Qualcosa su di me

565285_595354257182883_349316123_nMi chiamo Antonio Falcone, vivo a Roccella Jonica, in provincia di Reggio Calabria, classe 1968, appassionato di tutto ciò che fa spettacolo e di cinema in particolare. Prediligo noir e commedie made in Usa, ma nutro anche una grande passione per il neorealismo e la commedia all’italiana.
Altra grande passione la lettura:divoro tutti i libri, pur prediligendo narrativa e saggistica, e non disdegno fumetti d’antan, dal caro vecchio Topolino al classico Tex, passando per Diabolik.

Anche in tale ambito, però, vince spesso la voglia di conoscenza, e così mi ritrovo a leggere di tutto. Sono quindi una persona molto curiosa, capace di mettermi in gioco, infatti ho “ripensato” la mia vita e mi sono buttato a capofitto in quello che mi piace:scrivere di ciò che mi appassiona.

Per due anni ho lavorato, dapprima come collaboratore esterno, poi come redattore, responsabile delle pagine culturali, in un settimanale locale, la Riviera, con sede a Siderno, sempre in provincia di Reggio Calabria, del quale ho curato nello specifico le rubriche cinematografiche, scrivendo sia dei film “moderni” che del “cinema d’epoca”, conseguendo il tesserino di giornalista pubblicista.

Attualmente, dopo una breve collaborazione con ilfattoonline di Siderno (settembre 2011-marzo 2012), continuo a scrivere per Storia dei film, partecipando inoltre a trasmissioni televisive e radiofoniche in onda su emittenti locali e sul web, vincendo le mie idiosincrasie al riguardo.

DSCN2229Dimenticavo: sono vegetariano e animalista, infatti amo gli animali (moltissimo…A volte più delle persone…), il mio fido cane Billo (foto) mi è stato accanto in questa nuova avventura, sino al 13 giugno 2014, quando, dopo 15 anni trascorsi insieme, ci siamo dovuti salutare.
*****************************************************
Giornalista pubblicista, critico cinematografico e blogger. Dopo aver lavorato presso le testate la Riviera e ilfattoonline (Siderno) sono attualmente redattore all’interno del sito Storia dei Film, collaboro inoltre, sempre in qualità di giornalista – critico cinematografico, con le emittenti radiofoniche Radio Gamma Gioiosa, dove conduco il programma Sunset Boulevard, da me ideato, e Radio Audio sul sito di Giovanni Certomà, come curatore della rubrica Suonalancorasam.

Altra collaborazione riguarda la televisione, la neonata emittente televisiva Fimmina Tv, diretta da Raffaella Rinaldis, per la quale ho ideato il programma Victor Victoria, al momento non più in onda (Carmina non dant panem…), del quale sono stato anche conduttore, con la preziosa collaborazione di Andrea Grollino. Responsabile dell’ufficio stampa dell’Epizephiry International Film Festival (direttore artistico Renato Mollica), ho poi collaborato con Claudio Sottocornola, ordinario di Filosofia e Storia a Bergamo, nella presentazione dei suoi libri in Calabria, svolgendo al riguardo anche la funzione di addetto stampa.

Tra le mie recenti attività, nell’anno scolastico 2013- 2014 ho ricevuto incarico dal Liceo Scientifico Statale Zaleuco di Locri (RC), rappresentato dal prof. Giuseppe Fazzolari, dirigente scolastico pro-tempore, per prestare opera intellettuale di docenza nell’ambito del Progetto Cultura e Cinema, previo accordo con il prof. Giuseppe Giarmoleo, docente di Storia e Filosofia e coordinatore del gruppo di studenti aderenti al suddetto Progetto Cultura e Cinema.

In qualità di giornalista freelance e blogger, sono disponibile a collaborazioni in ambito culturale e cinematografico nello specifico; per chi avesse interesse a contattarmi al riguardo, può farlo tramite l’apposita pagina “contatti” del blog.

25 risposte a “Qualcosa su di me

  1. Se l’età c’è, non si vede.
    C’è un umorismo caustico e nerissimo, e un temperamento insospettabilmente forte.
    Grande cultura e umiltà, doti rarissime soprattutto tra i giornalisti locali, che appena hanno una loro rubrica “si sentono dottori”.
    ma la dote più celestiale del nostro è quella di essere fornaio. Il ragazzo ha doti magiche laddove si tratti di sfornare dolci e pagnotte.
    Per molti, ma non per tutti, la sua mitica torta al cioccolato.

  2. concordo, l’età non si vede, come del resto per tutti noi “enni”, ma quello che si vede è “grandezza “mentale,la disponibilità,l’umiltà, la correttezza e sopratutto la sensibilità………
    sei un vero “grande”

    p.s.:uhm, la torta al cioccolato??

    • Ciao Marilene, grazie, sei molto gentile e mi sento un po’ in imbarazzo…sto virando al rosso papavero…
      La torta al cioccolato? Essendo “zitello” e con “padre a carico”, giocoforza ho dovuto imparare a cucinare, anche se è un’attività che mi piace, se riesco a farla con la dovuta tranquillità. Credo che prima o poi la porterò in redazione, così da addolcire il clima, quel tanto che basta…
      Un caro saluto, grazie di nuovo, e ora che sai l’indirizzo del blog, continua a seguirmi!

