Archivi del mese: settembre 2016

Roma 2016: è qui la Festa

a3E’ stata presentata oggi, venerdì 30 settembre, l’XI Edizione della Festa del Cinema di Roma (13-23 ottobre), che nelle intenzioni del direttore artistico Antonio Monda intende perseguire non solo l’obiettivo di tenere fede al ritorno, delineato già lo scorso anno, all’originaria denominazione della kermesse capitolina, indicando così un suggestivo momento aggregativo e di celebrazione del cinema quale strumento di condivisione popolare (niente concorso, giurie o cerimonie di aperture e chiusura, unico premio sarà ancora una volta quello del pubblico), ma anche un dialogo con le altre forme di espressione, come la musica. Quest’ ultima sarà protagonista, a partire dal manifesto, volto a celebrare la leggerezza, la forza e la fantasia dell’artista americano Gene Kelly a vent’anni dalla sua scomparsa, grazie all’immagine scelta, concessa in utilizzo dal Gene Kelly Image Trust e da Time Inc., uno scatto del fotografo di Life magazine J. R. Eyerman, che cattura un istante magico sul set di Singin’ in the Rain (1952, Stanley Donen). Previsti poi, restando nell’ambito musicale, ospiti speciali come Jovanotti, Michael Bublé, Elio e le Storie Tese. Continua a leggere

Alice nella Città XIV Edizione

alice-nella-citta-roma-28272Si svolgerà a Roma dal 13 al 23 ottobre, nell’ambito dell’XI Festa del Cinema, la XIV edizione di Alice nella città, sezione autonoma e parallela diretta da Gianluca Giannelli e Fabia Bettini, organizzata dall’Associazione Culturale PlayTown Roma, con il sostegno della Direzione Generale Cinema del MiBACT, del Comune di Roma, che anche quest’anno garantirà il trasporto scolastico dei bambini del secondo ciclo elementare, della Camera di Commercio di Roma e grazie al contributo di Acea Spa, BNL-BNP Paribas e della SIAE. Da sempre attenta ai temi legati alle giovani generazioni, Alice nella città prevede un programma comprensivo di 12 opere nel Concorso Young/Adult, 3 film Fuori Concorso, 2 co-produzioni con la Festa del Cinema e 2 eventi speciali, programmati all’interno degli spazi dell’Auditorium Parco della Musica.

poster1_frPresso il Cinema Admiral, invece, avrà luogo il programma di Alice/Panorama, 10 titoli volti a raccontare il mondo delle nuove generazioni, offrendo il pretesto per dire agli adulti cose da e sui giovani e a cui si affiancherà la selezione del KINO Panorama/Italia, curata dai ragazzi del KINO, che come per la passata edizione porrà l’accento sul cinema italiano con proiezioni di film, documentari e cortometraggi di giovani promesse. I 12 film iscritti al Concorso Young/Adult saranno sottoposti al giudizio di una giuria composta da 27 ragazzi e ragazze tra i 14 e i 18 anni, selezionati su tutto il territorio nazionale. Grazie all’Intergruppo parlamentare della Camera dei Deputati, il festival si arricchisce anche di una giuria di ragazzi di seconda generazione; sarà inoltre proposta una proiezione speciale del film Heaven Will Wait della francesce Marie-Castille Mention-Schaar, con l’introduzione di Khalid Chaouki, coordinatore dell’Intergruppo parlamentare. Continua a leggere

EFA- European Film Awards: i corti selezionati

untitledLa European Film Academy ed EFA Productions hanno annunciato ieri, giovedì 29 settembre, le nomination dei cortometraggi, così come scelte da una giuria indipendente nell’ambito di ognuno dei 15 festival partecipanti.
I corti selezionati verranno visionati dagli oltre 3000 membri dell’EFA, così da eleggere il vincitore, il Corto Europeo 2016, il quale sarà poi presentato alla cerimonia di premiazione degli European Film Awards, che avrà luogo sabato 10 dicembre a Wroclaw, Capitale Europea della Cultura 2016.
Di seguito, i titoli oggetto della selezione. Continua a leggere

Milano, MIC-Museo Interattivo del cinema: “Il fascino discreto di Marlene Dietrich”

Marlene Dietrich

Marlene Dietrich

Da oggi, venerdì 30 settembre e fino a venerdì 21 ottobre a Milano al MIC – Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta Il fascino discreto di Marlene Dietrich, un omaggio in 15 film che offre una panoramica su una delle massime icone non solo della storia del cinema ma di tutta l’arte del ‘900. Dopo gli studi alla scuola Max Reinhardt di Berlino, la Dietrich iniziò a lavorare alternando teatro e cinema, sempre in piccole parti, fin quando non la notò Joseph von Sternberg, che le affidò il ruolo di Lola-Lola, la cantante di cabaret in calze nere che fa impazzire l’austero professor Unrat (Emil Jannings) in L’angelo azzurro (Der Blaue Engel, 1930). Da quel momento la sua carriera spiccò il volo. Trasferitasi a Hollywood in fuga dalla Germania nazista ( benché a lungo desiderata, nel suo paese natale non sarebbe più tornata, meritandosi l’accusa di tradimento), la Dietrich finì ben presto col diventare sinonimo di una figura femminile ammaliatrice, libera, disinibita, angelo e demone al tempo stesso, dotata di un ambiguo erotismo androgino, la cui mascolinità piaceva alle donne e la cui sensualità stregava gli uomini. Di lei Ernest Hemingway, suo grande amico, disse: “Se non avesse nient’altro che la voce potrebbe spezzarti il cuore. Ma ha anche un corpo stupendo e il volto di una bellezza senza tempo”. Continua a leggere

