Milano, Spazio Oberdan: “Nuovo Cinema Teheran” e un omaggio ad Abbas Kiarostami

Abbas Kiarostami

Abbas Kiarostami

A Milano, presso Spazio Oberdan, da oggi, giovedì 25 agosto e fino a mercoledì 7 settembre, Fondazione Cineteca Italiana presenta una doppia rassegna sul cinema iraniano: un omaggio a Abbas Kiarostami, il grande regista scomparso lo scorso 4 luglio, e la proposta di quattro film iraniani di recentissima realizzazione, tutti presentati nei maggiori festival internazionali. Amato incondizionatamente da maestri come Jean-Luc Godard e Martin Scorsese, Kiarostami ha rappresentato un cinema che, attraverso lo sguardo della macchina da presa, è riuscito ad indagare all’interno della difficile realtà quotidiana propria dell’Iran contemporaneo, portando in luce, attraverso il filtro della moralità, ogni caratteristica antropologica e psicologica dei vari personaggi, con uno stile registico capace di assecondare tanto una formale compostezza quanto la libertà creativa, stimolata anche dall’impiego di attori non professionisti. Fra i titoli realizzati, tutti all’insegna della semplicità, intrisi di poesia e capaci di far emergere i sentimenti più nascosti e profondi dell’animo umano, in programma troviamo quattro assoluti capolavori del grande regista (Close-up, Dov’è la casa del mio amico?, E la vita continua, Il sapore della ciliegia), i primi tre dei quali divenuti film introvabili, assenti in Italia anche dalle edizioni in home video.

large_sGKw6iFftakWLQy2olfDq4ubxV0Arrivati sugli schermi italiani grazie alla coraggiosa casa di distribuzione Academy Two ma programmati con un calendario non all’altezza delle loro indiscutibili qualità, gli altri quattro titoli iraniani proposti da Cineteca Italiana sono: A Girl Walks Home Alone at Night di Ana Lily Amirpour, opera prima che mescola con sapienza le atmosfere oniriche di Lynch e il tenero surrealismo di Jarmush, il bianco e nero espressionista e il gotico di serie B, la musica di Morricone e l’hard rock, A Dragon Arrives di Mani Haghighi, commedia intelligente, divertente e nerissima che se non fosse proveniente dall’Iran potremmo pensare appartenere alla filmografia dei fratelli Coen, Un mercoledì di maggio di Vahid Jalilvand, racconto morale a un tempo realistico e favolistico che sarebbe piaciuto al polacco Kieslowski, inimitabile burattinaio di ambivalenze, cortocircuiti e simmetrie, Nahid di Ida Panahandeh, film ricco di delicatezza e sensibilità nel ritrarre personaggi mossi dalla forza dei sentimenti.

*************************

1466534107_a-dragon-arrives-posterSabato 3 settembre, ore 19 / Martedì 6 settembre, ore 19: A Girl Walks Home Alone at Night (Regia e sceneggiatura: Ana Lily Amirpour. Interpreti: Sheila Vand, Arash Marandi, Marshall Manesh, Mozhan Marnò. Iran/USA, 2015, 99’). Domenica 28 agosto, ore 21.15 / Martedì 30 agosto, ore 17 / Venerdì 2 settembre, ore 18.30: A Dragon Arrives (Ejhdeha Vared Mishavad!, regia e sceneggiatura: Mani Haghighi. Interpreti: Amir Jadidi, Homayoun Ghanizadeh, Ehsan Goudarzi, Kiana Tajammol. Iran, 2016, 108’, versione originale sottotitolata in italiano). Giovedì 25 agosto, ore 19 / Sabato 27 agosto, ore 15 / Mercoledì 31 agosto, ore 17: Un mercoledì di maggio (Chaharshanbeh, 19 ordibehesht, regia: Vahid Jalilvand. Sceneggiatura: Ali Zarnegar, Hossein Mahkam, V. Jalilvand. Interpreti: Niki Karimi, Amir Aghaei, Shahrokh Farootanian, V. Jalilvand. Iran, 2016, 102’).

51467Venerdì 26 agosto, ore 21.15 / Lunedì 29 agosto, ore 16.30 / Giovedì 1 settembre, ore 17: Nahid (Regia: Ida Panahandeh. Sceneggiatura: I. Panahandeh, Arsalan Amiri. Interpreti: Sareh Bayat, Pejman Bazeghi, Navid Mohammad Zadeh, Milad Hassan Pour. Iran, 2016, 104’, versione originale sottotitolata in italiano. Prix de l’Avenir al 68mo Festival di Cannes, 2015). Venerdì 26 agosto, ore 17 / Venerdì 2 settembre, ore 16.30 / Lunedì 5 settembre, ore 21.15: Close-up (Nema-ye nazdik, regia, sceneggiatura e montaggio: Abbas Kiarostami. Interpreti: Abolfazl Ahnkhah, Hassan farazmand, Hushang Shahai, Mohsen Makhmalbaf. Iran, 1990, 85’, versione originale sottotitolata in italiano). Sabato 27 agosto, ore 21.15 / Giovedì 1 settembre, ore 17 / Domenica 4 settembre, ore 17.15: Dov’è la casa del mio amico? (Khaneh-ye dust kojast?, regia e sceneggiatura: Abbas Kiarostami. Montaggio: A. Kiarostami, Naamet Allah Alizadeh. Interpreti: Babak Ahmadpur, Ahmad Ahmadpur, Jodabajsh Defai, Mohammad Hosein Ruhi, Iran Otani, Ayat Ansari. Iran, 1987, 83’, versione originale sottotitolata in italiano).

untitledDomenica 28 agosto, ore 15 / Mercoledì 31 agosto, ore 21.15 / Mercoledì 7 settembre, ore 17: E la vita continua (Zendeg edamé dârad, regia, sceneggiatura e montaggio A. Kiarostami. Interpreti: Fahrad Kheradmand, Puya Payvar, Hossein Rezai, Farjondeh Feyzi, Moharram Feyzi. Iran, 1992, 91’, versione originale sottotitolata in italiano, Premio Roberto Rossellini ad Abbas Kiarostami al 45mo Festival di Cannes, 1992). Giovedì 25 agosto, ore 17 / Sabato 3 settembre, ore 15: Il sapore della ciliegia (Ta’m e guilass, regia, sceneggiatura e montaggio: Abbas Kiarostami. Int.: Homayun Ershadi, Abdol-Hossein Bagheri, Afshin Khorshid Baktari, Safar-Ali Moradi. Iran, 1997, col., 95’. Palma d’oro al 50mo Festival di Cannes, 1997).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...