Archivi del mese: novembre 2014

32mo Torino Film Festival, “Mange tes morts” miglior film

jjtSi è conclusa ieri, sabato 29 novembre, la 32ma edizione del Torino Film Festival, diretta da Emanuela Martini, con l’assegnazione dei premi nelle varie sezioni. Interessanti risultati per Triangle di Costanza Quatriglio (presentato nella sezione Diritti & Rovesci curata dal guest director della kermesse, Paolo Virzì), al quale è stato conferito il Premio Cipputi, e N-Capace di Eleonora Danco, che ha ottenuto sia la Menzione speciale della giuria, sia quella attribuita ai personaggi intervistati; oggi, domenica 30 novembre, presso il Cinema Massimo di Torino saranno replicati alcuni dei film presentati o premiati all’interno delle sezioni del Festival.
Di seguito, il palmarès completo.

untitled ffConcorso Internazionale Lungometraggi. La giuria composta da Ferzan Ozpetek, Geoff Andrew, Carolina Crescentini, Debra Granik e György Pálfi ha conferito il premio di Miglior Film (€ 15.000) a Mange tes morts (Jean-Charles Hue, Francia, 2014). Premio Speciale della giuria – Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (€ 7.000), For Some Inexplicable Reason (Gábor Reisz, Ungheria, 2014). Menzione speciale della giuria, N-Capace (Eleonora Danco, Italia, 2014). “Abbiamo attribuito una menzione speciale a quest’opera prima perché dimostra di essere una grande promessa per il futuro e perché ci ha colpito emotivamente e intellettualmente con un ritratto, così lirico e penetrante, dell’Italia di oggi”. Continua a leggere

32mo Torino Film Festival: i premi collaterali

(cinemaitaliano.info)

(cinemaitaliano.info)

Sono stati assegnati oggi, sabato 29 novembre, i premi collaterali del 32mo Torino Film Festival.
Di seguito riporto i nominativi dei vincitori e le motivazioni delle giurie. La cerimonia di chiusura della kermesse torinese avrà luogo questa sera, alle ore 20, presso il cinema Reposi 3, ospite d’onore Anna Mazzamauro, che presenterà un omaggio ad Anna Magnani per poi affiancare il direttore artistico Emanuela Martini nella comunicazione delle premiazioni. In chiusura, la proiezione del film Wild, di Jean-Marc Vallée. Continua a leggere

Roma, “Impressionare la parola. Scrivere per il cinema”

Loc. Granfaro-Detour 29Nov14Domani, sabato 29 novembre, alle ore 20, a Roma, presso il Cineclub Detour (Via Urbana, 107), si terrà l’evento Impressionare la parola. Scrivere per il cinema. La serata prevede la presentazione del Progetto Granfaro e la partecipazione del regista e sceneggiatore Luigi Cozzi, che terrà una masterclass di sceneggiatura cinematografica. Patrocinato dal Municipio I del Comune di Roma, l’evento è organizzato da Granfaro, produzione cinematografica indipendente nata nell’ottobre del 2013.
Il gruppo è impegnato nella realizzazione di una webserie che si ispira al cinema di genere degli anni ’70.

L’obiettivo della produzione è quello di coinvolgere attivamente appassionati di cinema e sceneggiatori. Gli interessati potranno contribuire a sviluppare gli episodi attraverso un contest che sarà lanciato nel corso della serata e che vedrà protagonisti gli utenti della rete. Tutti i soggetti ed eventuali sceneggiature saranno pubblicate e votate attraverso il sito ufficiale www.granfaro.it.
Durante la serata interverranno i fondatori della produzione: Graziano Riccio (direttore di produzione), Fabio Garreffa (regista), Rosario Romeo (aiuto regista) e gli attori dell’episodio pilota, Giuseppe Li Vecchi e Martina Palmitesta.

Ingresso libero su prenotazione ai seguenti contatti: info@granfaro.it – 3206556277 – 3285515220

7° TorinoFilmLab, i vincitori

untitleduSi è chiuso mercoledì 26 novembre il 7° TorinoFilmLab Meeting Event, momento conclusivo di un anno di attività del TorinoFilmLab (TFL): un incontro-evento che è stato insieme presentazione pubblica dei progetti sviluppati nei programmi del TFL, mercato di co-produzione internazionale e occasione per assegnare fondi di produzione e altri premi ai progetti migliori.
Quest’anno sono stati conferiti anche il TFL Distribution Award (dedicato all’implementazione di strategie innovative per il raggiungimento del pubblico al momento della distribuzione) e il Digital Production Challenge II Award promosso da Focal Resource. Nell’ambito del programma FrameWork sono stati presentati 9 progetti in cerca di co-produzione.

