Milano, Spazio Oberdan: in programmazione “The Tribe”

3189180Interessante proposta della Fondazione Cineteca Italiana a Milano, presso Spazio Oberdan, anche considerando il non facile, dal punto di vista cinematografico, periodo estivo: da oggi, mercoledì 22 luglio, e fino a sabato 1 agosto, sarà infatti programmato The Tribe, il lungometraggio diretto e sceneggiato dal regista ucraino Myroslav Slaboshpytskiy vincitore della 53ma Semaine de la Critique al 67mo Festival di Cannes, aggiudicandosi il Grand Prix 2014, il France 4 Visionary Award e il Gran Foundation Support for Distribution Award.

Myroslav Slaboshpytskiy (vimeo.com)

Myroslav Slaboshpytskiy (vimeo.com)

Il film, che ha fatto solo qualche recentissima ed occasionale apparizione nelle sale italiane, ha come location un istituto per sordomuti ed analizza, attraverso modalità inedite (non vi sono sottotitoli o traduzioni che possano coadiuvare l’interpretazione del linguaggio dei segni) i vari comportamenti propri dei componenti di una banda il cui potere si esplica attraverso violenza e prostituzione.

Yana Novikova e Grigoriy Fesenko

Yana Novikova e Grigoriy Fesenko

Gli adolescenti sordomuti sono rappresentati al di fuori di ogni stereotipo sulla disabilità e senza tentazioni di psicologismo sociale, inoltre la citata circostanza che si sia scelto di far comunicare i personaggi solo attraverso il linguaggio dei segni, si traduce in puro ed essenziale lessico cinematografico, trasmettendo senso ed emozioni senza bisogno di parole e didascalie, anche grazie alla sorprendente espressività dei giovani attori.

********************

spazio_oberdan1Mercoledì 22 luglio (ore 21)/ Venerdì 24 luglio (ore 18)/ Sabato 25 luglio (ore 17.30)/ Lunedì 27 luglio (ore 21)/ Sabato 1 agosto (ore 21.30): The Tribe.
Regia e sceneggiatura: Myroslav Slaboshpytskiy. Interpreti: Grigoriy Fesenko, Yana Novikova, Rosa Babiy, Ivan Tishko, Alexander Dsiadevich. Ucraina, 2014, 130’.

L’adolescente Sergey (Grigoriy Fesenko), sordo e muto, viene mandato in una scuola speciale dove, per essere accettato dai compagni, deve sottoporsi ai riti selvaggi messi in atto dalla “tribù”, la banda che detta legge all’interno dell’istituto. Sergey viene accettato nel gruppo, ma quando si innamora di Anna (Yana Nivikova), una ragazza che si prostituisce per racimolare i soldi necessari per fuggire dall’Ucraina, si troverà costretto a violare tutte le regole imposte dalla impietosa gerarchia della tribù.

Informazioni: info@cinetecamilano.it / www.cinetecamilano.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...