  3. Bello il tuo blog, io ne ho appena aperto uno… abbiamo una passione in comune, se ti va di fare due chiacchiere su Double Indemnity fammi un fischio :)… se ti va: http://momentocritico.wordpress.com/.
    Ciao

    • Grazie! Ho appena visitato il tuo, mi piace come ti approcci ai film, in modo abbastanza sciolto e con un tocco di ironia che non guasta mai. Io invece ho sempre una sorta di timore reverenziale, specie nei confronti dei film “d’epoca”. Comunque, andando a Double Indemnity, è uno dei miei film preferiti in assoluto, sarà per l’aria di cinismo e decadenza che si respira, appena mitigate dalla bontà del personaggio interpretato da Robinson, figura paterna dagli antichi valori. L’ attacco iniziale secondo me è stupendo con quel “l’ho fatto per denaro e per una donna. E non ho avuto il denaro e non ho avuto la donna…”.Si respira tutto l’umorismo sornione di Wilder, che anche in un torbido noir fa la sua bella figura.

  4. Complimenti per questo spazio web, molto interessante, molto ben fatto! Mi diverte leggerti e continuerò a farlo!
    Un’unico punto noir: come si ovvia all’acquolina per la torta al cioccolato?

    • Grazie mille,i complimenti per il proprio lavoro fanno sempre piacere. Spero sarai contenta riguardo l’intervista che gentilmente mi hai concesso qualche giorno fa, uscirà domani su “la Riviera”, pag. 36, salvo imprevisti. Comunque tra qualche giorno la pubblicherò sul blog. All’acquolina in bocca si potrebbe rimediare se mi mettessi all’opera per confezionare la ormai famosa torta, ma al momento la volontà è andata in ferie… A presto, ciao e ancora grazie.

      • Mara Rechichi

        Ho visto l’intervista, ne sono tanto contenta. Non avevo dubbi su ciò che ne sarebbe venuto fuori, ho visto il tuo acume e la tua discrezione. Grazie ancora!

  5. marcellogaglianicaputo

    Mi associo ai complimenti di chi mi ha preceduto! Un bel blog, molto interessante!

    • Grazie! Come amo ripetere i complimenti per il proprio lavoro fanno sempre piacere e soprattutto invogliano a continuare e a migliorarsi lungo il percorso, facendo affidamento sulla passione e la curiosità.

  6. Complimenti per questo blog – hai la tifosa nuova (L’ho detto bene? Non parlo bene italiano) Sono americana e mi piacciono i film Italiani da morire – non vedo l’ora di vedere Il cuore grande delle ragazze ma devo aspettare il DVD.
    Hai visto Cesare Deve Morire?

    • Grazie per i complimenti, aiutano ad andare avanti e a credere in quel che si fa, una frase che ripeto spesso come incoraggiamento, e grazie per essere una mia tifosa ( sì, hai detto bene, anzi complimenti per l’uso della lingua italiana, il mio inglese, invece, è ancora incerto). Il dvd de Il cuore grande delle ragazze dovrebbe uscire intorno la metà di aprile, più o meno. Purtroppo non ho avuto modo di vedere Cesare deve morire, nella mia zona certi film non trovano facile distribuzione, ma è un opera che mi affascina molto già sulla carta, come idea in sè e come modalità realizzative. Continua a seguirmi, lo stesso farò io attraverso il tuo sito (ho inserito il link nell’elenco dei blog di cinema), che già avevo avuto modo di vedere ed apprezzare per il risalto dato al cinema italiano.

  7. Pingback: Blogs Worth Mentioning | I Love Italian Movies

  8. Finalmente uno spazio creato da una persona intelligente, creativa, unica, eccetera eccetera eccetera. A questo punto sai cosa ti dico? Viva i Calabresi escludendo categoricamente i padani e compagnia…bella?
    SalutiBelli!!!

    • Grazie per i complimenti, semplicemente mi piace il mio lavoro e cerco di farlo meglio che posso. Grazie anche a nome dei calabresi, ma in fondo come diceva il Pope in “Mediterraneo” di Salvatores, parlando dei rapporti tra greci ed italiani,
      “Italia, Grecia, una faccia, una razza”. E’ l’uomo, il singolo essere umano, a fare la differenza, indipendentemente dal luogo di provenienza… O, almeno, mi è sempre piaciuto crederlo… Cari saluti.

  9. Grazie per la risposta che condivido completamente.
    SalutiBelli.

  10. Ciao Antonio, sto cercando una tua mail ma a parte quella del programma non trovo nulla, come posso fare a scriverti?

  11. Il tuo blog è bellissimo! Lo leggo spesso e sono onorata di vedere che ogni tanto vieni e “like” i miei post. E poi vedo che sei calabrese. Io ho con la Calabria un legame molto forte, sia di famiglia che di “anima”. E vedo che sei animalista. Io ho partecipato insieme ad altri amici scrittori a un progetto di beneficenza animalista. Insomma, molte cose ci accomunano. Continuerò senz’altro a seguirti! :)

    • Grazie! Anche per me è un piacere seguirti, stamane sono rimasto affascinato dalla lettura della tua poesia “Anima della terra”, credo esprima qualcosa di molto intimo, ma allo stesso tempo dal valore universale.
      Il mio interesse principale è il cinema e il mondo dello spettacolo in genere, anche se la letteratura, i libri, hanno sempre occupato un posto speciale, per cui in questo spazio web a volte ci finisce un po’ di tutto…
      Ben lieto della conoscenza, a presto, cari saluti dalla Calabria.

  12. Pingback: I (zin)CROODS | ZAC 3.0

    • Grazie! In particolare per aver citato la fonte, gentilezza non comune sul web, parlo per esperienza personale… Aggiungerò il link del tuo blog all’elenco di quanti seguo, cari saluti.

      • Grazie a te, citare la fonte per me è un obbligo morale, un segno di rispetto verso chi ha usato il proprio tempo e il proprio “ingegno” . Non vedo perchè dovrei prendermi meriti che non ho. Hai fatto un ottima recensione, almeno per me, in cui mi ci ritrovo in pieno.

        Grazie Antonio.

      • antoniofalcone

        Al riguardo la pensiamo allo stesso modo Roberto, grazie di nuovo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...