Nato dal desiderio di affiancare al Torino Film Festival un laboratorio dedicato a talenti emergenti, il TorinoFilmLab è una vera e propria comunità creativa che sostiene giovani filmmaker di tutto il mondo – con un’attenzione particolare a opere prime e seconde – attraverso attività di formazione, sviluppo, e finanziamento alla produzione e alla distribuzione; creato nel 2008 grazie al sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Piemonte e della Città di Torino, il TFL è promosso dal Museo Nazionale del Cinema e dalla Film Commission Torino Piemonte. Molte delle sue attività sono sostenute dai programmi Media e Media Mundus dell’Unione Europea. Continua a leggere

Dracula Untold

(Movieplayer)

(Movieplayer)

Transilvania, 1462. Dopo anni di guerre sanguinarie, la regione gode di un periodo di pace, garantita dal buon regno del principe Vlad III (Luke Evans) e della sua consorte, la principessa Mirena (Sarah Gadon). Ma ecco palesarsi l’avanzare incombente dell’impero ottomano, che vuole estendere il suo dominio in Europa: il sultano Mehmed II (Dominic Cooper) ordina che gli siano consegnati mille giovani della Valacchia, così da addestrarli per andare ad ingrossare le sue armate, fra i quali è compreso Ingeras (Art Parkinson), il primogenito di Vlad. Quest’ultimo rammenta il proprio doloroso passato, quando gli toccò identica sorte per volontà del padre, divenendo un feroce combattente, guadagnandosi il soprannome di Tepes, l’Impalatore, visto l’atroce supplizio cui sottoponeva i nemici. Che fare allora, sacrificare un membro della propria famiglia in nome di un generale benessere o riprendere in mano le armi, pur considerando che non dispone di un vero e proprio esercito? In una grotta sulla cima del Dente Rotto vi è un essere misterioso (Charles Dance), già conosciuto in precedenza, che gli offre un aiuto, sotto forma di sinistro patto: la forza di cento uomini e altri incredibili poteri per tre giorni, ma se entro tale lasso di tempo non dovesse resistere all’impulso di bere sangue umano, sarà la dannazione eterna … Continua a leggere

Filmmaker International Film Festival 2014

untitled3Filmmaker International Film Festival, la cui prima edizione ha avuto luogo nel 1980, ha assunto negli anni le caratteristiche proprie di un festival-laboratorio, aperto alle collaborazioni e interessato a scoprire e sostenere ogni forma di novità, dagli autori alle nuove forme cinematografiche, senza dimenticare un costruttivo rapporto col pubblico, al quale ha sempre offerto le migliori esperienze del “cinema della realtà” contemporaneo. Evidente, poi, anche il confronto portato avanti con la comunità del giovane cinema milanese e italiano, nella proposizione non solo di idee inedite ma anche della loro concreta possibilità di svolgimento.
Il tutto senza mai dimenticare il lavoro di approfondimento sulla storia cinematografica, nella consapevolezza che non c’è innovazione senza conoscenza del passato. Nell’edizione 2014, che si svolgerà a Milano dal 28 novembre all’8 dicembre, presso le sale di Spazio Oberdan, Cinema Arcobaleno, Cinema Palestrina, oltre alle sedi di Fabbrica del Vapore e Galleria d’Arte Moderna, la kermesse proporrà 86 film selezionati tra oltre 500 lavori provenienti da tutto il mondo e suddivisi in sette sezioni: Concorso Internazionale (10 documentari); Fuori Concorso (2 titoli); Prospettive, sezione dedicata alle opere di esordienti e di giovani cineasti italiani (15 lavori); Fuori Formato, focus sul cinema sperimentale (19 opere a cui si aggiungono i 22 film di Peter Tscherkassky e Eve Heller); Eventi Speciali (6 proposte); Filmmaker Off (1 evento); Retrospettiva Lech Kowalski (11 film). Al programma si aggiungono gli omaggi agli scomparsi Paolo Cavara e Harun Farocki. Continua a leggere

Milano, presentazione del libro “Pussy Riot-Le ragazze che hanno osato sfidare Putin”

fSarà presentato venerdì 28 novembre, a Milano, presso la Libreria Popolare (Via Tadino, 18), alle ore 19.30, il libro di Massimo Ceresa Pussy Riot- Le ragazze che hanno osato sfidare Putin. Dialogherà con l’autore Andrea Riscassi, giornalista Rai e fondatore di Annaviva.
Pussy Riot, delitto e castigo. Dalle lotte per la libertà e a favore dei diritti Lgbt ai gulag in Siberia. Dallo show nella Cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca alla liberazione avvenuta nel dicembre 2013, passando per due processi farsa. Massimo Ceresa racconta in modo avvincente la vicenda che ha visto protagoniste tre giovani ragazze schierate contro la macchina del potere russo.

“Putin era un colonnello del KGB come lo erano altri che poi sono diventati oligarchi. Conosce i sistemi, tanto che ha riaperto i manicomi criminali creati da Stalin e che Gorbaciov aveva chiuso. Non è salutare dissentire: se non ti fanno fuori ti prendono per matto. Ecco perché quelle ragazzine, le Pussy Riot, sono da considerare autentiche eroine. Perché hanno tutte le ragioni per protestare contro il nuovo regime che forse è peggiore del vecchio, tradendo ogni spirito popolare” (dalla prefazione di Pino Scaccia).

Massimo Ceresa è tra i fondatori di Annaviva, collabora con Iamnesty, trimestrale sui diritti umani di Amnesty International. Con Infinito Edizioni ha pubblicato i romanzi Dania e la neve (2009) e Sopravvivere nella Russia di Stalin e di Putin (2013).

Informazioni: www.annaviva.com