Archivi del mese: ottobre 2016

Milano, MIC-Museo Interattivo del Cinema: “CinematograFo. Il cinema di Dario Fo”

(Archivio Franca Rame.it)

(Archivio Franca Rame.it)

Dall’1 al 3 novembre a Milano, al MIC – Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenterà CinematograFo. Il cinema di Dario Fo, omaggio in sette film al grande autore, scomparso lo scorso 13 ottobre.
Aprirà la retrospettiva il film d’animazione Johan Padan a la descoverta de le Americhe (2002) di Giulio Cingoli, tratto dall’omonimo testo teatrale di Dario Fo, qui anche interprete di alcune battute di un personaggio; in programma, poi, Lo svitato (1956) di Carlo Lizzani, dove Fo interpreta Achille, un ingenuo fattorino di stazione che desidera sbarcare il lunario ed è innamorato di una bella ragazza (Franca Rame), che dopo vari tentativi clowneschi riesce a conquistare; Scuola Elementare (1954) di Alberto Lattuada, dove il drammaturgo, al suo esordio sul grande schermo, ha solo un piccolo ruolo, quello di un tipografo; Musica per vecchi animali (1989) di Umberto Angelucci e Stefano Benni, dove tre personaggi surreali – un professore (Dario Fo), un meccanico esperto di Kung-fu (Paolo Rossi) e una ragazzina bionda (Viola Simoncioni) – si imbarcano in un viaggio allegorico per attraversare una città distopica. Da segnalare che al termine del film si terrà un incontro con Felice Cappa, giornalista, autore televisivo e regista autore di numerosi progetti artistici e regie dei lavori di Dario Fo e Franca Rame.
Dopo l’incontro, proiezione del film Fanfani rapito (1976) di Dimitri Makris, ripresa televisiva dell’omonima commedia in tre atti di Fo e Rame, che debutterà il prossimo 5 giugno alla Palazzina Liberty di Milano. In retrospettiva, infine, Rascel-Fifì (1956, Guido Leoni) e Souvenir d’Italie (1957, Antonio Pietrangeli) con Alberto Sordi e Vittorio De Sica dove Fo ha un piccolo ruolo, oltre ad essere fra gli autori della sceneggiatura. Continua a leggere

Café Society

locandina_jpg_1400x0_q85Los Angeles, anni Trenta. Nel giardino di una lussuosa villa è in corso una scintillante festa; l’agente artistico Phil Stern (Steve Carell) sta intrattenendo amabilmente gli ospiti, amene conversazioni sui divi e i film di prossima realizzazione, quando riceve una telefonata. Sua sorella Rose (Jeannie Berlin) da New York lo avvisa dell’imminente arrivo del figlio Bobby (Jesse Eisenberg), al quale non va di lavorare nell’oreficeria di papà Marty (Ken Stott), né di seguire le orme, non del tutto nitide, del fratello Ben (Corey Stoll).
La sorella Evelyn (Sary Lennick), sposata con l’intellettuale Leonard (Stephen Kunken) appoggia questa sua decisione.
E così dal buio di una modesta dimora nel Bronx, Bobby giunge nella luminosa città dei sogni: dopo tanti, troppi, giorni d’attesa è finalmente ricevuto da zio Phil ed assunto alle sue dipendenze in qualità di fattorino, con a fianco la segretaria Ivonne Sybil (Kristen Stewart), in modo da aiutarlo a farsi strada nell’ambiente.
Bobby si innamorerà di questa ragazza così fresca, semplice, ma, considerato che è già impegnata, fra i due andrà a svilupparsi un solido legame amicale, almeno fin quando Ivonne non lascerà il fidanzato, circostanza che permetterà a Bobby di farsi avanti, ricambiato. Continua a leggere

34mo Torino Film Festival: in anteprima mondiale “Roberto Bolle. L’arte della Danza”

off_robertobolle_posterIl 34mo Torino Film Festival (18-26 novembre) sarà per un giorno il palcoscenico di Roberto Bolle.
L’étoile italiana presenterà infatti alla kermesse, in anteprima mondiale, il film Roberto Bolle. L’arte della Danza, scritto e diretto da Francesca Pedroni, un viaggio nel mondo della danza attraverso le tappe del Roberto Bolle and Friends in tre luoghi simbolo del patrimonio culturale italiano: l’Arena di Verona, il Teatro Grande di Pompei, le Terme di Caracalla a Roma, un tour alla scoperta delle grandi interpretazioni di Roberto Bolle con immagini esclusive dal palcoscenico e dal “dietro le quinte” degli spettacoli. Roberto bolle. L’arte della danza è il primo lungometraggio di danza prodotto da Classica e da Artedanza srl per il cinema.
Verrà distribuito nei cinema italiani dal 21 al 23 novembre da Nexo Digital in collaborazione con i mediapartner Radio Deejay e MYmovies.
L’elenco delle sale che proietteranno il film sarà a breve disponibile su www.nexodigital.it.

Galleria

Il sud bello e spettrale di De Seta – Dialogo con Paolino Nappi

Questa galleria contiene 2 immagini.

