“Riace in Festival” 2016, memoria e storie d’accoglienza

65Prenderà il via domenica 24, per concludersi domenica 31 luglio, l’edizione 2016 di Riace in Festival, manifestazione culturale- cinematografica che vede la direzione artistica di Vincenzo Caricari (Asimmetrici Film) e Chiara Sasso (Rete dei Comuni solidali) in collaborazione con Maurizio Del Bufalo (Festival del Cinema dei Diritti Umani – Napoli).
Anche quest’anno lo svolgimento della kermesse sarà “itinerante”, in quanto interesserà non solo Riace Superiore ma anche le cittadine di Gioiosa Jonica e Caulonia Marina, per un programma che comprende proiezioni di film, incontri ed eventi. Il Concorso Cinematografico è suddiviso in due sezioni, la prima, denominata Granaio della memoria: memorie e storie d’accoglienza, rientra nell’ambito di un progetto volto a “fare memoria” raccogliendo documentazione di tutta la spinta culturale e solidaristica resa possibile grazie agli sforzi e alla messa in atto di buone pratiche sociali dei tanti cittadini, operatori, volontari e amministratori di Comuni, dai più piccoli ai più grandi, che, attraverso la messa in atto concreta di buone pratiche (progetti di accoglienza, in particolare la rete SPRAR, Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), stanno consentendo tanto la trasformazione volta ad un Paese sempre più multietnico quanto l’emersione di elementi di criticità e la loro possibile soluzione.

(internazionale.it)

(internazionale.it)

La creazione di un tale archivio multimediale in Italia avrebbe un compito ed una sua funzione culturale attiva nel cercare di diffondere i materiali, utilizzando la particolare visibilità di Riace come paese dell’accoglienza ormai noto a livello internazionale, permettendone poi la consultazione da parte di quei studiosi, stagisti, universitari, giornalisti che ogni giorno visitano il piccolo centro. Le opere potranno inoltre essere messe a disposizione per iniziative e progetti di divulgazione e studio sulle suddette tematiche (previo consenso degli autori), dalla Rete dei Comuni Solidali su tutto il territorio nazionale. La seconda sezione, Corti, è dedicata a quelle opere, cortometraggi, idonee a raccontare, con lo stile narrativo della fiction o della indagine documentaristica, ogni cambiamento in atto nella società, nei suoi vari settori, in particolare sull’onda del fenomeno dei flussi migratori, che comporta spesso un delicato confronto tra culture, lingue, religioni, offrendo inoltre spazio al tema della salvaguardia culturale, specificamente riguardo il consolidamento delle tradizioni locali. Riace in Festival ha visto la luce nel 2009, inserendosi nella scia della politica di accoglienza e reinsediamento dei rifugiati e richiedenti asilo politico che l’amministrazione comunale del paese di Riace aveva messo in atto da qualche anno.

Gad Lerner

Gad Lerner

Attraverso l’universale linguaggio del cinema e delle arti, si è inteso dunque promuovere lo scambio e la conoscenza reciproca affinché si contrastino forme di chiusura e razzismo, richiamando l’attenzione sul percorso innovativo avviato dall’amministrazione comunale di Riace, coniugando l’accoglienza dei migranti con il rilancio del proprio territorio, contribuendo a dare l’immagine di una Calabria inedita, lontana dai meri dati cronachistici, immersa nel suo tradizionale percorso di cultura ed ospitalità. Fra gli ospiti, prevista la partecipazione di Gad Lerner, che interverrà all’interno di un dibattito con lo scrittore Gioacchino Criaco e il sindaco di Riace Domenico Lucano, previsto nel corso del Festival, presso la Mediateca di Riace Superiore, come potete leggere nel programma che riporto di seguito. Ricordo infine che durante la kermesse verrà installata la mostra Lampedusa porta della vita a cura della rete delle Città Vicine.
Opere realizzate da artiste e artisti di varie città italiane con tecniche artistiche originali, ispirate alle migrazioni, all’accoglienza e all’integrazione nelle nostre isole e terre del sud delle e dei migranti. Maggiori informazioni sul sito del Festival.

***************************

affiche_298Domenica 24 luglio: Mediateca Riace Superiore, ore 21, Incontro su moneta locale e progetti virtuosi per la rinascita di un borgo. Interverranno Domenico Lucano, Carlo Bommarito e Giovanni Riccobono (Associazione Culturale Onlus Peppino Impastato). Proiezione del film Un paese di Calabria (soggetto e regia: Shu Aiello e Catherine Catella). Saranno presenti le autrici. Lunedi 25 luglio: Anfiteatro di Riace Superiore, ore 19, Incontro con Mohamed Ba, mediatore culturale, attore, griot. Mediateca Riace Superiore, ore 21, proiezione del film Magna Grecia Europa Impari (regia Anita Lamanna, Erwan Kerzanet). Martedi 26 luglio, Mediateca Riace Superiore, ore 21, Acqua Bene Comune. A Riace trovata nuova sorgente. Interverranno Domenico Lucano, Aurelio Circosta, geologo, Nuccio Barillà, Legambiente, Gennaro Montuoro del Coordinamento Calabrese Acqua Pubblica, Bruno Arcuri. A seguire proiezione del film Il Rabdomante (regia di Fabrizio Cattani).

Gramsci-locandinaMercoledi 27 luglio: Caulonia Marina, ore 21, proiezione del film: Mediterranea (regia di Jonas Carpignano). Saranno presenti gli attori. Giovedi 28 luglio: Mediateca Riace Superiore, ore 21, Da Fortune ai media nazionali e internazionali. Incontro sull’importanza di una informazione corretta. Ne parleranno Gad Lerner, giornalista, Gioacchino Criaco, scrittore, Domenico Lucano. Conduce Giovanni Maiolo, direttore di Ciavula. Ore 22 proiezione del film Anime Nere (regia di Francesco Munzi). Venerdi 29 luglio: Mediateca Riace Superiore, ore 21, La Locride negli anni Settanta. Proiezione del film Cessaré (regia di Rina Amato). Ne parleranno Emilio Sirianni, magistrato, Olga Tarsia, magistrato, Ilario Ammendolia, giornalista. Coordinerà Domenico Lucano. Gioiosa Ionica, Palazzo Amaduri, ore 21: proiezione del film Gramsci 44 (regia di Emiliano Barbucci). Saranno presenti l’attore Peppino Mazzotta e il regista. Condurrà Maria Teresa D’Agostino.

50295Sabato 30 luglio: Mediateca Riace Superiore, ore 19, Concorso corti. Ore 21 proiezione del film Fuocoammare (regia di Gianfranco Rosi, vincitore dell’Orso D’oro al 66mo Festival di Berlino. Introdurrà Luciano Griso, operatore della Tavola Valdese Corridoi Umanitari. Domenica 31 luglio: Mediateca Riace Superiore, ore 20.30, Premiazione Corti/ Consegna del Premio Gianluca Congiusta. Proiezione del film Il Sud è niente (regia di Fabio Mollo). Sarà presente il regista. Riace superiore, Anfiteatro, ore 21.30, Roberto Vecchioni- Tour La vita che si ama.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...