“La diva fragile”, una rassegna dedicata a Gene Tierney

Gene Tierney (Wikipedia)

Gene Tierney (Wikipedia)

Arriva nelle sale italiane da oggi, giovedì 26 maggio, a cura di Lab80, la rassegna La diva fragile: quattro film restaurati dedicati a Gene Tierney, (1920-1991), donna dall’innegabile fascino, con un volto ed uno sguardo difficili da dimenticare, attrice dall’insinuante modalità di porsi in scena, particolarmente abile nell’adattare queste sue doti ad interpretazioni sempre diverse, assecondando i vari ruoli che le venivano offerti con un’innegabile versatilità, dall’esordio nel western di Fritz Lang The return of Frank James (Il vendicatore di Jess il bandito, 1940) al melodramma a tinte emotivamente forti Leave Her to Heaven (Femmina folle, 1945, John M. Stahl), senza dimenticare il ritratto di moglie paziente e premurosa offerto in Heaven Can Wait (Il cielo può attendere, Ernst Lubitsch, 1943), la carica sensuale, misteriosa, unita ad una fragilità appena lasciata percepire, che appare nel noir Laura (Vertigine, 1944, Otto Preminger), o la soave leggiadria nel lasciarsi trasportare dai toni surreali dello splendido The Ghost and Mrs. Muir (Il fantasma e la signora Muir, 1947, Joseph L. Mankiewicz), “saltando” fra i titoli più famosi della sua filmografia. Problematiche familiari, che la spinsero verso il dramma della depressione, fecero sì che l’attrice lasciasse per un lungo periodo le scene, dal 1954 al 1962, quando girò Advise And Consent (Tempesta su Washington, Otto Preminger).
Il suo ultimo film fu The Pleasur Seekers (Mentre Adamo dorme, Jean Negulesco, 1964).

LaDivaFragile_Locandina_Lab80I titoli proposti, già nominati nel corso dell’articolo, che usciranno nelle sale italiane sia in forma di rassegna che proiettati singolarmente, in versione originale con sottotitoli, sono Il cielo può attendere, film d’apertura, Il fantasma e la signora Muir, Vertigine ed innfine Femmina folle.
“Con la riedizione in digitale di quattro film interpretati da Gene Tierney – spiega Angelo Signorelli di Lab 80 Film – riprende un progetto che fino a una decina di anni fa costituiva l’asse portante della nostra attività di distribuzione. Ogni anno, infatti, dai cinque ai sette classici andavano a rimpolpare un pacchetto di film, una piccola cineteca che è arrivata a circa 200 titoli, con lavori di grandi maestri come Orson Welles, Shohei Imamura, Carl Th. Dreyer, Robert Bresson, Ernst Lubitsch e Billy Wilder, tanto per citarne alcuni. Per il rientro in società abbiamo scelto quattro film interpretati da una grande attrice, quattro film che portano la firma di registi importanti, che hanno riservato a Gene Tierney ruoli tra loro differenti e distanti, ma tutti di rara intensità e di innegabile fascino.
Una gioia per gli occhi e un doveroso omaggio a un’attrice da riscoprire. Assolutamente”. La rassegna La diva fragile è distribuita con il contributo di Fondazione Cariplo e in collaborazione con FIC – Federazione Italiana Cineforum.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...