Giffoni Film Festival 2011: i film vincitori

Ecco i premi assegnati al 41mo Giffoni Film Festival, conclusosi ieri, giovedì 21 luglio, con l’annuncio da parte del direttore artistico della kermesse, Paolo Gubitosi, del tema portante del prossimo anno, la Felicità, insieme ad altre importanti novità, come un’edizione che, a partire da marzo 2012, si svolgerà a San Paolo del Brasile, o, a fine ottobre, Giffoni Cruise, festival itinerante lungo il Mediterraneo, ragazzi e famiglie a bordo di una nave da crociera.

Elements +3: miglior cortometraggio, Gloria meets a real owner, Joshua Held (Italia); Premio speciale Giotto Super Be’ Be’: Tora Chan, Davide Como Claudia Cutrì, Stefano Schide, Valerio Gori (Italia).

Elements+6: miglior film, Fuchsia the mini witch, Johan Nijenhuis (Paesi Bassi); miglior cortometraggio, Carlotta and the cloud, Daniel Acht (Germania); Premio speciale Action Aid-Unire le persone contro l’ingiustizia dipende da me: Stanley’s Tiffin Box, Amole Gupte (India).

Elements+10: miglior cortometraggio, Weightless, Robert Lundmark, Magnus Johansson (Svezia); miglior film, Totally True love, Anne Sewitsky (Norvegia); Premio speciale Amnesty International: Lost in Africa, Vibeke Muasya (Danimarca).

Elements+13: miglior film, Ways to live forever, Gustavo Ron (Spagna/UK)- secondo classificato (Premio Presidente del Senato): Wunderkinder, Marcus O. Rosenmüller (Germania), cui va anche il Premio CGS, Cinecircoli Giovanili Socioculturali – Percorsi Creativi 2010 e il Premio Ecfa; miglior cortometraggio, Bekas, Karzan Kader (Iran/Svezia)- secondo classificato: Lighthearted Boy (Pizzangrillo), Marco Gianfreda (Italia), Premio del Comune di Giffoni Valle Piana; Premi speciali Arca Cinemagiovani: The flood, Guy Nattiv (Israele).

Elements+16: miglior film, Suicide Room, Jan Komasa (Polonia), vincitore anche nella sezione Arca Cinemagiovani e Premio Miglior Colonna Sonora by Music Conservatory of Salerno; secondo classificato: King of Devil’s Island, Marius Holst (Norvegia), Premio del Consiglio Regionale della Campania ; Gran Premio della Giuria: Submarine, Richard Ayoade (UK/USA); miglior cortometraggio, Burungo, Dome Karukoski, Pamela Tola (Finlandia); secondo classificato: This Means Forever, Amanda Kernell (Svezia), Premio della Provincia di Salerno; Grifone d’alluminio, Premio Cial (Consorzio Imballaggio Alluminio): Simple Simon, Andreas Öhman (Svezia); Grifone di Cristallo, Banca della Campania: Yelling to the sky, Victoria Mahoney(USA).

Elements+18: miglior film, Beatiful Boy, Shawn Ku (USA); secondo classificato: Lost & found (Oggetti smarriti), Giorgio Molteni, Italia, Premio della Camera di Commercio di Salerno; miglior cortometraggio: The guilt (La colpa), Francesco Prisco (Italia), cui va anche il Golden Spike Award del Social World Film Festival; secondo classificato: Natural Things (Cose naturali), Gennaro Maccioni (Italia), Premio della Camera di Commercio di Salerno; Premio speciale Amnesty International: [R] , Julie Rembauville, Nicolas Bianco-Levrin (Francia).

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...