Originally posted on Connessioni:
Regista indipendente e controcorrente, Vittorio De Seta (Palermo 1923 ‒ Catanzaro 2011) ha fatto scuola. La sua opera complessa e multiforme mantiene una straordinaria attualità. Basti pensare a due nomi su tutti, Francesco Munzi e Michelangelo…

EFA- European Film Awards 2016: le nomination per i film d’animazione e le commedie

european-film-awards-2011-nomination-guida-melancholia-di-lars-von-trier-2La European Film Academy ha reso note le nomination per le categorie Film d’Animazione Europeo 2016 e Commedia Europea 2016.
Le prime sono state determinate, sulla base di una lista di film fornita da Cartoon, l’Associazione Europea dei Film d’Animazione, oltre alle proposte giunte singolarmente, da un comitato composto dal membro dell’EFA Antonio Saura, produttore (Spagna), dal regista Tomm Moore (Irlanda) e dalla produttrice Anja Šošić (Polonia), oltre che da Karsten Kiilerich (Danimarca), Marc Du Pontavice (Francia), e Vincent Tavier (Belgiio) in rappresentanza di Cartoon.
Le seconde, invece, sono state decise da un comitato composto dal membro dell’EFA Ada Solomon, produttrice (Romania), Nacho Carballo del Gijón IFF, il distributore Kim Foss (Danimarca), Nik Powell del NFTS (Regno Unito), e Marten Rabarts rappresentante dell’Eye Film Institute (Olanda).
I film nominati saranno ora sottoposti agli oltre 3000 membri dell’EFA così da stabilire i vincitori nelle rispettive categorie, che saranno annunciati nel corso della Cerimonia di Premiazione a Breslavia, Polonia (Capitale Europea della Cultura 2016) sabato 10 dicembre. Di seguito, l’elenco delle candidature. Continua a leggere

Roma, al via la rassegna “A qualcuno piace classico”

a-qualcuno-piace-classico-rassegna-cinema-roma-213x300Prende il via oggi, martedì 25 ottobre, al Palazzo delle Esposizioni di Roma, A qualcuno piace classico, rassegna in 35mm di grandi film della storia del cinema giunta ormai alla sesta edizione e diventata uno degli eventi più attesi da tutti i cinefili della capitale. Promossa dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, dall’Azienda Speciale Palaexpo e da La Farfalla sul Mirino, la manifestazione sarà inaugurata alle ore 21.00, come sempre a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, dalla proiezione del celebre Nosferatu, il principe della notte, rilettura del mito di Dracula firmata nel 1979 da Werner Herzog e interpretata da un indimenticabile Klaus Kinski: grazie alla copia proveniente dal Museo Nazionale del Cinema di Torino il film sarà presentato nella versione originale integrale tedesca (con sottotitoli italiani). La rassegna proseguirà fino al 30 maggio 2017 e proporrà tra gli altri anche la versione restaurata di Lola Montès, testamento artistico e spirituale di Max Ophuls, e il prezioso director’s cut di Nella città l’inferno di Castellani, conservato dalla Cineteca Nazionale, con una straordinaria Anna Magnani.
In calendario anche gli omaggi a Andrzej Wajda, regista polacco recentemente scomparso (Cenere e diamanti), a David Bowie (nume tutelare del cult generazionale Christiane F. – Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino) e a La mosca di Cronenberg, di cui ricorre quest’anno il trentennale.

Palazzo delle Esposizioni – Sala Cinema
scalinata di via Milano 9 a, Roma
Ingresso libero fino a esaurimento posti
I posti verranno assegnati a partire da un’ora prima dell’inizio di ogni proiezione. Possibilità di prenotare riservata ai soli possessori della membership card. L’ingresso non sarà consentito a evento iniziato. Dal 25/10/2016 al 30/05/2017
Continua a leggere

“Animeland – Racconti tra manga, anime e cosplay” a “Lucca Comics & Games”

e43d2a115fe08d5b7a8e8aae8b5fb3ce375_jpg_pagespeed_ce_c3pzrt6kesSarà proiettato a Lucca Comics & Games, venerdì 28 ottobre, all’Auditorium San Girolamo a partire dalle ore 13:00 nell’ambito dell’evento 25 Anni Kappa, il documentario Animeland – Racconti tra manga, anime e cosplay, opera prima scritta e diretta da Francesco Chiatante, che sarà presente alla proiezione con i Kappa Boys. Al suo esordio nei lungometraggi, Chiatante ha curato anche montaggio, fotografia e post produzione, realizzando, come già ho avuto modo di scrivere nella mia recensione, un documentario pregevole soprattutto per il suo valido apporto socio-culturale, in quanto riesce ad offrire una esauriente analisi del fenomeno relativo alla “prima invasione” nel nostro paese dei manga ed anime giapponesi sul finire degli anni ’70 e sul conseguente scompiglio che andarono a creare in considerazione tanto delle tematiche delineate all’interno della narrazione quanto dell’impatto essenzialmente visivo ed estetico, distanti da quanto proposto fino a quel momento nell’ambito dei settori citati da produzioni ormai affermate, per lo più americane.
Presentato in anteprima mondiale a Roma, alla nona edizione del Roma Fiction Fest, Animeland è stato poi proiettato in numerosi festival e rassegne tra cui il Lecce Film Fest, la rassegna Nemoland di Firenze, il Far East Fest 2016 di Udine, il Festival dell’Oriente di Roma e il BGeek – BariGeekFest, il festival Etna Comics di Catania e all’Isola del Cinema di Roma, sempre alla presenza del regista. Continua a leggere