Intervista a…

Giovanni Certomà

Giovanni Certomà

Strana la vita: si vive nello stesso paese, Roccella Jonica (RC), si condividono gli stessi interessi, si frequentano, probabilmente, gli stessi posti e le stesse persone, ed invece d’incontrarsi in tale contesto di provincia, ci si ritrova sulla piazza virtuale del web: è quanto mi è piacevolmente capitato nei giorni scorsi, quando ho avuto modo di conoscere attraverso il mio blog Giovanni Certomà, nato appunto a Roccella Jonica nel 1970, anche se ora vive in provincia di Milano, laureato in pedagogia presso l’Università degli Studi di Messina, insegnante di Lettere e Filosofia, autore di tre libri (il saggio Il filosofo dimenticato. Morale e società giusta in Erminio Juvalta, ’98; la raccolta di liriche Vitalità svelata, 2000; Due gambe e un cuore, 2005, raccolta di articoli e foto, Edizioni Il Fiorino) e collaboratore presso Marathon (Rivista di podismo), Vivere Meglio (Rivista trimestrale), http://www.Trackandfieldchannel.tv (inviato Web – TV), http://www.Trackandfieldchannel.net (web – site), http://www.RadioRoccella.it (conduttore), Radio Hinterland (Milano).

Lascio alle sue parole la descrizione d’interessi e motivazioni: “Accanto alla passione per la cultura v’è in me un’altra – forse più intensa – che è quella per la corsa. La corsa è libertà, rilassamento mentale e soprattutto un modo per conoscersi nel profondo. Quando corro provo un senso di totale estraniazione da tutto ciò che è frenesia e apparenza”. Abbiamo chiacchierato un po’ via Skype e in tale occasione è nata l’idea di una collaborazione propostami da Giovanni, una rubrica radiofonica da avviare presso il suo sito, avente come argomento il cinema, iniziando il tutto con un’intervista nei miei confronti, per ascoltarla potete collegarvi a www.giovannicertoma.it

2 risposte a “Intervista a…

  1. E’ vero Antonio, la vita è strana, ma sono convinto che ogni cosa ci accada sia legato da un filo che non guidiamo noi.

    • Lo credo anch’io, infatti ho smesso di farmi tante domande ed agisco in base a ciò che sento, facendo fluire gli eventi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...