Andrzej Wajda (1927-2016)

04.07.2006 Gdansk , Festiwal Gwiazd N/z Andrzej Wajda fot. Lukasz Ostalski/REPORTER

04.07.2006 Gdansk , Festiwal Gwiazd N/z Andrzej Wajda
fot. Lukasz Ostalski/REPORTER

E’ morto ieri, domenica 9 ottobre, a Varsavia, il regista cinematografico polacco Andrzej Wajda (Suwałki, 1927), autore che fin dal suo esordio con Pokolenie (Generazione, 1955) ha dato vita ad un cinema permeato da un coerente impegno civile e politico, al cui interno cronaca, dramma e denuncia hanno sempre trovato ampio spazio, anche in chiave simbolica nel caso della trasposizione di classici letterali e teatrali che presentavano come tema determinati eventi storici (ad esempio Danton, 1982, ricavato da un dramma della drammaturga polacca Stanislawa Przybyszewska).
Il citato Pokolenie rientra in una trilogia di cui fanno parte il successivo Kanał (1957, I dannati di Varsavia) che conseguì il Premio della giuria al 10mo Festival di Cannes (ex aequo con Det sjunde inseglet, Il settimo sigillo, Ingmar Bergman) e Popiół i diament (1958, Cenere e diamanti, dall’omonimo romanzo di Jerzy Andrzejewski), titolo quest’ultimo, vincitore del Premio Fipresci alla 20ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, idoneo a porre ulteriormente in evidenza la crisi e la ribellione di una generazione di giovani polacchi “bruciati” dalla guerra.

7526416-3Riconosciuto quale esponente di punta della nouvelle vague del suo paese, espressa da quei maestri (Kieslowski e Skolimovski, fra gli altri) formatisi presso la celebre Scuola di cinema di Lodz, che esprimevano attraverso le proprie realizzazioni una ferma opposizione al “realismo socialista”, la dottrina ufficiale imposta dal Partito comunista agli artisti, Wajda ha sempre fatto sì che la sua attività artistica potesse anche svolgere una funzione sociale, sollecitando il ricordo e la memoria di determinati eventi storici perché tutta una serie di orrori, dall’antisemitismo all’assolutismo, non venissero più ripetuti e subiti, tanto dal popolo polacco quanto nell’ambito dell’umanità tutta.

czlowiek-z-marmuru-plakat-2014-07-11-530x7631In considerazione di ciò all’interno della sua vasta filmografia risaltano, fra gli altri, titoli quali Lotna (1959), Samson (1961, Sansone, da un romanzo di Kazimierz Brandys), incentrati rispettivamente sulla futilità del guerra e la tragicità della Shoah, Krajobraz po bitwie (1970, Paesaggio dopo la battaglia), storia d’amore in un campo di sterminio nazista che traeva ispirazione dai racconti di Tadeusz Borowski, Les possédés (1988, I demoni, tratto da Dostoevskij) e poi, quale efficace compendio delle tematiche affrontate nelle sue opere, Człowiek z marmuru (1977, L’uomo di marmo), dove l’espediente narrativo incentrato sulla figura della cineasta Agnieszka (Krystyna Janda) che intende presentare come saggio di fine corso un lungometraggio sulla figura dell’operaio stakanovista Mateusz Birkut (Jerzy Radziwiłowicz) consente di attraversare trent’anni di storia polacca.

7466027_3Il film ebbe un seguito, Człowiek z żelaza (1981, L’uomo di ferro), ferma presa di posizione contro la dittatura militare del generale W.W. Jaruzelski e storia della nascita del movimento Solidarnosc, con Lech Walesa nei panni di se stesso, pellicola vincitrice della Palma d’oro al 34mo Festival di Cannes.
Leone d’oro alla carriera nel 1998, cui seguirono, con la stessa denominazione, l’Oscar (2000) e l’ Orso d’Oro a Berlino (2006), Wajda era atteso alla Festa del Cinema di Roma, dove giovedì prossimo sarà presentato il suo ultimo film Afterimage , alla presenza dell’equipe e degli attori che lo hanno realizzato, incentrato sul racconto della vita del pittore polacco Wladyslaw Strzeminski (1893-1952) e delle repressioni da lui subite nel dopoguerra in Polonia per il rifiuto di piegarsi alle regole del “realismo socialista”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...