Milano, Spazio Oberdan: una rassegna dedicata a Jacques Audiard

Jacques Audiard

Jacques Audiard

Da oggi, mercoledì 16 dicembre, e fino a sabato 16 gennaio, a Milano, presso Spazio Oberdan, Fondazione Cineteca Italiana propone una rassegna dedicata ad uno dei registi contemporanei più interessanti, il francese Jacques Audiard, vincitore della Palma d’Oro al 68mo Festival di Cannes con Dheepan.
Figlio dello sceneggiatore Michel Audiard, Jacques già con il suo primo lungometraggio Regarde les hommes tomber, 1994, tracciò le linee della propria cinematografia, volta a coniugare l’impronta autoriale con le caratteristiche proprie dei film di genere (il polar), offrendo quindi risalto alle psicologie dei personaggi e ponendo una certa cura ad aspetti tecnici quali il montaggio e la fotografia. La citata opera prima ottenne tre César (miglior debutto, miglior montaggio, Juliette Welfling, miglior interprete maschile, Mathieu Kassovitz) e viene presentata nella rassegna, che prevede in cartellone tutti i lungometraggi diretti da Audiard, come una vera e propria anteprima, non essendo mai stata distribuita in Italia, ugualmente a Un Héros très discret.

********************

manifesto_dheepanMercoledì 16 dicembre, ore 21.15 / Domenica 20 dicembre, ore 14.30 / Sabato 26 dicembre, ore 21.15 / Lunedì 4 gennaio, ore 21.15: Dheepan – Una nuova vita (Regia: Jacques Audiard. Sceneggiatura: Noé Debré, Thomas Bidegain, J. Audiard. Interpreti: Antonythasan Jesuthasan, Kalieaswari Srinivasan, Claudine Vinasithamby, Vincent Rottiers. Francia, 2015, 114’). Palma d’Oro al 68mo Festival di Cannes, 2015.

Un_heros_tres_discretGiovedì 17 dicembre, ore 21.15 / Mercoledì 23 dicembre, ore 17 / martedì 29 dicembre, ore 17/ Lunedì 4 gennaio, ore 17 / Mercoledì 6 gennaio, ore 21: Un Héros très discret (Regia: Jacques Audiard. Sceneggiatura: Alain Le Henry, J. Audiard. Interpreti: Mathieu Kassowitz, Anouk Grinberg, Sandrine Kiberlain, Jean-Louis Trintignant, Albert Dupontel. Francia, 1996, 107’, versione originale sottotitolata in italiano). Premio per la miglior sceneggiatura al 49mo Festival di Cannes, 1996.

19138702Martedì 22 dicembre, ore 20.30 / Giovedì 31 dicembre, ore 17.30: Il profeta (Un prophète, regia: Jacques Audiard. Sceneggiatura: Abdel Raouf Dafri, Nicolas Peufaillit, Thomas Bidegain, J. Audiard. Interpreti: Tahar Rahim, Niels Arestrup, Adel Bencherif, Reda Kateb, Jean.Philippe Ricci. Francia, 2009, 149’). Gran premio della Giuria al 62mo Festival di Cannes, 2009.

regarde-les-hommes-tomberDomenica 20 dicembre, ore 21.15 / Domenica 27 dicembre, ore 19 / Sabato 2 gennaio, ore 21.30 / Mercoledì 6 gennaio, ore 15: Regarde les hommes tomber (Regia: Mathieu Kassowitz, Bulle Ogier, Christine Pascal. Francia, 1994, 90’, versione originale sottotitolata in italiano).

de-rouille-et-dos-afficheLunedì 21 dicembre, ore 16.45 / Martedì 5 gennaio, ore 17: Un sapore di ruggine e ossa (De rouille et d’os, regia: Jacques Audiard. Sceneggiatura: Thomas Bidegain, J. Audiard. Interpreti: Marion Cotillard, Matthias Schoenaerts, Armande Verdure, Céline Sallette. Francia/Belgio, 2012, 120’, versione originale sottotitolata in italiano).

69216321_afVenerdì 18 dicembre, ore 16.45 / Lunedì 28 dicembre, ore 19: Sulle mie labbra (Sur mes lèvres, regia: Jacques Audiard. Sceneggiatura: Tonino Benacquista, J. Audiard. Interpreti: Vincent Cassel, Emmanuelle Devos, Olivier Gourmet, Olivier Perrier, Olovia Bonamy. Francia, 2001, 115’). Film vincitore di 3 premi César nel 2002 (Miglior attrice, Emmanuelle Devos; Migliore sceneggiatura, Jacques Audiard, Tonino Benacquista; Miglior sonoro, Cyril Holtz, Pascal Villard Marc-Antoine Beldent).

untitledSabato 19 dicembre, ore 19 / Venerdì 25 dicembre, ore 21.15: Tutti i battiti del mio cuore (De battre mon cœur s’est arrêté, regia: Jacques Audiard. Sceneggiatura: Tonino Benacquista, J. Audiard. Interpreti.: Romain Duris, Niels Arestrup, Aura Atika, Emmanuelle Devos. Francia, 2005, 107’, versione originale sottotitolata in italiano). Vincitore di 8 premi César nel 2006 (Miglior Film, Miglior Regista, Miglior attore non protagonista, Niels Arestrup, Migliore Promessa Femminile, Linh Dan Pham, Miglior Adattamento, Migliore Fotografia, Stéphane Fontaine, Miglior Montaggio, Juliette Welfling, Migliore Musica, Alexandre Desplat).

Informazioni: Fondazione Cineteca Italiana

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...