L’estate addosso

lestate-addosso-manifesto-675x905-675x905Roma, oggi. Il diciottenne Marco (Brando Pacitto) è un giovane introverso e tormentato, i cui pensieri relativi all’esistenza o, meglio, alla sua fine, sembrano rincorrere costantemente un punto d’incontro fra Leopardi e il Goethe de I dolori del giovane Werther (1774).
I suoi genitori hanno divorziato, vive con il padre e sta per sostenere l’esame di maturità, che supererà, anche se le idee riguardo il futuro son ben poche e piuttosto vaghe.
L’ amico Vulcano (Guglielmo Poggi) lo invita a partire insieme verso la California, ma per Marco il viaggio risulta troppo costoso e quindi sembrerebbe costretto a passare l’intero periodo estivo nella Capitale, anche a causa di un incidente con lo scooter: investito da un’auto si ritrova infatti con fratture ad un braccio e ad una gamba.
Proprio tale infortunio si rivelerà provvidenziale, in quanto con il risarcimento elargito da una celere agenzia assicuratrice il nostro potrà volare verso gli States, meta San Francisco, dove Vulcano si è premurato di trovargli alloggio presso i suoi amici Matt (Taylor Frey) e Paul (Joseph Haro).
Ulteriore accortezza, accostargli una compagna di viaggio, Maria (Matilda Lutz), meglio conosciuta come la suora per il suo essere piuttosto rigida e conservatrice, cui Marco non sembra riservare però alcuna simpatia. Continua a leggere

Milano, Spazio Oberdan: in proiezione “Heart of Dog”, di Laurie Anderson

heartofdogposterDa oggi, mercoledì 28 settembre e fino a martedì 4 ottobre, a Milano, allo Spazio Oberdan, Fondazione Cineteca Italiana presenta Heart of a Dog, lungometraggio diretto da Laurie Anderson che ha suscitato ammirazione e commozione nel 2015 alla 72ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.
Il film è un lavoro sulla memoria, che fonde i materiali grezzi della vita e dell’arte della Anderson in una riflessione intima sull’amore e sulla perdita, sulla vita e sulla morte, e sul passaggio del tempo.
Inframmezzando una personalissima narrazione e originali composizioni di violino, animazione disegnata a mano, filmini di famiglia in 8 millimetri e opere d’arte, Heart Of a Dog avvolge gli spettatori con un linguaggio visivo ipnotico.
I brani che formano la colonna sonora del film sono tratti dalle opere più celebri dell’artista, come Homeland (2010), Bright Red (1994), Life on a String (2001), ma comprendono anche musiche inedite, come quelle tratte dal prossimo lavoro con i Kronos Quartet intitolato Landfall; il brano di chiusura, Turning Time Around, è stato scritto e interpretato da Lou Reed, il suo compianto compagno di una vita, a cui il film è dedicato.

*********************
Heart of a Dog (Regia, seneggiatura e musica: Laurie Anderson. Fotografia: L. Anderson, Toshiaki Ozawa, Joshua Zucker Pluda. Montaggio: Katherine Nolfi, Melody London. USA, 2015, 75’). Mercoledì 28 settembre ore 19 / Giovedì 29 settembre ore 21.15 / Venerdì 30 settembre ore 19 / Sabato 1 ottobre ore 21.15 / Domenica 2 ottobre ore 19.15 / Lunedì 3 ottobre ore 17 e ore 21.15 / Martedì 4 ottobre ore 19.15.

11ma Festa del Cinema di Roma: “Moonlight” film d’apertura

moonlight-trailer-e-poster-del-film-con-naomie-harris-e-andre-holland-2Sarà il film Moonlight diretto da Barry Jenkins, al suo secondo lungometraggio dopo Medicine for Melancholy, 2008, ad aprire l’undicesima edizione della Festa del Cinema di Roma (13 – 23 ottobre), con la direzione artistica di Antonio Monda, prodotta dalla Fondazione Cinema per Roma, presieduta da Piera Detassis. Basato sull’opera teatrale In Moonlight Black Boys Look Blue di Tarell Alvin McCraney, Moonlight è una riflessione intensa e poetica sull’identità, il senso di appartenenza, la famiglia, l’amicizia e l’amore; racconta la vita di un ragazzo di colore, dall’infanzia all’età adulta, che lotta per trovare il suo posto nel mondo, dopo essere cresciuto in un quartiere malfamato alla periferia di Miami. “Moonlight è un film straordinario, che riesce ad essere potente e tenero, realistico e poetico: per me è un grande onore aprire l’undicesima edizione della Festa del Cinema con un’opera d’arte come questa – ha dichiarato il direttore artistico Antonio Monda – È un film che andrà lontano e rimarrà nei nostri cuori, e che conferma il grande, sincero talento di Barry Jenkins”.