti ignoti (Mario Monicelli, Italia, 1958, 102′. Con Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman, Totò).
Domenica 11 dicembre, ore 17.00: Le notti bianche (Luchino Visconti, Italia/Francia, 1957, 107′. Con M. Mastroianni, Corrado Pani). Ore 19.00: Mi ricordo si io mi ricordo (Anna Maria Tatò, Italia, 2006, 105′. Con M. Mastroianni, Manoel de Oliveira).

maxresdefault Mercoledì 14 dicembre, ore 17: Enrico IV (Marco Bellocchio, Italia, 1985, 95′ con Marcello Mastroianni, Claudia Cardinale). Venerdì 16 dicembre, ore 15: Ieri, oggi e domani (Vittorio De Sica, Italia/Francia, 1963, 114′ con Marcello Mastroianni, Sophia Loren). Martedì 20 dicembre, ore 15: Dramma della gelosia (Ettore Scola, Italia, 1970, 107′ con Marcello Mastroianni, Monica Vitti, Giancarlo Giannini). Ore 17: Vita da cani (Mario Monicelli, Steno, Italia, 1950, 108′ con Marcello Mastroianni, Gina Lollobrigida, Aldo Fabrizi). Giovedì 22 dicembre, ore 15: Ieri, oggi e domani -Replica. Ore 17: Stanno tutti bene (Giuseppe Tornatore, Italia, 1990, 126′ con Marcello Mastroianni, Leo Gullotta). Venerdì 23 dicembre, ore 15: L’assassino (Elio Petri, Italia/Francia, 1961, 95′ con Marcello Mastroianni, Andrea Checchi).

Informazioni: info@cinetecamilano.it www.cinetecamilano.it

Annunci

3 risposte a “Milano, MIC-Museo Interattivo del Cinema: “Marcello come here!”

  1. I think he’s one of the best actors ever been on screen. Thanx for the article 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Lui è per me il più grande attore di sempre, sarà soprattutto perché é protagonista di alcuni dei miei film preferiti, ma credo che la ragione principale sia che in tutti questi personaggi che lui ha interpretato ha sempre fatto uscire qualcosa di se stesso, e questo il pubblico lo nota e ci si affeziona… Ma una rassegna a lui dedicata di 16 film non inseriscono “Una giornata particolare”, “Matrimonio all’italiana”, “La dolce vita” e “Divorzio all’italiana”? Mah! (tra l’altro per due di questi è stato nominato all’oscar). Un aro saluto!

    Mi piace

    • Ciao Fabio. Concordo, personalmente mi ha sempre stupito la sua naturale adesione ad ogni personaggio interpretato, senza forzature o pose divistiche. Ho notato anche io la mancanza dei titoli da te citati (aggiungerei i film di Blasetti che hanno dato vita al sodalizio con la Loren), ma credo abbiano voluto puntare su una selezione meno scontata e particolarmente attenta alle varietà interpretative offerte dall’attore. Grazie, un caro saluto.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...