Milano, WOW Spazio Fumetto: “L’altro Crepax”

loc-crepax-bassa-724x1024WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano, con la collaborazione di Zadig e Archivio Crepax e la sponsorizzazione tecnica di Pixartprinting dedica una mostra a Guido Crepax (1933-2003), uno dei maggiori protagonisti del fumetto italiano, rivelando per la prima volta al pubblico un aspetto meno noto della produzione del grande autore: 60 tavole originali disegnate per illustrare le Clinicommedie pubblicate su Tempo Medico dal 1965 al 1994.
È infatti sulle pagine di questa importante rivista scientifica che prendono vita tipi e silhouette di donna che saranno di ispirazione per Valentina Rosselli, affascinante fotografa i cui tratti e l’inconfondibile caschetto si ispirano alla celebre diva degli anni Venti e Trenta, Louise Brooks; nata all’interno di Linus nel 1965 come comprimario nelle avventure del fidanzato Philip Rembrandt, Valentina divenne presto la vera protagonista della serie e, in breve tempo, un personaggio universalmente noto.

Valentina

Valentina

Inoltre, quasi in contemporanea (dal 9 novembre al 6 dicembre), grazie al contributo dell’Università degli Studi di Milano, sarà visitabile nella storica sede della Statale una mostra parallela dedicata all’altra attività che Crepax ha svolto per Tempo Medico, quella di autore delle copertine, oltre 200, che consentono di seguire lo sviluppo dei maggiori temi della Sanità italiana ma anche di offrire una carrellata sui grandi personaggi che hanno fatto la storia della Medicina nel nostro paese.
Oggi, sabato 15 ottobre, alle ore 16.30, l’inaugurazione, presenti Luigi F. Bona (direttore di WOW Spazio Fumetto), i figli di Guido Crepax, Roberto Satolli (presidente Zadig ed ex direttore di Tempo Medico), Carlo Roberto Rossi (presidente dell’Ordine dei Medici di Milano) e Luca Clerici (Delegato del Rettore per la Promozione delle attività culturali dell’Università degli Studi di Milano). Modererà Pietro Dri (ex direttore di Tempo Medico).

Guido Crepax

Guido Crepax

Dopo una breve presentazione della figura di Guido Crepax, insieme alla storia della rivista Tempo Medico e del legame tra di loro, la mostra ripercorre cronologicamente la rubrica Circuito interno, poi divenuta Clinicocommedie, con una selezione delle più belle illustrazioni originali realizzate dall’autore, 60 in tutto, accanto ai numeri della rivista; si tratta di grandi fogli di cartoncino Schoeller dove Crepax incastrava tutte le vignette e le sequenze che sarebbero poi state sparse nelle pagine della rubrica.
Il percorso è scandito da pannelli che raccontano per ogni anno un’importante avvenimento del mondo della medicina attraverso un articolo di Tempo Medico e che, parallelamente, illustrano di cosa si stesse occupando Crepax in quel momento, permettendo così di mettere in relazione il suo lavoro per la rivista con quello delle sue produzioni più famose.

1017Nelle grandi vignette in bianco e nero è possibile rintracciare lo stile del disegnatore, la sensualità delle sue donne, l’attenzione alla moda, la gestualità dei personaggi, il suo inimitabile tratteggio. Ma è nell’invenzione dei personaggi dei casi clinici di ogni puntata, che l’autore realizza degli autentici piccoli capolavori, riuscendo a donare una personalità precisa in una sola vignetta a ognuno dei 360 pazienti comparsi in 30 anni.
Ad affiancare le tavole sono esposte le riviste da cui sono tratte, per mostrare al visitatore come venivano impaginati i disegni e permettergli di leggere la storia che illustravano, sfidandolo a risolvere l’enigma medico.
Il percorso è completato da una selezione delle copertine originali a colori di Crepax per Tempo Medico, divenute assai rare perché disperse nelle case e negli studi di gran parte dei medici ritratti, ora esposte per la prima volta, tra le quali spicca la versione inedita della copertina del numero 100, Il medico che legge, scelta come immagine di locandina della mostra. (Fonte: comunicato stampa)

**********************

L’altro Crepax
30 anni di Clinicommedie su Tempo Medico

15 ottobre – 13 novembre
Wow spazio fumetto
Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano
Viale Campania, 12 – Milano
Info: 02 49524744/45 – http://www.museowow.it – Ingresso intero 5 euro, ridotto 3 euro
Orario: da martedì a venerdì, ore 15.00-19.00; sabato e domenica, ore 15.00-20.00. Lunedì chiuso

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...