“Cose che verranno- Cinema e mondi futuri”, la retrospettiva del 33mo Torino Film Festival

Emanuela Martini

Emanuela Martini

La retrospettiva del 33mo Torino Film Festival (20-28 novembre 2015), curata da Emanuela Martini, sarà dedicata alle “cose che verranno”, agli scenari futuri come sono stati immaginati dal cinema di fantascienza e dagli autori che hanno descritto il mondo dei decenni a loro successivi: dagli anni Trenta alle soglie del Duemila, una carrellata su città brulicanti, asettiche o piovose, su alienazione, aggressività e dominio, su regimi totalitari o violenze consumistiche, nello sguardo spesso disperato e attonito, sempre lucidissimo, di grandi autori come Kubrick, Godard, Truffaut, Resnais, Ferreri, Scott, Gilliam, Cronenberg, Kathryn Bigelow e altri ancora, e nei molteplici esemplari di genere che, soprattutto a partire dagli anni Sessanta, si sono allontanati dalle meraviglie del possibile per concentrarsi sugli orrori del probabile, non solo nel cinema anglosassone, ma anche in quello europeo e orientale. Come di consueto, nella retrospettiva, che si articolerà in due anni e due edizioni del festival, verranno presentati sia esemplari imprescindibili per l’immaginario contemporaneo, sia opere di autori che si sono avvicinati solo occasionalmente all’argomento, sia film di genere, talvolta poco noti, spesso dimenticati, con particolare attenzione agli anni Sessanta e Settanta, che produssero una vera fioritura della science fiction distopica.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...