Napoli Film Festival: i vincitori della XVIII Edizione

media564d97b74f921_255x365_crop_thumbSi è conclusa la scorsa domenica, 2 ottobre, la XVIII Edizione del Napoli Film Festival, con la cerimonia di premiazione che ha avuto luogo all’ Institut Français.
Il Vesuvio Award come Miglior Film, Concorso Europa & Mediterraneo, è stato conferito a Enclave del regista serbo Goran Radovanovic, la storia di un ragazzo serbo che deve attraversare una zona di confine per arrivare a scuola e ci va tutti i giorni in un carro armato, accompagnato dall’esercito dell’ONU. Questa la motivazione:
“Per aver portato all’attenzione del pubblico il disagio della minoranza serba in Kosovo negli anni del dopoguerra, attraverso una fotografia tematica e una regia consapevole”.
Il Premio Avanti! per la distribuzione nei cinema italiani, offerto dalla Lab80 è andato al film turco Dust Cloth di Ahu Ozturk, che narra di due donne curde, domestiche nei quartieri bene di Istanbul. Menzione speciale a Simshar di Rebecca Cremona, che racconta di una famiglia di pescatori con sullo sfondo il dramma dei migranti tra Malta e Lampedusa, “per la sua capacità di coinvolgere lo spettatore spingendolo a riflettere sulla problematica attuale dell’immigrazione clandestina”. Per la sezione Nuovo Cinema Italia è risultato vincitore Wide Blue Delivery di Alessandro Cattaneo, realizzato a bordo di un mercantile in giro per il mondo, con una menzione speciale a Al di là del risultato di Emanuele Gaetano Forte.

show_imgLa sezione SchermoNapoli Doc ha visto la vittoria di Flat Tyre – An American Music Dream (Ugo Di Fenza), il viaggio in van da New York a Houston della band napoletana La Terza Classe, alla ricerca delle origini della loro musica; menzione speciale a Instabile di Alessandro Chetta. Riguardo i Corti la vittoria è andata a Once upon a Time a Kid di Francesco Eramo, storia di un aspirante scrittore operatore che si guadagna la vita in un call center, menzione speciale a Ratzinger vuole tornare di Valerio Vestoso e Natalie di Michele Greco.
Per la Sezione scuole- Premio Giovani Visioni, a cura di Diregiovani in collaborazione con l’Agenzia di stampa Dire, riconoscimenti al film Il mio mondo di Giovanni Bellotti (sezione 5-14 anni), pensieri e speranze di tre ragazzi di Ponticelli (Centro Catrin di Napoli) e a Sguardi riflessi di R. Rossi (sezione 14-18 anni) opera sul tema dell’amicizia/amore tra due donne (G.B. Vico di Napoli); miglior cortometraggio e targa per la sezione 14-18 anni a Jamme ja di A. Picciano (ISIS A. Casanova di Napoli) sul disagio che può vivere un ragazzo straniero al suo primo giorno di scuola. Targa per la sezione 5-14 anni a Maledetta Genoveffa di Tommaso Travaglino (Istituto G. Puccini di Casoria, Na). I lavori vincitori delle tre sezioni di SchermoNapoli, Doc, Corti e Scuole saranno proposti nelle rassegne itineranti organizzate dall’Associazione NapoliCinema (41. Parallelo presso la Casa Italiana Zerilli-Marimò, New York University Department of Italian Studies, SchermoNapoli Rewind, presso il TAN e Cinema al Castello a Morra de Sanctis).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...